Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#TarantoCrotone | Qui Taranto: squadra sempre in emergenza, ma Capuano non molla

Michele Affidato- Banner News

#TarantoCrotone |Il Taranto esce dal Partenio-Lombardi di Avellino con le ossa rotte dopo il pesante 0-4 contro gli irpini ma deve rituffarsi velocemente nel clima campionato.

Allo Iacovone arriva il Crotone, secondo in classifica, che non vuole perdere contatto dalla corazzata Catanzaro e di certo, dall’altro lato dello Jonio, cercherà i tre punti. Una sfida quasi testa-coda, che ha sempre però il suo fascino. Ultima sfida nella stagione 2008/2009, anno della promozione in B dei calabresi di mister Moriero. La partita finì 1-0 per gli ospiti, con rete di Russo.

Quest’anno, tra le mura amiche il Taranto ha raccolto quasi tutto il suo bottino, 15 punti sui 16 in classifica, frutto di cinque vittorie e due sconfitte (Catanzaro e Gelbison) e, nonostante la pesante contestazione dei tifosi in atto, è riuscito a fare dello Iacovone un fortino nel quale costruire la salvezza. Nelle ultime cinque gare, però, il Taranto ne ha perse quattro (di cui tre in trasferta), vincendo soltanto contro il fanalino di coda Viterbese. Nonostante ciò, il Taranto ha quasi sempre mostrato un gioco propositivo, non lasciandosi mai travolgere dall’avversario durante la gara.

Contro l’Avellino il Taranto ha ritrovato gli squalificati Vannucchi, Ferrara e Labriola, ma l’infermeria è ancora piena. Ai lungodegenti Brandi, Provenzano (centrocampisti), Panattoni e Raicevic (attaccanti), si sono aggiunti l’esterno De Maria e la punta Infantino: difficile il rientro di queste ultime due pedine per mercoledì, ma lo si capirà soltanto all’atto delle convocazioni di Capuano.

Non ci sarà, inoltre, Antonio Romano, appiedato dal giudice sportivo per due giornate, così come lo stesso Capuano, espulso durante il match contro l’Avellino.
La squadra, nonostante le débâcle di Francavilla e Avellino, mostra comunque volontà, costruisce gioco, ma il limite degli uomini di mister Capuano è quello della mancanza di un attaccante di peso che sappia fare reparto e, soprattutto, metterla dentro. Il gol di un attaccante manca dall’ottava giornata e le soluzioni proposte dal tecnico jonico nelle ultime uscite non stanno portando i frutti sperati.

La squadra è giovane, con una età media tra le più basse del girone. Purtroppo la giovane età dei calciatori porta alla mancanza d’esperienza, come dichiarato anche dal tecnico rossoblù,

Con poco tempo a disposizione per poter preparare la squadra diversamente da quella vista ad Avellino, per mercoledì potrebbe essere confermato sia l’impianto del 3-5-2, che lo stesso undici iniziale, con Vannucchi tra i pali e il terzetto difensivo composto da Antonini, Manetta ed Evangelisti. Gli esterni di centrocampo dovrebbero essere

Mastromonaco a destra e capitan Ferrara a sinistra, mentre al centro dovrebbero operare Diaby, che sta migliorando la sua tenuta man mano che passano i giorni, Labriola e Mazza, che sostituirebbe lo squalificato Romano. In attacco occorrerà capire lo stato di forma di Tommasini, in ballottaggio con La Monica. Uno dei due affiancherà Guida, confermato titolare nonostante l’evidente calo di rendimento delle ultime giornate.

Probabile l’inserimento a gara in corso di Gaston Romano e Formiconi. Questa carenza porta inevitabilmente ad errori di immaturità e limitazione di valutazione a gara in corso.

Roberto Orlando – Direttore MondoRossoBlu.it


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO