Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#TurrisCrotone | Qui Crotone: Contro la Turris, i rossoblù vogliono tornare a vincere in trasferta

Michele Affidato- Banner News

Qui Crotone | Si ritorna in campo per la decima giornata di campionato, domani in quel di Torre del Greco contro la Turris, antico ricordo di sfide passate all’ombra della Serie C.

Si ritorna in trasferta, quello che potrebbe diventare un tasto dolente per i rossoblù, visto che nelle ultime due gare lontano dallo Scida il Crotone ha totalizzato un solo punto.

Campo duro quello campano, clima caldo, terreno sintetico di ultima generazione e atteggiamento ostico dei padroni di casa che non stanno attraversando un periodo di splendore con troppi alti e bassi ma soprattutto con pochissima stabilità emotiva.

Sarà, quindi, un’altra difficile partita, in cui il Crotone dovrà sapere mantenere la calma, imporre il proprio gioco, non innervosirsi e cercare di sbloccare la gara il prima possibile. Un canovaccio, questo, che i rossoblù dovranno imparare a memoria, perché sembra, almeno da questo primo quarto di campionato, che la maggior parte delle partite saranno giocate proprio così, contro avversari che proveranno più a non perdere che a provare a vincere.

La squadra di mister Lerda sta bene. L’unico assente è Carraro che verrò operato alla mandibola (fratturata nella partita contro il Foggia) e il cui rientro non è previsto in tempi brevi.

I rossoblù vengono dall’infrasettimanale vinta contro il Francavilla che ha eliminato le tossine generate dalla sconfitta di Foggia.

L’allenatore rossoblù, martedì, è riuscito a fare anche un piccolo turnover dando la possibilità di rifiatare a giocatori come Gomez, entrato solo nel secondo tempo e autore di una doppietta, Giron, sostituito da Crialese, e Petriccione, in riposo forzato vista la squalifica scattata per somma di ammonizioni.

In queste prime nove partite di campionato, escluso la gara di Coppa Italia contro il Messina, mister Lerda, per scelta o per costrizione, ha comunque fatto girare la sua rosa.

Sono solo cinque i rossoblù sempre titolari, che hanno giocato tutte le partite sinora: Branduani, Calapai, Cuomo, Tribuzzi e Chiricò.

Gli altri, bene o male, hanno avuto modo di rifiatare.

Lerda fino ad oggi ha utilizzato, anche per pochi minuti (come nel caso di Bernardotto e Rojas), 23 giocatori, solo i due portieri di riserva, Dini e Gattuso, e l’infortunato Spaltro, non hanno totalizzato ancora nemmeno un minuto.

Degli undici titolari, otto sono andati in gol (Chiricò, Gomez, entrambi con 4 reti, Golemic, Kargbo, Petriccione, Tribuzzi, Awua e per ultimo Cuomo), costituendo una vera e propria cooperativa del gol.

Insomma, i dati ci dicono che in questo primo quarto di campionato, Lerda sta studiando, sul campo, tutta la sua rosa, cercando di far crescere il gruppo, puntando proprio sulla crescita dei singoli.

Ma torniamo alla partita contro la Turris.

Per domani tutti a disposizione del mister che, probabilmente, ritornerà al suo undici titolare a meno di defezioni dell’ultimo istante, visto che oggi si farà l’allenamento di rifinitura e si potrà capire meglio lo stato di forma dei singoli.

Pochi i dubbi di formazione per l’allenatore rossoblù a meno di tentazioni di inserire qualche sorpresa per sorprendere l’avversario. In difesa, quindi, tornerà Giron dal primo minuto a fare reparto con Calapai, Cuomo e Golemic; a centrocampo Petriccione si riprende il suo posto in cabina di regia, con Awua e Tribuzzi a fargli da partner di reparto; in attacco Gomez partirà dal primo minuto con Kargbo e Chiricò con il compito di inventare e spaccare le difese avversarie.

Giatur


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO