Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

IN EVIDENZA

Serie C | Qui Crotone – C’è una intera difesa da ricostruire: idee chiare sul mercato

Michele Affidato- Banner News

Qui Crotone – Arrivato il nuovo Direttore Sportivo, Antonio Amodio, e con Emilio Longo pronto ad accomodarsi sulla panchina rossoblù, la stagione entra nel vivo ancora prima delle date ufficiali.
Si parla già di mercato ed era inevitabile.
Un mercato che sarà all’insegna della “sostenibilità” come ha ribadito più volte Raffaele Vrenna nella conferenza stampa di presentazione di Amodio.
Ma nonostante i cordoni dell’economicità, l’ambizione non manca nei due giovani uomi mercato del FC Crotone.

Il prossimo mercato

La parola d’ordine sarà vendere per sfoltire una rosa con troppi giocatori (più di trenta).
Si partirà dai giocatori in scadenza con cui non si è ancora intavolata alcuna trattativa per il rinnovo, il che fa presupporre che le strade tra Crotone e trequarti di difesa si divideranno.
Infatti tra i giocatori in scadenza c’è Gigliotti, che è stato già dato in partenza direttamente dal dg rossoblù, Bove, stesso destino.
Con Gigliotti e Bove già con le valigie in mano si valuteranno anche gli altri. Su Papini si è aperta una riflessione a tre tra ellenatore e i due direttori, ma tutto fa pensare che il “Tiramolla” rossoblù possa restare in riva allo Jonio, anche perchè è uno di quei giocatori che in campo ha sempre dato tutto così come ricnosciuto dagli stessi tifosi. In partenza, dai rumors, sembra ci sia anche Loiacono, arrivato la scorsa estate alla corte di Zauli, il difensore ex Reggina ha dato molto meno di quanto ci si potesse aspettare da uno con la sua condizione.

La nota positiva è il giovane D’Aprile (classe 2005) fisico statutario, sinistro vellutato (ricorda un po’ Bastoni nelle movenze), il cui nome è stato rimarcato ieri da Vrenna come uno dei punti fermi da cui ripartire.
Anche se il perno intorno al quale costruire il nuovo Crotone sarà Vinicius. Il giovane brasiliano che soffre di un disturbo alle tibie, giovedì si è sottoposto ad un intervento chirurgico, effettuato per risolvere definitivamente il suo problema. Tra trenta giorni potrà ricominciare a correre, giusto in tempo per riunirsi al gruppo e iniziare la nuova stagione.

Non ci sono incedibili

Per quanto riguarda le uscite, al di là di Vinicius non ci sono incedibili. Chiaro è che il Crotone attenderà l’offerta giusta anche perchè non ha alcun motivo per svendere il proprio patrimonio. Con l’offerta giusta tutti possono partire, anche perchè la società vuole giocatori con fame e ambizione, spazi per i mal di pancia non ce ne sono più.
Il Crotone in questo momento è in un punto di forza. Non ha fretta ne urgenza di doversi muovere sul mercato, al di là della difesa. Ha giocatori di livello in quasi tutti i ruoli e puà tranquillamente dare a mister Longo la possibilità e il tempo di conoscere meglio i propri giocatori.
Il Crotone non ha l’acqua alla gola e, quindi, non vuole farsi prendere dalla gola da nessuno, nemmeno da qualche suo giocatore, se ci fosse.
Anche perchè, nel senso della “sostenibilità”, sono arrivate ottime notizie da questa fine di campionato.

Un piccolo tesoretto

Grazie al lavoro della società rossoblù e all’intuito del direttore generale del Fc Crotone, Raffaele Vrenna, infatti, nelle casse del FC Crotone arriva un bel tesoretto che sarà molto utile per il mercato che si sta per aprire.
Le operazioni di mercato condotte dal dg rossoblù nelle precedenti sessioni hanno portato risorse fresche per le casse rossoblù. Parliamo delle premialità legate alla vendita di Kargbo al Cesena (promosso in Serie B), del prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione in Serie B di Panico alla Carrarese (vincitore dei Playoff di Serie C e neopromossa in cadetteria), di Cuomo al Vicenza, Awua all’Atalanta U23 (premialità legata ai risultati sportivi delle rispettive squadre) ed infine Estevez venduto al Parma oggi promosso nella massima serie.

Giatur



CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

ALTRO IN IN EVIDENZA

CLASSIFICA SERIE C