Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

Rossoblu battuti ma non sconfitti da questa Roma

Michele Affidato- Banner News

Il colpo d’occhio allo Scida, oggi, è spettacolare, per una partita che si preannuncia bella e combattuta al di là di ogni pronostico. Il Davide Crotone sfida il Golia Roma, in una battaglia epica. Il Crotone deve recuperare un punto alla Spal che ieri ha conquistato un punto storico contro la Juventus.

La Curva Sud è galvanizzata e comincia a cantare molto prima del fischio d’inizio, inneggiando ai rossoblu e con un’attenzione particolare per un ex mai dimenticato: Alessandro Florenzi che, comincerà la partita dalla panchina.

Nessuna sorpresa nelle formazioni. Mister Zenga conferma in toto l’undici che domenica scorsa ha battuto la Sampdoria, affidandosi al tridente Nalini, Ricci e Trotta, con quest’ultimo amuleto rossoblu: ogni volta che segna il Crotone conquista i tre punti. L’allenatore giallorosso sostituisce lo squalificato De Rossi con Gonalons e in attacco schiera El Shaarawi e Gerson a supporto di Dzeko.

Nei tre precedenti incontri nella massima serie, è stata sempre la Roma a portare bottino pieno a casa, con sette gol all’attivo e nessuno al passivo.

Le squadre partono fortissimo e prima che la lancetta dei secondi abbia fatto il primo giro, la Roma batte il suo primo calcio d’angolo. Il Crotone non si fa intimidire dai giallorossi e risponde attacco su attacco e al terzo diventa pericolosissimo con Nalini anticipato di un soffio da Alisson. Al sesto provvidenziale fazio che anticipa Nalini lanciato a rete. All’undicesimo guizzo della Roma, El Sharawi tenta due volte il tiro in area ma viene rimpallato, quindi appoggia a Nainggolan che da fuori aria fa partire un missile di poco sopra la traversa.

La Roma, spaventata dal Crotone, reagisce e per tre minuti chiude i rossoblu nella propria trequarti, ma senza creare particolari pericoli alla porta di Cordaz.

Al 22esimo mister Zenga è chiamato alla sua prima sostituzione. Nalini sivblocca per un problema muscolare al suo posto entra Barberis, con Stoian che si sposta sulla sinistra dell’attacco rossoblu. Peccato perchè fino a questo punto della partita il numero 9 rossoblu era stata una vera spina per la difesa romanista.

La partita procede sempre sullo stesso binario con la Roma che tiene palla e il Crotone che si chiude senza rinunciare a ripartire veloce. Al 31esimo brivido in aria rossoblu, cross di Kolarov e Capuano per liberare l’aria tira fuori un destraccio che per poco non beffa Cordaz.

Al 39esimo la Roma passa. Azione prolungata sul centro, Pellegrini apre a sinistra per Kolarov che crossa teso, ed El Shaarawi insacca senza difficoltà da un metro dalla porta.

Due minuti dopo il Crotone ha la palla buona per l’immediato pareggio. Cordaz rilancia dal limite della sua aria, la palla sorvola la difesa, l’unico a crederci è Stoian che arriva a stoppare la palla davanti a Alisson, ma il portiere riesce a non farsi sorprendere e blocca a terra.

Al 45esimo il Crotone sfiora nuovamente il pareggio, bel fraseggio tra Benali, Martella e Stoian, che di esterno prova l’apertura per Ricci, Kolarov in anticipo svirgola e la palla fa la barba al palo.

Dopo due minuti di recupero Banti manda le squadre a prendere il the.

Nel primo tempo, il Crotone ha tenuto bene la Roma che non ha avuto palle gol, escluso la rete di El Shaarawi, Cordaz, infatti, non è mai stato chiamato all’intervento. La perdita di Nalini è stato un duro colpo per la squadra che, comunque, ha saputo reagire tenendo bene il campo e cercando di pungere sempre in contropiede.

Toccherà a Zenga, adesso, trovare la chiave per superare la difesa giallorossa.

Il secondo tempo inizia con un Crotone arrembante che dopo un minuto arriva già al tiro con Mandragora che impegna Alisson con una parata a terra. Passano due minuti e Ceccarini lancia Trotta in contropiede, Juan Jesus ferma l’attaccante rossoblu con le cattive ma sorprendentemente Banti assegna la punizione alla Roma mandando su tutte le furie Zenga che viene espulso. Cambio di fronte e la Roma va vicina al raddoppio. Naiggolan entra in aria dalla destra e serve Dzeko al limite dell’aria piccola, l’attaccante tira a colpo sicuro ma Cordaz si supera e para. Sulla respinta Naiggolan è fermato in netto fuorigioco.

All’un dicessimo clamorosa occasione per il Crotone. Fazio sbaglia lo sto a centrocampo e Trotta gli ruba palla involandosi verso la porta di Alisson, ma l’attaccante rossoblu sbaglia tutto e tira addosso al portiere, sulla respinta arriva Stoian che tenta il pallonetto, ma la palla si perde sul fondo. Passano due minuti ed il Crotone ci riprova. Ricci inventa a sinistra e crossa sul secondo palo, senza, però, che nessun compagno riesca ad insaccare la palla.

Il Crotone continua a premere trovando in Ricci un vero trascinatore. La Roma è costretta a con tenere e a ripartire in contropiede. I ruoli si sono invertiti. Al ventesimo Kolarov ci prova di destro dal limite dell’aria ma la palla finisce fuori di poco. Di Francesco vede la squadra in difficoltèà e corre ai ripari sostituendo Pellegrini con Strottman, dando in tal modo più sostanza e più fisicità al suo centrocampo.

Al 22esimo altra clamorosa palla gol per il Crotone. Mandragora lancia Ricci che libera Stoian. Solo davanti al portiere ma il rumeno spreca malamente.

Al 25esimo Carbone, che dirige la squadra da quando non c’è più Zenga in panchina, fa entrare Simy al posto di Stoian, Di Francesco risponde inserendo l’ex Florenzi, accolto da un applauso, al posto di Gerson.

Al 30esimo Nainggolan raddoppia per la Roma con un bel tiro dal limite dell’aria che si spegne proprio nell’angolino. Continuano i lanci di fumogeni dalla curva della Roma a causa dei quali la partita è stata già sospesa nel primo tempo.

Al 32esimo Carbone le tenta tutte inserendo Crociata al posto di Barberis. Crotone a trazione anteriore.

Passano due minuti e in aria giallorossa succede di tutto. Ricci fa impazzire la difesa della Roma e la mette al centro, su una palla che andrebbe solo spinta in porta si accende una mischia in cui il Crotone per ben tre volte non riesce ad insaccare la palla in rete.

Il Crotone continua a spingere ma non c’è più lucidità. Nel finale di partita c’è solo da registrare un’occasione per la Roma con Under salvata sulla linea da Faraoni, un bel diagonale di Florenzi respinto da Cordaz in tuffo e qualche tentativo di Simy che ha fatto più che altro a spallate con Juan Jesus e Fazio.

La partita termina così, con la Roma che strappa tre punti, neanche troppo meritati. Il Crotone ha messo in campo il solito dinamismo e tanta voglia. È mancata lucidità sotto porta altrimenti avremmo visto un’altra partita. Niente drammi però perchè il Crotone che esce dallo Scida non è per nulla ridimensionato, anzi, forse questa sconfitta ha dato, paradossalmente, un qualcosa in più ai rossoblu.

Giatur

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 29/09/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN CAMPIONATO