Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NEWS

Si riparte dalla certezza “Nicola” per progettare la nuova stagione

Michele Affidato- Banner News

Buona la prima!
La favola del Crotone in serie A si è conclusa con il tradizionale “lieto fine” e i festeggiamenti relativi, forse anche pochi visto l’eccezionalità del risultato raggiunto al novantacinquesimo dell’ultima giornata di campionato. Beppe Ursino e Gianni Vrenna si sono concessi un solo giorno di riposo e poi si sono messi subito al lavoro per progettare la prossima stagione, partendo dallo stadio e dalla copertura della Tribuna.
E il nuovo Crotone non può che ripartire da mister Nicola che, ormai, ha conquistato una piazza che lo ha sempre guardato con diffidenza.
Questo pezzo di piemontese ci ha messo un po’ per entrare nei cuori dei crotonesi, la sua “timidezza” è apparsa freddezza, il suo essere introverso è stato scambiato per distacco, ma quando i due mondi, Nicola e Crotone, si sono conosciuti, è nato un amore vero, schietto e sincero. E su questo sentimento, Ursino e Vrenna, hanno deciso di ricostruire una squadra che, per la prossima stagione, perderà pezzi importanti. Bomber Falcinelli ha salutato Crotone, Ferrari si appresta a farlo tra pochi giorni, destinazione Sassuolo. Rosi torna nella sua Genova, sponda rossoblu, mentre Capezzi lo seguirà ma su quella doriana, Trotta ritorna al Sassuolo e Crisetig a Bologna. Sarà difficile trattenere Ceccherini, la cui esperienza in azzurro ha eccitato la fantasia di grandi squadre, ma di certo Ursino ci proverà in tutti i modi. Discorso analogo vale per Martella che, già la scorsa estate, avrebbe voluto lasciare Crotone per mete più ambite.
Gli uomini di mercato rossoblu dovranno quindi ricostruire la squadra partendo dalla difesa dove sono certe già due partenze: Rosi e Ferrari, quest’ultimo difficilmente rimpiazzabile. Cordaz e Ceccherini rappresentano però una buona base su cuoi costruire. Così come a centrocampo, dove Barberis che è il compagno ideale per qualsiasi centrocampista, spalleggiato da Rohden e Stoian, rappresentano un buon inizio. Bisognerà trovare un costruttore di gioco e, magari, un mediano di rottura. E non è detto che Crisetig non torni, magari in modo definitivo. Discorso diverso va fatto per l’attacco che va ricostruito totalmente. Serve un bomber, uno che come Falcinelli assicuri la doppia cifre di gol e serve una spalla degna di questo nome. Insomma, Beppe Ursino avrà un gran bel da fare per disegnare un Crotone degno dell’impresa appena realizzata, ma questa volta il ds rossoblu ha una certezza di nome Nicola.
Giatur

www.ilrossoblu.it

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 09/10/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN NEWS