Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#CrotoneComo | Modesto: «C’è l’emozione dell’esordio, in campo andrà un Crotone motivato»

Foto: FcCrotone.It
Michele Affidato- Banner News

#CrotoneComo | Esordio stagionale per il Crotone di Francesco Modesto che, per la prima volta in carriera, guiderà una squadra da allenatore in cadetteria. Il tecnico crotonese, ritornato nella sua città per dare vita ad un ciclo vincente, ha presentato in conferenza stampa la prima gara del torneo 2021-2022 che vedrà gli squali ospitare all’Ezio Scida il Como.

«Sarà la prima gara che giocheremo contro una squadra neopromossa. Loro avranno sicuramente tanti stimoli ed entrambe le squadre vorranno fare sicuramente bene, come del resto tutte le squadre alle prime giornate. Si giocherà per fare punti già da subito, sarà una gara molto impegnativa. L’emozione? Essendo la prima gara di campionato sicuramente ci sarà anche da parte mia ma appena l’arbitro fischierà l’inizio penserò solamente alla gara. L’emozione è forte, è bello stare a casa e allenare. La responsabilità è altissima e spero di potere mandare in campo giocatori che avranno il piglio giusto».

Una gara positiva quella contro il Brescia che oltre al passaggio del turno ha mostrato una squadra già ben messa.

«In Coppa Italia si è visto un buon atteggiamento, abbiamo finito comunque la gara con diversi uomini fuori ruolo dove la voglia di fare e l’attenzione hanno fatto la differenza. C’è da fare amalgamare i calciatori arrivati da poco, dovremo cercare di portare tutti ad un livello migliore sia sul lato fisico che sull’affiatamento tra compagni. Bisognerà intraprendere un campionato all’altezza, ci vorrà del tempo e vedremo se ci darà ragione. Per me la stagione è già iniziata, contro il Como sarà una gara importante. Dovremo avere la voglia e le motivazioni giuste per fare risultato e vedremo a fine gara cosa avremo raccolto».

Sulla formazione che scenderà in campo l’allenatore non si sbilancia anche se dovrà puntare su una difesa ridotta ai minimi termini.

«Sicuramente in difesa non ci saranno dubbi, abbiamo tre calciatori e quelli giocheranno. In caso di emergenza potremo valutare di adattare qualcuno. La formazione piano piano verrà fuori, anche se i calciatori hanno ancora bisogno di lavorare. Sono sereno e sono consapevole che chi farà parte dall’inizio e chi subentrerà darà il massimo».

Il Crotone visto in Coppa Italia ha dimostrato di sapere giocare ma anche si sapere soffrire.

«Se ci sarà da fare gioco lo faremo ma anche se ci sarà da soffrire lo faremo tutti insieme giocando di squadra. A me piace molto di più quando abbiamo il pallino del gioco riuscendo ad attaccare ed essere aggressivi, è quello il calcio che mi da più vantaggi. Ci sono però anche gli avversari e possono metterti in difficoltà. E’ giusto che la squadra in determinati momenti debba avere la percezione di soffrire anche per gestire al meglio la gara».

L’allenatore confida nel ritorno dei tifosi allo stadio, in gran numero.

«Io mi aspetto che tramite le prestazioni, tramite l’atteggiamento, si potrà riconquistare l’amore dei tifosi che non è mai mancato. Sogno di vedere la Curva Sud piena, l’ho vissuto da calciatore e alcuni dei ragazzi in rosa hanno avuto modo di vederlo e sicuramente non può che fare piacere, sarà un vantaggio perchè quando ti spingono li senti. Speriamo di vedere quanti più tifosi possibile sugli spalti».

Alcune lacune emerse nelle prime uscite vedranno il tecnico lavorare in queste settimane nella risoluzione.

«Dovremo migliorate tanto, durante gli allenamenti e durante le gare. Penso che i giocatori quando si vanno a rivedere dopo le gare cercano di capire come limare gli errori commessi. Anche le altre squadre hanno però calciatori con qualità importanti e questo non va dimenticato. Si deve migliorare su alcuni aspetti, nella fase difensiva, nella fase di pressione, bisogna avere qualità di passaggio negli ultimi metri. Pian piano, con il tempo, penso che riusciremo sicuramente a migliorare».

Una filosofia offensiva impressa rapidamente alla squadra, con il mercato ancora aperto e che potrebbe contribuire al lavoro svolto dal tecnico.

«Lo scorso anno alla Pro Vercelli siamo partiti da una squadra quasi pronta con qualche innesto arrivato sin da subito. Abbiamo fatto poche amichevoli lavorando al meglio. Ora con tutte le problematiche legate al mercato e ad altri motivi sono rimasti pochi calciatori. Abbiamo lavorato, non do percentuali, la squadra c’è e sa quello che chiedo quando abbiamo o meno la palla. Si gioca in 11, su quel punto di vista ci siamo. Poi pian piano si potrà migliorare tutti».

 

 

L.V.

 

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Io bimbo – Laterale/Smartphone

Trony Laterale – Scad. 19/10/2021
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN CAMPIONATO