Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

EDITORIALE

#MonterosiCrotone | L’Editoriale: Chi si stanca prima? La lepre o il cacciatore?

Monopoli vs Crotone (Redazione 7 1 2023) 2
Michele Affidato- Banner News

L’Editoriale – La domanda su chi si fermerà prima tra la lepre in fuga e il cacciatore sulle sue tracce, è quella che molti tifosi mi fanno incontrandomi per strada.

Magari non mi parlano proprio della lepre e del cacciatore, ma il senso è proprio lo stesso.

La lepre corre e corre veloce, sa che deve fare in fretta per far perdere le proprie tracce al cacciatore. Quest’ultimo ha il suo passo, sa che non deve avere troppo distacco dalla lepre altrimenti rischia di perderla di vista, ma sa anche che prima o poi, la lepre le capiterà a tiro e a quel punto lui ha una sola cosa da fare: non sbagliare il colpo.

Alla domanda su chi si stancherà prima io non so rispondere, forse la risposta non c’è, forse si dovrà attendere solo la fine per sapere chi trionferà…

Io non sono un esperto cacciatore, ma ne conosco più di qualcuno e allora ho chiesto a loro.
Nessun cacciatore ha la risposta, ma uno, il più anziano, il più saggio mi ha voluto spiegare un trucchetto.
La lepre, quando comincia a piovere o c’è brutto tempo si ferma e cerca un riparo, mentre il cacciatore prosegue sulla sua pista, ed in quel momento può colpire…

Io non aggiungo niente se non il classico “a buon intenditore poche parole”.

Per quanto riguarda il nostro cacciatore, pardon, Crotone, vorrei soltanto sottolineare che in queste due partite del nuovo anno, e quindi dopo la breve pausa natalizia, ho visto una squadra più pimpante, che sta bene, che riesce a giocare anche meglio di prima, con più trame, più palla a terra e più gioco corale. Insomma questo Crotone “post natalizio” mi piace.
Mi è piaciuto a Monopoli dove, su un campo difficile, siamo riusciti a imporre il nostro gioco. Lunedì sera contro il Pescara ho visto una partita di un’altra categoria, sembrava una gara di Serie B sia per intensità che per qualità di gioco. Due squadre che si sono affrontate a viso aperto senza timori. E il Crotone ha dimostrato tutta la sua dimensione di grande squadra mettendo in campo proprio la pazienza delle grandi.

Certo, si può ancora migliorare, magari chiudendo le partite prima così da evitare il patema d’animo degli ultimi minuti, ma la cosa importante, alla fine, sono i tre punti.

Oggi pomeriggio si gioca a Viterbo contro il Monterosi dell’ex Menichini, una vecchia volpe del calcio che avrà sicuramente preparato qualche trappola per il Crotone. Ma non ho alcun timore, anche perchè lo squalo è cacciatore mai preda.

E allora, cari amici, augurandovi una buona domenica, non posso che invitarvi a lanciare al cielo il nostro urlo: Avanti Squali!

Antonio Gaetano


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN EDITORIALE