Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

Ven – Kro 1-4 | Lo Squalo sguazza in laguna

Il Crotone domina il Venezia e conquista tre punti fondamentali per la salvezza
Michele Affidato- Banner News

Al Pier Luigi Penzo va in onda la sfida salvezza tra Venezia e Crotone. I padroni di casa tentano il sorpasso mancato la scorsa giornata quando il Crotone ha riposato e il Venezia ha perso ad Ascoli.Tra le due formazioni c’è un solo punto di distacco, e dietro il Venezia, Livorno, che ospita il Palermo, e Foggia, in trasferta a Cremona, inseguono a due lunghezze. Il discorso salvezza o retrocessione è totalmente aperto e in queste ultime quattro partite potrebbe succedere di tutto.
Mister Stroppa inserisce Marchizza al posto dell’infortunato Spolli, Zanellato al posto di Rohden e una novità sulla fascia sinistra: Firenze e Milic si accomodano in panchina e al loro posto, invece di Tripaldelli, l’allenatore rossoblu sceglie Molina, schierato per la prima volta nel ruolo di esterno sinistro. Un esperimento alla quart’ultima partita di campionato lascia un po’ sorpresi, ma alla fine il campo darà o meno ragione al mister.
La partita comincia con un Venezia molto aggressivo e con il Crotone che cerca, invece, di imporre il suo solito gioco ragionato.

Dopo i primi dieci minuti, il Crotone prende campo e aumenta la qualità delle sue giocate e la difesa veneta comincia ad andare in difficoltà, anche se vere palle gol non se ne vedono.
Al 15esimo, bel contropiede dei lagunari che portano Lombradi davanti a Cordaz che di piede mette in angolo. Sul corner l’arbitro Giua assegna un rigore al Venezia che Domizzi riesce a trasformare spiazzando Cordaz.

Il gol dei neroverdi arriva nel momento in cui il Crotone aveva preso in mano la partita. Ora bisognerà vedere la reazione che la squadra di Stroppa metterà in campo.
Reazione che arriva immediatamente e al 22esimo Barberis pareggia con un bel tiro a giro da fuori area.
Il gol galvanizza il Crotone e impaurisce il Venezia che non riesce a mettere più la testa fuori dalla propria metà campo. I rossoblu accarezzano la palla e con una serie di triangoli e di sovrapposizioni riescono a mettere in difficoltà l’avversario anche se manca sempre la zampata finale.

Al 37esimo il Venezia riesce ad affacciarsi nell’area rossoblu con Boccalon che di testa sfiora di poco il gol.
Al 45esimo bello scambio traSampirisi e Benali, il triangolo non si chiude per un intervento falloso di Zampano. Punizione dal limite su cui va Marchizza il cui tiro si perde sulla barriera.
Ultima azione del primo tempo.

Il secondo tempo comincia con gli stessi ventidue in campo. Il Crotone riparte così come aveva finito la prima fase di gioco e dopo tre minuti passa in vantaggio con Benali che raccoglie un bel cross di Molina che dopo una serpentina è riuscito ad entrare in area e a mettere un bel traversone rasoterra che il numero 10 rossoblu non ha avuto difficoltà a mettere in porta.
Il Venezia si butta subito in avanti e batte due calci d’angolo in un minuto ma senza esito.

Al 52esimo Simy lavora una bella palla in area, il tiro cross del nigeriano viene controllato in due tempi da Vicario.
Un minuto dopo Cosmi fa la sua prima mossa inserendo Besea al posto di un deludente Pinato.
Al 55esimo Simy prende palla a metà campo e la porta fino al limite dell’area, palla a Benali che di prima trova Zanellato al limite che inventa un magnifico tiro che termina all’incrocio dei pali. Crotone tre Venezia uno. Gol meraviglioso di Zanellato.
Cosmi inserisce Vrioni al posto di Rossi.

Al 61esimo Stroppa inserisce in campo Rohden al posto di Barberis, con Benali che si sposta davanti la difesa in cabina di regia.
La partita diventa nervosa e confusa, il Venezia prova una reazione ma non riesce a fare gioco.
Al 67esimo Pettinari viene pescato da Benali in aria, ma Coppolaro miracolosamente riesce a recuperare sventando il pericolo.
Cosmi gioca la sua ultima carta inserendo St Clair al posto di Segre. Risponde Stroppa con Machach al posto di Pettinari.

Al 70esimo il Crotone chiude la partita. Rohden ruba palla appena fuori dall’area veneta e serve Benali che si trova solo davanti a Vicario, e per l’anglolibico è uno scherzo insaccare il quarto gol. Prima doppietta rossoblu per Benali.
Al 73esimo mister Stroppa sostituisce Sampirisi con Milic, con Molina che trasloca sulla fascia destra, lasciando la sinistra al mancino croato.
A mettere il sigillo sulla partita ci pensa Lombardi che, ammonito, tocca la palla di mano e viene espulso. Venezia in dieci e sotto di tre gol.

Al 79esimo Milic sfiora la “manita” con una conclusione fantastica che si perde di pochissimo sopra la traversa.
Il Venezia non è più in campo e il Crotone ha gioco facile nel controllo della partita.
La partita finisce così senza alcun recupero e con i fischi dei tifosi del Venezia, mentre i supporter rossoblu cantano.
Il Crotone ha strameriato la vittoria dominando la gara e imponendo il proprio gioco per tutti i novanta minuti. I quattro gol, tutti segnati dai tre centrocampisti, sono il giusto frutto del gioco visto oggi al Penzo.
Il Crotone vede vicino il traguardo salvezza e ora punta la Salernitana che, dopo la sconfitta casalinga, è a una sola distanza dai rossoblu.
Ora testa al Benevento che mercoledì sarà di scena allo Scida.
Giatur

Tabellino:
Venezia (3-5-2): Vicario; Coppolaro, Modolo, Domizzi, Zampano, Segre (St Clair 67’), Schiavone, Pinato (Besea 53’), Lombardi, Bocalon, Rossi (Vriani 57’).
Crotone (3-5-2): Cordaz; Curado; Vaisanen; Marchizza; Sampirisi; Zanellato; Barberis (Rohden 61’); Benali; Molina; Pettinari (Machach 67’); Simy.
Ammoniti: Rossi (V) 20’; Sampirisi (C) 27’; Barberis (C) 42’; Lombardi (V) 63’; Schiavone (V) 72’; Bocalon (V) 83’;
Espulsi: Lombardi (V) 76’
Marcatori: Domizzi (V) 16’; Barberis (C) 22’; Benali (C) 48’; Zanellato (C) 55’; Benali (C) 71’


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO