Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

Super Ricci trascina il Crotone

Michele Affidato- Banner News

Si ricomincia e si ricomincia alla grande. Crotone impegnato al Bentegodi di Verona nello scontro diretto per la salvezza contro l’Hellas. Mister Zenga sorprende un po’ tutti e schiera tutti e tre i nuovi acquisti sin dal primo minuto. In difesa, quindi, Ceccherini torna sul centrodestra, suo ruolo naturale, e a far coppia con lui viene scelto Capuano. L’allenatore rossoblu sceglie un centrocampo dai piedi buoni schiuerando Benali sulla linea di mediana e spedendo Rohden in panchina. Attacco a sorpresa con Trotta schierato da punta al posto di Budimir, coni Ricci e Stoian a farli da spalla.

Anche Pecchia schiera un Verona ridisegnato viste le assenze di Cerci, Bessa, Kean e Verdi.

Incontro affidato all’arbitro Rocchi di Firenze.

Ed è proprio Ricci che dopo trenta secondi prova la conclusione in porta, senza però impensierire Nicolas.

Passano pochi minuti ed il Crotone passa. Al terzo, Rocchi fischia una punizione per il Crotone a cinque metri dal limite dell’aria. Sulla palla si presenta Barberis che a giro la mette dove Nicolas non può arrivare. Rossoblu, oggi in maglietta bianca, in vantaggio. Primo gol nella massima serie per il centrocampista pitagorico.

Per vedere la reazione del Verona bisogna aspettare 8 minuti. All’11esimo Fares spinge sulla sinistra e appoenba entrato in area appoggia su Rómulo che sbaglia il tiro clamorosamente.

Verona che tenta di fare la partita ma che sbatte contro la diga rossoblu. Il Crotone prova, invece, a ripartire con movimenti veloci, sfruttando la tecnica di Benali, sempre al centro delle manovre rossoblu.

Al 23esimo entra in campo la Var. Calcio d’angolo per il Verona, Ceccherini devia la palla sul palo che tornando in gioco sbatte al braccio di Trotta. Fallo involontario e dopo aver visto il replay, Rocchi convalida la lettura e assegna la palla ai rossoblu.

Intanto fioccano i cartellini gialli tutti per i rossoblu. Nei primi 27 minuti sono tre gli uomini di Zenga che finiscono sul taccuino di Rocchi: Ricci, Ceccherini e Martella, quest’ultimo punito troppo severamente dal fischietto fiorentino. La partita procede sempre sullo stesso binario con un Verona che sembra impotente in fase d’attacco con il solo Mateos che si dispera ma spesso in piena solitudine, ed il Crotone troppo impreciso in fase di ripartenza con troppi errori di appoggio. ASolo al 47esimo il Verona sfiora il pareggio con Rómulo che spreca una palla gol spettacolare angolando troppo la mira.

Il secondo tempo comincia con una novità in campo per il Verona, Pazzini entra al posto Heurtaux.

Nei primi due minuti il Crotone ha due buone ripartenze entrambe vanificate dall’errore di Stoian nell’ultimo passaggio verso Trotta che, in entrambe le occasioni, si era liberato in area.

Al quinto minuto, altro giallo per il Crotone. Stoian atterra Matos poco distante dall’area rossoblu e l’arbitro caccia fuori il cartellino giallo.

Nei primi minuti del secondo tempo più Crotone che Verona. E all’ottavo trova il raddoppio con Stoian che insacca un assist d’oro servito da Ricci. Stoian al suo primo gol in questo campionato.

Al 14esimo Pazzini si livera di Capuano in area, palla tesa per Valoti che non riesce ad indirizzare la palla in porta regalandola a Cordaz.  Mentre Pecchia prova a cambiare nuovamente l’assetto della sua squadra mettendo in Campo verde al posto di Valoti, Zuculini entra duro su Benali e viene espulso. Verona in dieci e con ancora mezzora di gioco.

Al 21esimo Ricci chiude la partita. Bella ripartenza del Crotone con Stoian che supera la tre quarti ed appoggia su Benali che di prima libera Ricci che senza stoppare tira a giro sul secondo palo mettendo la palla dove Nicolas non può arrivare. Tre a zero e partita virtualmente chiusa.

Mister Zenga fa respirare la sua squadra, al 73esimo Budimir prende il posto di Trotta e  poi al 77esimo Crociata dà il cambio a Benali.

Partita finita con il Crotone che controlla la palla senza problemi e Verona in totale crisi depressiva. Prima Ricci e poi Crociata sfiorano la quarta rete. All’ottantesimo Ricci lascia il campo sostituito da Faraoni.

La partita si conclude così, con il Crotone che sbanca Verona, supera in classifica la Spal che ha pareggiato contro l’Udinese, e si prepara ad affrontare, domenica prossima, il Cagliari allo Scida.

Dal Bentegodi Zenga torna a Crotone non solo con tre punti in classifica, ma anche con qualche convinzione in più. I tre nuovi acquisti hanno dato una buona scossa all’ambiente dimostrando di potersi inserire bene negli schemi di questo Crotone. Benali ha dato geometria al centrocampo rossoblu. Capuano ha dato sicurezza alla linea difensiva, e Ricci, migliore in campo, ha dato imprevedibilità all’attacco del Crotone.

Stasera si può festeggiare, ma da domani bisogna già concentrarsi sulla prossima partita. Per ora va bene cos

Giatur



CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

ALTRO IN CAMPIONATO

CLASSIFICA SERIE C