Seguici sui social
Crotoneok –  header skin

Amarcord

Russo: «Crotone, ricordi che mettono ancora i brividi»

Il Mondo della Tecnologia Crotone
Simet – News – Scad. 19/05/2019
Lievito Madre – Banner News

Passione e tanto cuore al servizio della squadra in due stagioni e mezza che hanno visto il Crotone approdare dalla Serie C2 al campionato di categoria superiore. L’avventura in maglia rossoblu di Carmelo “Lilli” Russo non è passata inosservata, tanto da rimanere a distanza di anni ancora impressa nei cuori dei tifosi. Per il centrocampista pugliese, nativo di Lecce, sono state 59 le presenze arricchite da una rete.

«Sono arrivato a Crotone dal Taranto nella stagione 1996-1997, dopo la promozione della squadra dalla Serie D con il tecnico Bruno Giordano. Era l’anno di Serie C2, sotto la guida di Morrone. Sono rimasto in maglia rossoblu per due stagioni e mezza prima di passare al Teramo».

Decine di gare disputate con il Crotone, ma a rimanere impressa nei ricordi è la gara dello stadio “Via del Mare” di Lecce, sfida play-off contro il Benevento.

Totò Divella e Lilli Russo

«Conservo bellissimi ricordi di quella sfida, ci siamo arrivati senza un elemento importante perso durante la gara di semifinale come Vito Grieco. Ricordo le incertezze della vigilia perché si doveva affrontare una squadra forte, ma alla fine siamo riusciti ad avere la meglio ribaltando lo svantaggio iniziale. È stata una gara sentita anche perché io giocavo in casa essendo di Lecce e potevo contare, oltre che sul sostegno dei tifosi rossoblu anche di quello dei miei concittadini».

Un match disputato davanti a migliaia di tifosi del Crotone.

«C’era un grande colpo d’occhio, tanti tifosi al seguito nonostante ci fosse anche la diretta televisiva. E’ una gara che a volte rivedo con i mie figli e devo dire che mette ancora i brividi».

Non dimentica la città di Crotone l’ex centrocampista.

«Ho un ricordo stupendo, ogni volta che sono stato chiamato per gare di beneficenza o per la festa della promozione in Serie A sono sempre venuto con piacere».

Con quali degli ex compagni e rimasto in contatto?

«Ho un legame forte con Toto Divella, un rapporto che è andato oltre al calcio ed è proseguito nella vita di tutti i giorni. Ho avuto però modo di sentire anche Grieco, Morelli e Fialdini ma di recente ho incontrato anche Fabbrini».

Passano gli anni e il Crotone nel frattempo è approdato in Serie A.

«Conoscendo le qualità della  dirigenza c’era anche da aspettarselo. Già dopo la promozione dalla Serie C2 gli addetti ai lavori ci davano come squadra materasso dove il massimo obiettivo stagionale era rappresentato dalla salvezza tranquilla. Dopo le prime vittorie contro squadre blasonate si iniziò a parlare di campionato di vertice. Tutto lasciava pensare a qualcosa di grande, ma arrivare in Serie A e raggiungere la salvezza dopo un avvio così difficile no, questo non me lo sarei aspettato».

Un Crotone che insegue ancora l’obiettivo salvezza, cosa ne pensa?

«Il campionato è difficile e non si può mai sapere. Sicuramente il Crotone può contare su un’arma in più,  i tifosi e l’effetto Ezio Scida che possono fare ancora una volta la differenza».

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Iprogec – IAP – Laterale
Simet – Laterale – Scad. 19/05/2019
Pam Crotone – Laterale

Banner Uniero quadrato 1
Mercatino dell’usato
GPM Greco – Laterale

SONDAGGIO

Crotone - Cremonese 0-0 | Vota il migliore in campo
VOTA
Blobb Gelateria 300×270
Splendidi & Splendenti – Laterale – Scad. 22/04/2019
Io Bimbo
Planet Win Crotone
Tim Paparo
Poerio – Officina
Catrol
Bar moka – Laterale
Michele Affidato nuovo

ALTRO IN Amarcord

ilrossoblu.it

GRATIS
VIEW