Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

IN EVIDENZA

Serie C – Qui Crotone | Nuovo direttore sportivo e nuovo mister in vista, si pensa alla ripartenza

Michele Affidato- Banner News

Qui Crotone – Si allunga il periodo di silenzio della società rossoblù. Continua questa pausa di riflessione che i vertici del Crotone calcio hanno iniziato il giorno dopo la disfatta di Picerno. Gianni e Raffaele Vrenna stanno già lavorando alla costruzione del nuovo Crotone per affrontare la prossima stagione.

Il nuovo DS

Si partirà, sicuramente, da una riorganizzazione societaria con un nuovo direttore sportivo.
L’avventura in riva allo Ionio, di Beppe Di Bari è così già terminata. L’attuale ds, nonostante abbia un contratto fino al 30 giugno, è sparito dai radar da un bel po’ di mesi.

Si cerca quindi un sostituto. Nei giorni scorsi alcune testate giornalistiche hanno tirato fuori dal cilindro il nome di Alex Casella, attuale direttore sportivo della Pro Vercelli che, in passato, ha già lavorato con Raffaele Vrenna, con cui ha, ancora oggi, un ottimo rapporto.
Ma per le notizie giunte alla redazione de IlRossoBlu, la pista è risultata falsa. Da quanto abbiamo potuto apprendere, l’attesa non sarà lunga. Il Crotone vuole chiudere presto per poter programmare in tranquillità la prossima stagione. Già prima di fine maggio potremmo avere il nome del nuovo direttore, su cui, però, ad oggi, non riusciamo a trovare conferme visto che in via Enrico Mattei le bocche sono cucite sull’argomento.

Il nodo allenatore

La riflessione in casa Crotone non si ferma al solo direttore sportivo. Il presidente Gianni Vrenna e il direttore generale stanno già pensando al nuovo tecnico che guiderà i rossoblù nella prossima stagione.
Le idee sono chiare, serve un uomo con cui ripartire per ricostruire un ambiente che negli ultimi quattro anni ha subito troppe delusioni e creato altrettante incertezze. Ma ciò che crea più perplessità è stata proprio la gestione della guida tecnica. Nelle ultime quattro stagioni sulla panchina rossoblù si sono alternati ben otto allenatori, dieci guide tecniche se si contano il Modesto bis (in Serie B) e lo Zauli bis (in questa stagione). Un po’ troppi per una società che aveva nella programmazione il suo punto di forza.

Bisogna quindi ripartire dal basso, puntando sui giovani e su nuovi nomi, e affidando il progetto ad una guida tecnica che conosce bene la Lega Pro ma che, soprattutto, abbia fame di vittoria e di affermazione.
Il profilo è chiaro, quindi, ma anche in questo caso di nomi se ne fanno pochissimi, per usare un eufemismo. Anche radio mercato appare un po’ troppo silente sul tema.

Ci affidiamo quindi a qualche spiffero di corridoio puntando su due idee diverse.
La prima è quella di affidare la panchina ad un tecnico esperto che abbia voglia di rivalsa. Sembra che sia tornato in voga il nome di Fabio Caserta, in questa stagione a Cosenza, conclusa anzitempo con un esonero. Caserta avrebbe voglia di ripartire magari proprio dalla Calabria.
La seconda pista porta ad un allenatore giovane, ambizioso e con voglia di emergere: è l’identikit di Emilio Longo, da due stagioni alla guida del Picerno e da giovedì in rotta con la società lucana nonostante un altro anno di contratto e due ottimi campionati conclusi ai playoff. Logno ha ambizioni, vuole qualcosa in più e sembra che il Picerno non sia pronto a soddisfare i desideri del tecnico, da qui la brusca separazione.
Ad oggi si può parlare solo di idee e forse di qualche telefonata, ma niente di più, anche perchè c’è un ds da trovare che magari può portare in dono proprio un allenatore.

Giatur



CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

ALTRO IN IN EVIDENZA

CLASSIFICA SERIE C