Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#MilanCrotone 4-0 I Il Milan passeggia sull’inconsistenza del Crotone

Michele Affidato- Banner News

Una domenica pomeriggio come i vecchi tempi, dopo le tradizionali “vrasciole” a pranzo, pomeriggio dedicato al calcio e alla Serie A.
Il Crotone è impegnato nel difficile scontro contro la capolista Milan. San Siro, deserto, accoglie l’ultima in classifica con i rossoneri che vogliono vincere per riprendersi il primo posto, dopo il momentaneo sorpasso dell’Inter.
I rossoblu hanno bisogno di fare l’impresa per rilanciare le proprie ambizioni di salvezza, ma contro questo Milan più che impresa bisogna parlare di “mission impossible”.
Mister Stroppa, che deve fare a meno dello squalificato Messias, cambia ancora ma non nel modulo ma, come sempre, negli uomini e soprattutto nel reparto difensivo.
21esima giornata, 21esima difesa. Per contrastare Ibra, l’allenatore rossoblu sceglie Djidji, Luperto e Golemic come regista centrale.
A centrocampo Vulic e Benali saranno gli uomini gioco con l’ex Zanellato in cabina di regia. Durante il riscaldamento si ferma Reca, inserito tra i titolari, e quindi Stroppa rilancia Pereira, inizialmente messo in panchina perchè non al meglio e lo dirotta a sinistra, con Rispoli a destra.
In attacco esordio di Oumas affiancato a Di Carmine, panchina, invece, per Simy e Riviere.
Pioli schiera il suo Milan a trazione anteriore con Saelemaekers, Leao e Rebic a supporto di Ibrahimovic.
La partita comincia così come prevedibile con il Milan che fa la partita e il Crotone, raccolto dietro, che prova a sorprendere i rossoneri con veloci ripartenze.
Al terzo Ounas mette in mostra le proprie caratteristiche: velocità e prontezza al tiro, ma la conclusione di sinistro da fuori area termina fuori.
Al quinto il Milan va in rete, con Calabria, con un’azione meravigliosa che è stata viziata da un fuorigioco di Ibra Cher non sfugge alla terna arbitrale.
Il Crotone ci prova e all’ottavo Ounas inventa in area con un bel dribbling con palla ferma ma la conclusione viene deviata e finisce di poco alta.
Passa un minuto e Ounas sfugge sulla destra a Kessie e poggia su Rispoli il cui cross trova Di Carmine solo in area ma il colpo di testa è di poco a lato.
Cambio di fronte ed Hernandez con una sgroppata di sessanta metri arriva in area rossoblu e poggia su Leao il cui tiro a colpo sicuro viene respinto da Golemic in angolo.
La partita è piacevole con il Crotone che se la gioca a testa alta.
Al 16esimo Cordaz salva su Calabria anche se l’azione è viziata da un fallo di Rebic su Djidji non visto dall’arbitro.
Al 25esimo Milan ancora vicino al gol. Rebic si invola sulla sinistra arriva in area e poggia su Saelemaekers, ma Leao anticipa il compagno mettendo la palla fuori.
Al 30esimo il Milan passa in vantaggio. Ibra scambia con Leao e si presenta solo davanti a Cordaz mettendo la palla dove il portiere rossoblu non può arrivare.
Sul gol grande errore di Djidji che non segue il suo uomo e consente a Ibra di realizzare il suo 500esimo gol in carriera.
Passano 4 minuti e il Milan è di nuovo pericoloso, è di nuovo Djidji a sbagliare e a consentire a Herandez di entrare pericolosamente in area dove però Golemic riesce a chiudere.
Pairetto non dà recupero e al 45esimo manda le squadre negli spogliatoi.
Finisce così il primo tempo con il Milan in vantaggio di un gol ed il Crotone che non ha sfigurato. L’impressione è che il Milan stia giocando sottotono cosa di cui i rossoblu potrebbero approfittare. Buono l’esordio di Ounas che nel primo tempo ha messo in mostra una bella gamba e una buona personalità.
Stroppa nell’intervallo dovrà pensare a cosa fare per rientrare in campo con un Crotone più incisivo e pericoloso.
La ripresa comincia con una novità tra le file del Milan: Pioli inserisce Castillejo al posto di Saelemaekers.
I primi minuti del secondo tempo sono un po’ confusi, le due squadre fanno troppo errori negli appoggi e ne esce una partita brutta.
Al 61esimo Cordaz tiene il Crotone in piedi. Classico errore in uscita del Crotone, palla a Leao che libera Rebic, palla di ritorno per il fantasista rossonero che tira a colpo sicuro ma Cordaz si allunga e devia in angolo. Porta salvata e Crotone ancora in partita.
Ma l’illusione di potersela giocare dura poco.
Giusto il tempo di fare il cambio di Ounas e il Milan raddoppia. Herandez passeggia nel lato destro della difesa rossoblu e poggia a Ibrahimovic che, solo e a porta libera insacca senza problemi.
Al 69esimo il Milan chiude la partita. Calcio d’angolo di Calhanoglu palla per Rebic, colpevolmente lasciato solo nell’area piccola, che di testa insacca senza problemi.
Diventa un tiro a segno.
Passa infatti soltanto un minuto e Rebic cala il poker, dopo una prima respinta di Cordaz su tiro di Ibra.
Il Crotone dopo il secondo gol è scomparso dal campo ed il Milan dimostra tutto il valore della capolista. Tre gol in sei minuti per chiudere la pratica Crotone.
Piove sul bagnato, al 72esimo Benali si ferma e viene sostituito da Eduardo.
La partita si spegne anche a causa della classica girandola di sostituzioni.
All’86esimo Cordaz salva l’ennesimo gol. Cross di Calhanoglu, Golemic guarda Mandzukic che colpisce di testa, palla deviata da luperto sottoporta e Cordaz chiamato al miracolo.
Nessun recupero per questa partita che è di fatto terminata già da venti minuti.
La gara termina così con il Crotone che incassa l’ennesima goleada e torna a casa sempre più ultima e sempre più depressa.
Il primo tempo dei rossoblu è stato buono ma la sensazione è che il Milan abbia passeggiato. Come infatti, i rossoneri hanno alzato il ritmo sono arrivati i gol e sono rispuntati i soliti errori della difesa rossoblu.
Solo per la statistica, con i quattro gol di oggi sono ben 21 i gol subiti nelle sette partite del 2021, evidentemente troppi per una squadra che vuole salvarsi.

Il Crotone fa lo stesso errore fatto con il Genoa. Al di là degli errori in campo, non è possibile che sotto di due gol la squadra si deprima e non trovi una scintilla per reagire, quasi come se si fosse già arresa.

Ora bisogna pensare a Sassuolo che, domenica prossima sarà ospite allo Scida.
Giatur

Tabellino:
Milan (4-2-3-1). Donnarumma, Calabria, Romagnoli, Tomori, Hernandez, Kessie, Meite, Saelemaekers (Castillejo 46′), Leao (Calhanoglu 62′), Rebic (Hauge 76′), Ibrahimovic (Mandzukic 76′).
All. Stefano Pioli

Crotone (3-5-2): Cordaz, Djidji, Golemic, Luperto, Pereira, Benali (Eduardo 72′), Zanellato, Vulic (Petriccione 78′), Rispoli, Ounas (Riviere 64′), Di Carmine (Simy 78′).
All. Giovanni Stroppa

Ammoniti: Saelemaekers (M) 36′; Rispoli 73′; Romagnoli (M) 80′; Calabria (M) 87.
Marcatori: Ibrahimovic (M) 30′; Ibrahimovic (M) 64′; Rebic (M) 69′; Rebic (M) 70′.

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 24/08/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN CAMPIONATO