Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#CrotoneCagliari 0-2 I Per il Crotone, il cuore non basta, ed è notte profonda

Foto: Andrea Rosito
Michele Affidato- Banner News

Partita da ultima spiaggia per il Crotone che oggi ospita il Cagliari, diretto concorrente per la salvezza.
I rossoblu puntano alla vittoria e mister Stroppa schiera il suo Crotone in forma inedita con Messias e Ounas a supporto di Di Carmine, difesa a tre e mediana a quattro con Rispoli a destra e Pereira a sinistra, Molina e Vulic a fare da diga centrale. Turno di riposo per Reca che resta in panchina.
Nel Cagliari esordio stagionale per mister Semplici che in settimana ha assunto la guida dei sardi al posto di Di Francesco.
Al terzo minuto Crotone vicino al gol: palla di Vulic per Ounas, il 7 rossoblu punta l’avversario e poi allarga per Rispoli sul cui cross rasoterra Di Carmine arriva con un attimo di ritardo. Sull’azione brutto intervento di Ceppitelli su Vulic, giallo per il sardo e soccorsi per il rossoblu.
Passano due minuti e il Crotone va di nuovo vicino al gol. Golemic lancia Messias che si trova solo davanti a Cragno, ma il tiro del brasiliano finisce altissimo.
Buono l’inizio dei rossoblu che nei primi cinque minuti mettono sotto i sardi sfiorando per due volte il vantaggio.
Cambio di fronte ed è il Cagliari ad essere pericoloso con Nainggolan che liscia in area un bel traversone di Nandez, la palla finisce a Lykogiannis che prova il diagonale ma la palla viene deviata in angolo.
Al decimo, Ounas si invola e costringe Rugani a buttarlo giù al limite dell’area.
Dopo dieci minuti sono tre le palle gol del Crotone e due i difensori ammoniti del Cagliari.
Al 19esimo Vulic si ferma per il colpo preso in precedenza, al suo posto Stroppa inserisce Zanellato.
Passa un minuto e il Crotone è di nuovo pericoloso, Ounas parte a Rugani che lo trattiene ma senza riuscire a fermarlo palla per Di Carmine che tenta di servire di prima Messias solo in area, sulla palla arriva Godin che devia il cross mettendo in difficoltà Cragno costretto a tuffarsi per evitare l’autogol.
La partita diventa spigolosa e i falli si susseguono da una parte e dall’altra, spezzettando il gioco.
Al 34esimo Ounas inventa per Pereira con un filtrante che costringe Cragno all’uscita per anticipare il laterale rossoblu.
Passano tre minuti e in uno scontro tra Molina e Godin, il centrocampista rossoblu ha la peggio. Deve entrare la barella per portare il rossoblu fuori dal campo. Stroppa costretto ad un’altra sostituzione inserendo Eduardo.
Crotone sfortunato non solo nelle occasioni ma anche con gli infortuni.
Al 42esimo altro brutto scontro con Di Carmine che resta a terra dolorante. Nuovo intervento dei sanitari che questa volta riescono a mettere in piedi l’attaccante rossoblu.
Passa un minuto e questa volta è Ounas che rimane a terra dopo l’ennesimo scontro di gioco.
Il signor Fabbri assegna quattro minuti di recupero, durante i quali le due squadre ci provano prima il Crotone con Ounas che dopo un bello scambio con Eduardo tira alto, e poi il Cagliari con Duncan il cui tiro finisce ampiamente a lato.
Finisce così il primo tempo con il Crotone che ha molto da recriminare con la fortuna, ma che può essere soddisfatto della prestazione.
Mister Stroppa ora dovrà dare un po’ di ordine alla squadra che ha perso, nei primi 45 minuti, i due centrocampisti centrali entrambi per infortunio. Sostituzioni che potrebbero pesare alla fine, con Stroppa che avrà meno possibilità di cambiare gli uomini nella ripresa.
Il secondo tempo comincia senza novità nelle due squadre.
Il Crotone preme e conquista due calci d’angolo in un minuto ma senza riuscire a sfruttare l’occasione.
Il Crotone preme e chiude il Cagliari nella propria trequarti, ma i pitagorici non riescono a trovare quell’ultimo tocco necessario per andare in rete.
Al 56esimo, nel momento migliore del Crotone, il Cagliari passa in vantaggio, Lykogiannis mette la palla da sinistra, Pavoletti sale in cielo e insacca di testa all’angolino basso dove Cordaz non può arrivare.
Passa un minuto e Nandez entra in area, prova il tiro, Cordaz respinge, la palla va a Pavoletti su cui interviene Magallan in modo falloso. Fabbri assegna il rigore, sul dischetto si presenta Joao Pedro che insacca.
Doppio vantaggio per i sardi, decisamente immeritato se si pensa che fino al primo gol i sardi non avevano mai tirato in porta, ma pesantissimo per il Crotone che ora dovrà ritrovare il bandolo della matassa per cercare di ribaltare la partita.
Stroppa ci prova e inserisce Reca e Simy al posto di Rispoli e Simy per Di Carmine.
Partita maledetta per il Crotone, al 67esimo Ounas ci prova con un bel diagonale a giro ma la palla si ferma sul palo.
Al 75esimo Lykogiannis si prende il secondo giallo e lascia il Cagliari in dieci. Semplici inserisce Asamoha per Joao Pedro per dare più equilibrio alla squadra.
Il Crotone perde la bussola e non riesce più ad fare gioco mentre il Cagliari, più stretto, riesce a gestire la palla con più ordine.
Cominciano gli ultimi cinque minuti e il Crotone prova a premere e a chiudere il Cagliari, ma i sardi si difendono con ordine e tengono la palla lontana grazie al dinamismo di Simeone.
Al 90esimo, punizione dal limite per il Crotone, sulla palla Pereira che mette la palla sopra la barriera ma Cragno ci arriva e sventa il pericolo.
Fabbri assegna tre minuti di recupero, in cui non succede assolutamente nulla.
Sesta sconfitta consecutiva per il Crotone ed ora è notte fonda.
I rossoblu non hanno giocato male ma le solite ingenuità e un po’ di sfortuna li hanno condannato all’ennesima sconfitta, forse quella decisiva in quella che poteva e doveva essere la partita per rilanciare le ambizioni di salvezza della squadra.
Ora non ci sarà nemmeno il tempo di riflettere perchè mercoledì si riaccende in campo a Bergamo contro l’Atalanta.
Giatur

Tabellino:
Crotone (3-4-2-1):
Cordaz Magallan, Golemic, Luperto, Rispoli (Reca 65′), Molina (Eduardo 42′), Vulic (Zanellato 19′), Pereira, Messias, Ounas, Di Carmine (Simy 65′).
All. Giovanni Stroppa

Cagliari (3-5-2):
Cragno, Ceppitelli, Godin, Rugani, Nandez, Marin, Nainggolan, Duncan (Deiola 65′), Lykogiannis, Joao Pedro (Asamoha 76′), Pavoletti (Simeone 65′).
All. Leonardo Semplici

Ammoniti: Ceppitelli (Cg) 3′, Lykogiannis (Cg) 10′; Di Carmine (Cr) 37′; Ruganio (Cg) 47′; Lykogiannis (Cg) 75′;
Espulsi: Lykogiannis (Cg) 75′.
Marcatori: Pavoletti (Cg) 56′; Joao Pedro (Cg) 59′.


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO