Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NOTIZIE ROSSOBLU

Serie C | Ritornano le grandi sfide: dal Catanzaro all’Avellino, passando per Foggia e Juve Stabia

Michele Affidato- Banner News

Serie C | Una stagione per ricostruire, un torneo che necessiterà di massimo impegno e dedizione da parte di tutte le componenti. Il Crotone ripartirà dalla Serie C, girone C, ma vi farà ritorno dopo 13 annate vissute tra Serie B e Serie A.

Tra vecchie conoscenze e novità, il girone degli squali si preannuncia difficile ed incerto. La mancanza di abitudine dei rossoblù in competizione di questo livello sarà inoltre la variabile che, questa volta, non potrà essere sottovalutata. Per questo motivo la dirigenza rossoblù dovrà lavorare con un’ampia programmazione. Non solo tecnico e rosa della squadra, anche il calore dei tifosi potrebbe dimostrarsi fondamentale.

La presenza di squadre del Centro-Sud permetterà di rivivere match emozionanti e soprattutto arricchiti da grande rivalità. Tra le formazioni che riporteranno parte alla competizione ci sarà il Catanzaro, formazione che per anni ha rivaleggiato con il Crotone. Tante le sfide nella mente e nei cuori dei tifosi, due di queste riportano alla stagione di Serie C 2003-2004, quando gli squali penserò per 3-2 al “Ceravolo,” e pareggiarono 1-1 allo “Scida”. Due gare importanti per la testa della classifica con i rossoblù secondi (vincenti nei Play-Off) e i giallorossi primi, testa a testa concluso all’ultima giornata.

Contro l’Avellino una sfida rimasta nell’immaginario è quella svolta nel torneo di Serie C 2002-2003 con gli Irpini vincenti per 0-1 in Calabria. Una gara senza particolari obiettivi per il Crotone, vitale per i biancoverti nel testa a testa con il Pescara. La peculiarità della gara è la presenza di un vero e proprio esodo di tifosi campani, con l’Ezio Scida che si tinge quasi interamente con i colori sociali dell’Avellino. Contro il Foggia tante sfide, anche in cadetteria nelle ultime annate. Una però è rimasta impressa: quella del torneo 2003-2004, gara svolta allo “Zaccheria”.

La sfida, più che per il 2-2 finale maturato sul rettangono verde viene ricordata per gli scontri tra le tifoserie svolte fuori dallo stadio, un quella che divenne negli anni una vera e propria acerrima rivalità. Era il Foggia di colui che nell’ultima stagione per un breve periodo ha guidato il Crotone, il tecnico Pasquale Marino. Con la Juve Stabia le gare hanno vissuto di altrettanta rivalità, sopratutto tra le tifoserie, una rivalità che tra quelle già citate è forse quella più “fresca”, complice le sfide svolte tra squali e vespe negli ultimi anni anche nel torneo di Serie B. Gli ultimi due precedenti tra Juve Stabia e Crotone risalgono al torneo di Serie B, 2019-2020: Nella gara d’andata a vincere è stata la Juve Stabia, con una clamorosa rimonta per 3-2.

Il match di ritorno dell’Ezio Scida non ha invece avuto storia con una vittoria netta dei rossoblù per 2-0. Da segnalare, anche se con tono minore, la presenza del Taranto, squadra contro la quale il Crotone guidato dal tecnico Paolo Indiani venne eliminato dai Play-Off di Serie C nel torneo 2007-2008. La gara di ritorno in puglia sorrise ai padroni di casa per 2-0. Le reti? Siglate da Aniello Cutolo e Antonio Zito che poi sarebbero diventati calciatori rossoblù.

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Trony Laterale – Scad. 20/07/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN NOTIZIE ROSSOBLU