Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#CittadellaCrotone 4-2 | I rossoblù cominciano bene ma crollano sotto i colpi dei granata

Foto: FcCrotone.It
Michele Affidato- Banner News

#CittadellaCrotone 4-2 | Prima trasferta stagionale per il Crotone di mister Modesto. L’allenatore rossoblu, sorprende un po’ tutti e cambia tre giocatori rispetto la partita pareggiata in casa contro il Como, domenica scorsa.

Solo la difesa viene confermata in toto con Visentin, Mondonico e Nedelcearu. A centrocampo, Zanellato va in panchina e Benali arretra accanto a Vulic. Molina si sposta a destra, sulla sinistra esordio di Sala. In attacco accanto a Mulattieri, Modesto sceglie i due giovanissimi Borello (all’esordio) e Kargbo.

Evidentemente mister Modesto ha preferito optare per la velocità rinunciano a potenza e centimetri con Mogos, Zanellato e Maric tutti in panchina, insieme ai nuovi arrivati: Paz, Donsah e Canestrelli.

L’allenatore veneto risponde con la sua formazione con l’unica novità a centrocampo dove Branca viene preferito a Gargiulo.

Arbitra l’incontro il signor Zufferli, alla sua prima volta con entrambe le squadre.

Al terzo minuto prima occasione per il Crotone con Benali che pennella un cross sul secondo palo dove arriva Kargbo di testa ma la palla termina senza problemi  tra le braccia di Kastrati.

Il Crotone prende subito il comando del gioco e chiude il Cittadella nella propria trequarti. I rossoblu hanno messo in campo sin dal primo minuto, intensità e qualità, con i veneti costretti a chiudersi e a tentare qualche ripartenza.

All’undicesimo seconda occasione per il Crotone e seconda occasione, sempre di testa per Kargbo, con l’attaccante rossoblu che tenta di sfruttare un bel cross di Borello, ma la palla finisce alta di pochissimo.

Alla prima occasione, dopo 18 minuti di sofferenza il Cittadella passa in vantaggio. Borello perde palla sua trequarti con il Crotone tutto avanti, palla in profondità per Okwonkwo che si trova davanti a Festa ed insacca.

Crotone frastornato che rischia di andare ancora sotto per un altro errore che porta Antonucci davanti a Festa ma il tiro dell’attaccante granata viene respinto da Festa. Rossoblu colpiti nello spirito dal gol, e come se la rete subita avesse messo in crisi la squadra di Modesto che è stata padrone del campo per 19 minuto con dominio assoluto.

Al 27esimo il Crotone prova a scuotersi, Mondonico lancia da 60 metri Kargbo, controllo perfetto e palla per Borello che perde il tempo e sciupa l’occasione.

Un minuto dopo il Crotone pareggia. Calcio d’angolo battuto da Borello, Nedelcearu prende posizione in area e senza nemmeno saltare insacca di testa.

Una partita strana che vede le squadre andare in rete quando l’avversario domina il campo.

La partita diventa più equilibrata, anche perchè il Crotone non trova più quel predominio avuto nei primi venti munti, anzi comincia a soffrire il pressing avversario, perdendo qualità nei passaggi e fluidità di manovra.

La partita va avanti a strappi con il Cittadella che riesce ad arrivare più volte in area e a concludere verso Festa ma senza ma impensierire il portiere rossoblu.

Il primo tempo finisce così con le squadre che vanno negli spogliatoi sul risultato di uno a uno.

La partita è bella e divertente anche se mancano le occasioni da gol.

Il Crotone ha cominciato benissimo dominando la partita fino al gol subito, dopo essere andati in svantaggio i rossoblu hanno perso fiducia mentre il Cittadella ha preso campo e cominciato a fare gioco. Per fortuna il gol di Nedelcearu ha rimesso le cose a posto. Buona la catena di sinistra con Kargbo e Sala che hanno più volte messo in crisi gli avversari, meno funzionale quella di destra dove Molina sembra meno lucido del solito e Borello è apparso, più volte, un pesce fuor d’acqua.

Tocca a mister Modesto, nella pausa, trovare i giusti accorgimenti per riprendere la gara in mano e portare a casa i tre punti che, dopo i primi 45 minuti, sembrano alla portata del Crotone.

Nessuna novità nelle due squadre e secondo tempo che comincia.

Il Crotone comincia forte sfruttando al meglio la fascia sinistra. Al 48esimo bello scambio tra Kargbo e Sala, con l’azione che termina in aria quando Sala invece di accentrarsi e provare il destro va sul suo piede forte sprecando, però, l’occasione.

La partita attraversa un momento di stanca, e mister Gorini ci prova e inserisce Mattioli e Pavan, cercando di dare più brio alla propria squadra.

Al 63esimo Cittadella ancora avanti. Visentin perde palla a centrocampo e Baldini dopo una corsa di 40 metri si presenta davanti a Festa e lo batte sul secondo palo.

Palla al centro, il Crotone perde palla, Okwonkwo entra in area e trova il rigore d’esperienza su Mondonico. Sul dischetto si presenta Baldini che insacca all’angolo opposto, con Festa che intuisce ma non riesce ad arrivare.

I due gol di svantaggio scuotono Modesto che inserisce Mogos e Maric per cercare di recuperare una partita che i rossoblu hanno gestito per lunghi tratti.

Cambi fatti e partita riaperta dal solito Mulattieri che sfrutta al meglio un bel filtrante di Benali, controllo tiro e gol.

Partita pazzesca che il Crotone è riuscito a riaprire.

Al 73esimo, Festa salva due volte la sua squadra, prima su Baldini e poi su Okwonkwo. Sul corner successivo, Adorni inventa una traiettoria che inganna tutti compreso Festa e riporta il Cittadella con due gol di vantaggio.

All’83esimo dubbio in area granata con Kargbo checade in area trattenuto ma l’arbitro lasvcia andare, oggettivamente non c’era molta differenza con il rigore assegnato al Cittadella.

L’arbitro assegna tre minuti di recupero in cui non succede proprio nulla.

Crotone sconfitto e senza neanche tanto rammarico. Nonostante la superiorità in ampie parti della gara i rossoblu non sono riusciti a capitalizzare il possesso palla, al di là dei due gol e delle prime due occasioni di Kargbo, i rossoblu non sono mai riusciti ad essere pericolosi.

Solite amnesie difensive hanno reso vano lo sforzo di gioco fatto dagli uomini di Modesto. Così come contro il Como, domenica scorsa, Visentin regala di nuovo la rete agli avversari e questa volta non c’è l’alibi del cartellino giallo.

Oggettivamente Crotone sfortunato, ma con segnali preoccupanti, visti i cali di attenzione e concentrazione dopo i gol subiti, sia nel primo tempo che nel secondo.

La pausa per la nazionale arriva al punto giusto, così Modesto potrà inserire i nuovi arrivati, soprattutto Paz, necessario se non vitale per la linea difensiva rossoblu. Forse occorre qualcosa in avanti, perchè Borello, insieme a Visentin è la nota più stonata della giornata.

Giatur

 

Tabellino

CITTADELLA 4-3-1-2:

Kastrati, Cassandro (Pavan 57′), Adorni, Frare, Benedetti,  Vita, Danzi (Mattioli 57′), Branca, Baldini, Antonucci (Tavernelli 69′), Okwonkwo (Tounkara 76′).

All. Gorini

CROTONE 3 -4 2-1:

Festa, Visentin (Canestrelli 76′), Mondonico, Nedelcearu, Molina, Vulic (Dunsah 85′), Benali, Sala (Mogos 67′), Borello (Maric 67′), Kargbo, Mulattieri.

All. Modesto

Ammoniti: Cassandro (Ci) 15′; Borello (C9) 17′; Vulic (C) 51′;

Espulsi:

Marcatori: Okwonkwo (Ci) 19′; Nedelcearu (C) 29′; Baldini (Ci) 63′; Baldini (Ci) 66′; Mulattieri (C) 68′; Adorni (Ci) 73′;

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Io bimbo – Laterale/Smartphone

Trony Laterale – Scad. 19/10/2021
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN CAMPIONATO