Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

Pagelle

#CrotoneSpal 1-2 | Le pagelle: Kargbo entra e segna, Maric è impalpabile

Michele Affidato- Banner News

#CrotoneSpal 1-2 | Il Crotone perde nuovamente all’Ezio Scida e ancora una volta deve rimandare l’appuntamento con i tre punti. La gara inizia male con una rete al 1′ di Melchiorri e potrebbe chiudersi pochi minuti dopo con Seck che sbaglia davanti alla porta. Nella ripresa al 49′ è Mancosu a sfondare per lo 0-2. Nel finale ci pensa il subentrato Kargbo all’88’ a riaprire la sfida che termina però con la vittoria degli estensi.

Le pagelle:

Festa (5,5): Pochissime parate ma altre due reti subite. Ancora una volta titolare ma Contini, in panchina, incombe alle sue spalle. Una prova sufficiente, qualche pecca ma niente di grave.

Nedelcearu (5,5): La sua fisicità aiuta la squadra soprattutto sulle palle inattive. Ormai non si nota la sua presenza in azioni offensive da calcio piazzato, qualche sbavatura ma da uno esperto come lui ci si aspetterebbero grandi prestazioni. In ritardo sulla prima rete di Melchiorri, è l’ultimo a rientrare in difesa. Pochi minuti dopo è provvidenziale su Seck involato verso la porta.

Canestrelli (5): Non una giornata entusiasmante per il talentuoso difensore. Sulla prima rete riesce a chiudere su Melchiorri ma una sua deviazione mette fuori causa festa indirizzando la palla sotto l’incrocio.

Paz (6): Non si fa notare e questo è già positivo. Si sacrifica parecchio provando a mantenere equilibrio con il centrocampo. Incolpevole sulla prima rete, non può nulla sul raddoppio di Mancosu.

Kargbo (7): Entra e fa cambiare passo al reparto avanzato del Crotone. Diverse azioni personali creano superiorità in area avversaria. Sua la rete della speranza, la prima di questa stagione. Un cambio azzeccato dal tecnico Pasquale Marino che viene premiato dalla sua buona prova. Quindici minuti a tutta forza che non servono però a far acciuffare il pareggio.

Molina (6): Rispetto alle ultime uscite sembra rinfrancato, ci prova in due occasioni a sbloccare ma davanti alla porta si intestardisce in un dribbling di troppo. Una sua conclusione mette in difficoltà Pomini facendo gridare al gol.

Giannotti (6,5): Tra gli elementi più giovani della rosa è sicuramente quello con il maggiore impiego e il migliore rendimento. Si comporta bene sulla fascia, spinge e prova a non far trovare scoperto il fianco del Crotone. Qualche sbavatura dettata dall’inesperienza ma la qualità c’è, manca solamente un pizzico maggiore convinzione.

Sala (5,5): Entra per Giannotti ma non si nota il cambio di passo. Più impegnato a contenere gli avversari che a proporre azioni offensive. Ha una grandissima occasione di testa a colpo sicuro ma Pomini gli nega la gioia del gol.

Estevez (5,5): Una prova senza eccellere ma neppure senza distinguersi in negativo. In mezzo al campo prova a dare ordine cercando di fare ripartire le azioni degli squali. Troppo timido davanti alla porta, poco lucido nell’ultimo passaggio.

Vulic (5,5): Che occasione sprecata davanti a Pomini! Entra in area e invece di calciare serve l’accorrente Mulattieri, una giocata corretta ma il passaggio è disastroso. Un gol sbagliato che pesa come un macigno.

Oddei (Sv.): Se nella gara contro il Vicenza all’Ezio Scida è stato uno dei migliori tra le fila rossoblù contro la Spal si perde tra le linee senza mai farsi notare. Gioca comunque pochissimi minuti.

Zanellato (6): L’esperienza c’è, forse anche la voglia. Manca però in lucidità, manca anche un pizzico di brillantezza davanti alla porta. Una prova sufficiente.

Maric (4,5): Mirko, cosa vuoi fare nella vita? L’attaccante. Ne siamo sicuri? Sarà per la posizione defilata, sarà per un gioco che non sembra congeniale alle sue qualità ma da inizio stagione sembra essere un corpo estrano alla squadra. Non punge, non segna, non salta l’uomo e spesso perde palla in favore degli avversari.

Benali (5,5): Da lui ci si aspetta sempre qualità e inventiva ma la prova è al di sotto delle sue potenzialità, Una prova non impeccabile al netto del ritorno in campo da poche gare dopo il recente infortunio.

Mulattieri (6): In attacco è sicuramente l’uomo più pericoloso, colui che ci prova a crearsi gli spazi, almeno lui. Arriva tardi sul passaggio di Vulic davanti a Pomini, ha qualche potenziale occasione che viene sventata dagli avversari. Marcato stretto, non riesce a trovare la via del gol.

All. Pasquale Marino (5,5): Ha il merito di mandare in campo Kargbo nel momento giusto trovando la rete dell’1-2, il demerito è quello di subire reti con grande facilità e non essere in grando di far segnare la sua squadra. I risultati parlano chiaro, in sei gare cinque k.o. ed un solo punto. Troppo poco, le colpe non sono tutte sue ma così non si può andare neppure avanti.

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Trony Laterale – Scad. 25/05/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN Pagelle