Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

IN EVIDENZA

#RegginaCrotone | Aronica: «Il derby è sempre speciale, in palio tre punti pesanti per la salvezza»

Michele Affidato- Banner News

#RegginaCrotone | Dopo otto stagioni lo Stadio “Oreste Granillo” ospiterà il derby tra Reggina e Crotone, una sfida che ritornerà ad animare il rettangolo verde di Reggio Calabria. Una gara nella gara, in campo e sugli spalti, una sfida che in questo momento della stagione metterà in palio tre importantissimi punti salvezza.

A presentare questo match per ilRossoBluIt, avendo indossato da calciatore la maglia di entrambe le compagni, è l’ex difensore Salvatore Aronica. (Leggi Qui). Per lui quattro stagioni con la maglia del Crotone, cinque quelle vissute con la casacca degli amaranto.

«Sarà sicuramente si tratterà di un derby importante, uno spartiacque della stagione. Sicuramente chi dovesse vincere oltre ai tre punti guadagnerà molto in termini di convinzione e autostima per affrontare al meglio il resto della stagione mentre, in senso opposto, chi dovesse perdere dovrà fare i conti con un nuovo passo a vuoto pesante. Sia il Crotone che la Reggina, purtroppo, stanno affrontando un torneo difficile anche se il Crotone arriverà a questa gara forte di un periodo positivo con quattro risultati utili. Gli amaranto, invece, sono reduci da diversi k.o. e da cambi di allenatore, quindi ci saranno delle incognite».

Una gara che si preannuncia combattuta, non solo per la rivalità tra le piazze ma anche per la posta in palio.

«Sarà una gara tattica, con in palio tre punti importanti per la salvezza. A deciderla potranno essere gli episodi».

Aronica con la maglia del Crotone in un derby

Dopo diverse stagioni il Crotone arriverà a questa gara potendola affrontare a viso aperto, senza l’alone di sfavorita che caratterizzava i rossoblù nelle sfide del recente passato.

«Sicuramente il Crotone arriverà a questa gara potendola giocare a viso aperto. Rispetto ai derby degli anni 2000 il Crotone ha saputo crescere e attestarsi, arrivando anche in Serie A. Il suo blasone è accresciuto, mentre la Reggina nelle ultime stagioni è dovuta ripartire. La famiglia Vrenna prima, ora con Gianni, ha saputo dare lustro alla piazza, a Reggio Calabria c’è una proprietà nuova che ha grandi ambizioni. Sarà una gara aperta ad ogni genere di risultato».

Da ex calciatore, avendo giocato con entrambe le formazioni e diversi derby, come si arriva mentalmente a questa gara?

«Si tratta di una gara che si prepara già da inizio settimana, si affronta in modo diverso. A partecipare sono diverse componenti che caricano l’ambiente, dalla squadra alla società passando per la stampa e i tifosi. Sicuramente la grinta e le motivazioni non mancheranno. Il derby non è una gara come tante altre».

Un match che metterà a confronto due tecnici giovani come Stellone (44 anni) e Modesto (39 anni).

«Il Crotone arriva con un fattore psicologico positivo forte di alcuni risultati utili. Sono due tecnici che conosco, Modesto è stato anche mio compagno di squadra. Stellone lo conosco invece avendolo affrontato come avversari. Sono due allenatori giovani con idee innovative, la gara potrà regalare spettacolo e mi auguro che vinca il migliore nutrendo affetto per entrambe le società».

L.V.

 

 


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN IN EVIDENZA