Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

Vince solo chi la butta dentro

Michele Affidato- Banner News

Tre partite, un punto solo e zero gol segnati, questo in sintesi l’inizio di campionato della squadra di mister Nicola che anche oggi macina gioco ma senza creare pericoli alla squadra avversaria.

Il Crotone si presenta a Cagliari senza nessuno degli ultimi acquisti in campo, i titolari sono gli stessi della partita contro il Verona, unica novità Rohden al posto di Faraoni, con Sampirisi riconfermato sulla linea dei difensori.

La Sardegna Arena è piena come un uovo per questa inaugurazione.

La partita inizia e il copione è già chiaro dalle prime battute: il Cagliari fa la partita, il Crotone gioca coperto e prova alcune ripartenze. Gli unici brividi arrivano da errori della difesa come quello di Ceccherini al ottavo, che sbaglia a salire e tiene in gioco Pavoletti che si trova solo davanti a Cordaz ma sbaglia il controllo e Ceccherini riesce a metterci una pezza mettendo la palla in angolo. Cambio di fronte, errore nell’anticipo di Andreolli e Stoian riesce a imbeccare Trotta che solo in area non controlla la palla e sciupa l’ottima occasione.

Il Cagliari continua a fare la partita ma è il Crotone che è più pericoloso soprattutto con Stoian che a sinistra la fa da padrone.

Al 23esimo grande occasione per i sardi: cross perfetto di Padoin dalla destra, palla per Pavoletti che schiaccia d’inizio testa, ma Cordaz è grandioso nel respingere il tiro a mano aperta, la palla finisce sui piedi di Cigarini che calcia alto.

La partita non presenta grandi occasioni, le due squadre giocano e lottano ma creano poco.

Al 32esimo il Cagliari passa in vantaggio: lancio perfetto di Joao Pedro che trova Sau solo, tenuto in gioco da Ceccherini, il bomber sardo si invola solo davanti a Cordaz e lo batte con un rasoterra angolatissimo.

I rossoblu calabresi non riescono a reagire ed il Cagliari continua a fare gioco e segna il secondo gol con Joao Pedro che però viene trovato in fuorigioco, rete annullata e partita che rimane sull’uno a zero.

Il primo tempo si chiude con i sardi in vantaggio ed il Crotone che deve cambiare atteggiamento.

Cambio che avviene nel secondo tempo, quando i calabresi entrano in campo con un altro piglio, e posizionandosi nella trequarti sarda. Al 51esimo ottima palla in profondità di Stoian per Budimir, Cragno si salva in angolo sul diagonale dellampunta pitagorica. Crotone che rimane in attacco e chiude il Cagliari sulla trequarti, ma senza riuscire a concretizzare la gran mole di gioco. Al 58esimo Nicola sostituisce Trotta per il neo acquisto Tumminello e dopo sei minuti un evanescente Rohden lascia il posto a Kragl.

La partita rallenta il ritmo e il Cagliari comincia a respirare, affacciandosi dalle parti di Cordaz con qualche sortita ma senza creare mai grandi pericoli.

Mister Nicola le tenta tutte e per vivacizzare il gioco si affida al giovane Crociata che, al 75esimo entra al posto di Stoian. L’unico vero brivido per Cragno, che chiuderà la partita senza neanche una parata, arriva all’87esimo, quando Kragl si guadagna una punizione da un paio di metri fuori dall’area. Tutti si aspettano il tiro del tedesco, ma a battere la punizione ci pensa Barberis che sfiora l’incrocio di pochi centimetri. Gli sforzi del Crotone finiscono qui, anche se Crociata tenta ancora qualche sortita ma non è ben sostenuto ne da Budimir ne da Tumminelllo. Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro Doveri fischia la fine della partita.

Mister Nicola ha tanto da pensare e sabato arriva la capolista Inter.

Giatur

www.ilrossoblu.it


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO