Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

Simy rilancia il Crotone

Michele Affidato- Banner News

Ursino chiama lo Scida e lo Scida risponde alla grande. Cornice di pubblico esaltante, sono quasi diecimila i tifosi allo stadio, per questo incontro che si presenta come una delle sfide principali nel cammino del Crotone verto la salvezza.

Mister Zenga risponde alle tant’è assenza schierando Stoian come mezzala di sinistra, Barberis mezzala opposta e Simy come punta, reparto offensivo che si completa con Ricci a sinistra e Trotta a destra.

Il Crotone parte con piglio deciso cercando di prendere in mano il pallino del gioco per imprimere la propria dinamicità all’incontro. Bologna che si difende e riparte velocemente puntando soprattutto su Palacio.

All’ottavo grande conclusione di Trotta dal limite dell’area, palla che Mirante devia sul palo.

Al 15esimo altra occasione di gol per il Crotone. Martella ruba palla sul lato corto dell’area e crossa rasoterra per Stoian che tira di prima, ma Mirante riesce a respingere.

Al 20esimo punizione per il Bologna da quattro cinque metri dal limite dell’area, sulla palla va Verdi, che all’andata ha segnato ben due gol ai calabresi, ma la palla è centrale e Cordaz riesce a deviare in corner.

Al 25esimo il Crotone passa in vantaggio. Cordaz rinvia sui piedi di Trotta che controlla e passa a Stoian, che quasi senza guarda pennella per Simy che dal centro dell’area, di piatto insacca con B l’aiuto del palo.

Per cinque minuti il Bologna sembra tramortito ed il Crotone cerca di approfittarne, ma dal 30esimo gli emiliani tentano di riorganizzarsi e si proiettano nella trequarti avversaria, chiudendo i pitagorici, ma senza creare particolari apprensioni a Cordaz. Dopo dieci minuti il Crotone rimette la testa fuori dalla propria trequarti, vincendo la paura del ritorno del Bologna. Al 42esimo brutto intervento di Torosidis su Ricci, giallo per il difensore pelle Bologna. Al 44esimo è Di Francesco a finire sul taccuino dell’arbitro per una brutta entrata da dietro su Mandragora.

Il primo tempo si conclude così, con il Crotone in vantaggio, ed una squadra che ha ritrovato gioco e convinzione.

La ripresa comincia con un cambio: in campo per il Bologna Dzemaili per Donsah.

Al terzo minuto, Mandragora perde palla banalmente a centrocampo, costringendo Capuano al fallo dal limite dell’area. Giallo per il centrale rossoblu. Nei primi dieci minuti regna la confusione con le difese di entrambe le squadre che hanno sempre la meglio sui corrispettivi attacchi.

Al 15esimo Donadoni fa la sua seconda mossa inserendo Falletti al posto di uno spento Di Francesco, ma la partita prosegue sui binari della confusone con due attacchi che sembrano impotenti.

Al 21esimo clamorosa occasione per il Crotone., Punizione sulla trequarti di Faraoni, Simy fa da torre per Ricci che si trova la palla facile per il due a zero, ma colpisce debolmente e nelle braccia di Mirante. Il Crotone perde, così, una grande occasione per chiudere la partita.

Un minuto dopo, mister Zenga fa la sua prima mossa, inserendo Sampirisi al posto di Trotta, e avanzando Faraoni sulla fascia. Dopo neanche un minuto Faraoni sfonda a destra ma il cross è fuori misura. Al 27esimo doppio calcio d’angolo per il Bologna. Il secondo finisce sulla testa di Puglia che da buona posizione la gira fuori.

Al 29esimo, anche Mandragora finisce sul taccuino dell’arbitro. Donadoni sfrutta il momento per effettuare il suo terzo cambio inserendo Avenatti al posto di Poli. Bologna a trazione anteriore. Zenga risponde con Rohden dentro al posto di Ricci.

Al 37esimo un esausto Simy lascia il campo per Tumminello, e anche il Crotone termina le sue sostituzioni.

Al 40esimo altra palla gol per il Crotone. Faraoni duetta con Stoian ed entra in area, ma invece di tirare si allunga la palla facilitando l’uscita di Mirante. In questa fase della partita il Bologna sembra essere spuntato e l’iniziativa è tutta del Crotone. I confusi attacchi del Bologna continuano a sbattere sulla difesa pitagorica, che non perde occasione per far ripartire la squadra con uno Stoian realmente a tutto campo.

Tre minuti di recupero e Calvarese fischia la fine. Il Crotone trova i tre punti che gli consentono di agganciare la Spal al quartultimo posto a 27 punti, e di accorciare su Cagliari e Chievo rispettivamente a 29 e 30 punti.

Convincente la prestazione dei ragazzi di mister Zenga che hanno dimostrato dei avere sempre la partita sotto controllo e che non hanno mai rischiato più di tanto sfiorando almeno due volte il gol del raddoppio. Stoian riportato a centrocampo è stata la carta in più di questo Crotone che, nonostante le numerose assenze, ha fatto vedere gioco e grinta. Una bella prova di gruppo, proprio ciò che serviva per rilanciare le quotazioni rossoblu in ottica salvezza.

Domenica prossima tocca al Genoa e si preannuncia un’altra battaglia allo Scida.

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 09/10/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN CAMPIONATO