Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NEWS

Stroppa: «Non siamo ancora pronti per queste partite»

Michele Affidato- Banner News

«Ho avuto l’impressione che il Verona fosse più pronto di noi ad affrontare questa partita. Nel secondo tempo, mi è sembrato che i ragazzi non ci credessero più, mentre nel primo tempo abbiamo creato tanto, anche se abbiamo concesso troppo”.

Stroppa non si nasconde e ammette tutti i limiti della propria squadra.

«Dobbiamo migliorare nella tranquillità e nella spensieratezza, sembrava che avessimo timore di fare le cose. Potevamo anche pareggiarla, non ce l’abbiamo fatta ma ci siamo avvicinati».

Secondo l’allenatore rossoblu il problema più che tecnico e caratteriale.

«Credo che questi ragazzi abbiano la qualità e la personalità per fare bene. Mio compito è quello di trasmettere questi valori e dare più convinzione alla squadra. Dobbiamo ricercare la nostra identità di squadra, tramite il miglioramento della qualità dei singoli. Il Verona ha sbagliato veramente poco, hanno dato l’impressione di essere più pronti».

In sala stampa cominciano ad affiorare i primi dubbi sullo schema e soprattutto sulla difesa a tre, ma Stroppa difende le sue scelte tattiche.

«Non credo che idee e schemi vadano messi in discussione. Anche perchè non l’avete fatto contro Foggia e Livorno, ma dobbiamo lavorare più sulla convinzione e sulla determinazione».

In molti sono rimasti sorpresi nei cambi effettuati dall’allenatore rossoblu.

«Con i cambi ho cercato di avere più ampiezza quasi in maniera scolastica, per cercare di avere più capacità di andare ad attaccare la rete magari anche in maniera più sporca. Martella e Sampirisi sono usciti dal campo per problemi. Martella un affaticamento muscolare mentre Sampirisi un problema all’anca».

Tra tre giorni si torna in campo a Pescara.

«Oggi abbiamo fatto un passo indietro, fortunatamente tra tre giorni cambiamo. A Pescara dobbiamo dimostrare che oggi è stato solo un incidente di percorso. Lamia squadra deve avere sempre la presunzione di essere più bravi degli altri».

Un ultima osservazione è su Stoian il cui utilizzo “part-time” lascia molti perplessi.

«Stoian è il nostro asso nella manica, quando entra determina sempre un cambio di passo. Oggi ho pensato di inserirlo a partita in corso, ma nulla osta che possa giocare anche dal primo minuto».


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN NEWS