Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NEWS

L’infermeria si svuota: i rosanero ritrovano Struna e Rispoli

Michele Affidato- Banner News

Dopo aver riposato lo scorso weekend, il Palermo è pronto a scendere nuovamente in campo contro il Crotone, domenica alle 21;00 al “Renzo Barbera”, in una sfida che sa di Serie A. La squadra rosanero arriva al match contro i calabresi decisamente scossa dal ribaltone in cabina di regia: la sconfitta dello Stadio ‘’Rigamonti’’ è costata cara al tecnico Bruno Tedino, che dopo l’esonero dello scorso anno era tornato in rosanero quest’estate; al suo posto è stato richiamato Roberto Stellone, l’allenatore che riuscì a conquistare la finale play-off poi persa nella cocambolesca doppia sfida contro il Frosinone.

Una “sostituzione” che era nell’aria già da tempo, tanto che al primo passo falso di Burno Tedino si è di fatto concretizzata. Fatta eccezione per qualche elemento, Roberto Stellone trova la stessa rosa che ha allenato sul finale della scorsa stagione, “la stessa, ma più forte” ha detto ieri il diesse rosanero Rino Foschi. Ma come arriva il Palermo alla sfida di domenica? In settimana sono state parecchie le novità giunte dall’infermeria. I rientri più importanti riguardano la retroguardia: sia Aljaz Struna che Andrea Rispoli, infatti, sono tornati a disposizione del tecnico. Entrambi i giocatori sono stati punti fermi di Stellone nella passata stagione e potrebbero tornare titolari già nella sfida contro il Crotone. Ad alimentare questa ipotesi anche il modulo che adotterà il nuovo tecnico rosanero. Stellone ci ha abituati ad un 4-4-2 con diverse varianti ma, stando a quanto dichiarato dallo stesso allenatore, molto dipenderà da ciò che sarà emerso da questi primi allenamenti. Per quanto riguarda l’attacco, Stellone ha chiarito che la soluzione Puscas-Nestorovski non è da escludere a priori, ma Trajkovski è il più in forma del reparto e difficilmente non sarà in campo già dal primo minuto.

A centrocampo torna forte il nome di Murawski, con Roberto Stellone lo scorso anno sempre titolare, che non è ancora riuscito ad andare a segno in questa stagione. L’esonero di Bruno Tedino è arrivato nel momento migliore. Il turno di riposo ha permesso al nuovo tecnico di lavorare al meglio con la squadra e dopo il match contro gli uomini di Stroppa potrà sfruttare un’altra pausa, quella per gli impegni delle Nazionali. Durante gli ultimi allenamenti, nonostante il noto piglio offensivo di mister Roberto Stellone, il Palermo ha lavorato in particolar modo sulla fase difensiva, forse proprio alla luce del nuovo modulo che verrà schierato in campo.

Tra tante incognite, una certezza: Stellone arriva carico alla sfida di domenica. La mancata promozione in Serie A è ancora nella mente del tecnico che lo scorso anno, pur con poco tempo a disposizione, era riuscito subito a trovare il feeling con la squadra e, soprattutto, i risultati, vedendosi negare all’ultimo respiro il salto di categoria, conquistato dalla formazione ciociara nella gara di ritorno disputata allo Stadio “Benito Stirpe”, contesa che ha caratterizzato, con il suo esito finale, gran parte dell’estate con ricorsi effettuati dalla società rosanero, che hanno portato comunque ad un “nulla di fatto”. Il nuovo Palermo di Roberto Stellone attende il Crotone nella sfida del “Renzo Barbera”.

Roberta Mannino – ForzaPalermo.It



CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

ALTRO IN NEWS