Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#FoggiaCrotone | Qui Crotone: In trasferta a Foggia per continuare a vincere e a crescere

Michele Affidato- Banner News

Qui Crotone – Squadra che vince non si cambia, al limite si modifica leggermente… Questa legge del calcio è realmente universale e mister Lerda, un po’ per necessità, un po’ per convinzione, ha deciso di seguirla pedissequamente.
E’ chiaro che per quanto visto in campo in queste prime sette giornate, di tutto c’è bisogno tranne che di cambiamenti.
Il Crotone sta proseguendo il suo percorso di crescita.

L’analisi tecnica

La qualità della squadra non è in discussione, sin dalla prima gara i rossoblù hanno mostrato appieno il proprio potenziale, che è tanto, ma proprio tanto.
L’intensità di gioco procede di pari passo con la forma atletica dei singoli, più i singoli crescono dal punto di vista fisico, più la squadra corre e domina il gioco. Eppure, nonostante su sette partite il Crotone possa contare su sette risultati positivi e soli tre gol subiti, l’impressione che si ha guardando giocare i rossoblù è che questa squadra abbia ancora ampi margini di miglioramento.
Un ulteriore crescita che, probabilmente, è legata alle alternative a disposizione dell’allenatore.

In difesa, per esempio, Bove e Papini, quando sono stati chiamati in causa, hanno dimostrato di essere all’altezza del compito, senza far rimpiangere i titolari, cosa che, invece, non avviene sugli esterni, dove Calapai e Giron, in questa fase, sono notevolmente più avanti dei potenziali sostituti. Certo quando Mogos avrà riacquistato brillantezza e passo, le cose, evidentemente, non possono che migliorare.

Così come a centrocampo dove oggi, oltre ai tre titolarissimi, il solo Vitale ha dimostrato di avere già gamba e testa per fare il titolare. Carraro è in forte crescita, e quelle volte che ha potuto dare il proprio contributo si è visto e come, mentre Giannotti deve solo ritrovare la “convinzione” dell’anno scorso.

Anche in attacco, ad oggi, mister Lerda ha avuto poche alternative. Gomez e Chiricò stanno facendo gli straordinari, in attesa che Tumminello e Bernardotto trovino una forma fisica adeguata e, soprattutto, il ritmo partita (cosa difficile da fare durante il campionato). Il giovane Pannitteri sta trovando la sua dimensione, ha il piede, la corsa, la voglia e l’età per diventare importante, ma bisogna dargli il tempo per crescere senza dargli fretta e senza metterlo sotto pressione.

Se e quando mister Lerda avrà tutte queste frecce al suo arco, il Crotone potrà essere ancora più dominante di quanto non lo sia stato fino ad ora.

La partita

La partita di oggi a Foggia non sarà una passeggiata, nonostante la differenza di classifica.

I rossoneri hanno vitale bisogno di ritrovarsi e di fare quella prestazione che possa invertire la dinamica di questo campionato. E quale partita migliore in cui esaltarsi se non quella contro la capolista e l’avversaria di sempre?

Il Crotone, invece, deve solo rimanere concentrato, evitare qualsiasi superficialità e aumentare il cinismo sotto porta, sfruttando al meglio la grande mole di gioco che riesce a produrre.

Mister Lerda va verso la conferma del suo undici titolare, con Branduani in porta; Calapai, Cuomo, Golemic e Giron a formare la linea difensiva; Petriccione in cabina di regia con awua a proteggergli il fianco e Tribuzzi a fare da incursore con “licenza di uccidere”; in attacco Gomez sarà affiancato dal duo “corsa e fantasia” formato da Chiricò e Kargbo, con quest’ultimo che cerca il gol che manca dalla prima giornata di campionato (rete al messina al 47esimo).

Tutto come previsto, quindi, anche se mister Lerda potrebbe sorprendere noi e l’avversario con qualche novità.

Giatur


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO