Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

Corsa

Ritorno alle gare per Antonio Carvelli

Michele Affidato- Banner News

Era il 5 novembre scorso quando Carvelli sul ponte Giovanni da Verrazzano si è infortunato subendo la frattura del quinto metatarso del piede destro, concludendo comunque i 42 km del percorso con una prestazione davvero straordinaria considerando le precarie condizioni fisiche, ben 3 ore 07 minuti per la sua quarta maratona di New York.

In seguito il silenzio, non una parola, ne una comunicazione di come andasse il post-infortunio fisico. Il maratoneta crotonese ha voluto recuperare l’infortunio in silenzio, lavorando sodo e rimanendo fuori da discussioni e voci di corridoio inappropriate. Non è certo semplice per uno sportivo abituato a fare tra i 70 e i 100km a settimana rimanere fermo per poco più di due mesi.

La grande prova non è solo correre e fare buone prestazioni, ma saper accettare anche gli imprevisti che ti portano a stare fermo con tutore e stampelle, non poterti permettere di correre o semplicemente di camminare in maniera normale, inizia così a dire due parole Antonio, con voce ferma e pacata. Devo ammettere che è stata davvero dura, non potersi allenare e sentire la fatica e il sudore sulla fronte. Il ritorno è stato difficile e lo è tuttora, ho dovuto praticamente imparare a correre da zero. Ad oggi non sono riuscito ancora del tutto a superare la paura di stare in gruppo a correre perché rivivo i momenti in cui mi sono fatto male. Ho deciso comunque di ributtarmi nella mischia, anche se non sono al 100% perché ho ancora dolori e spesso sono costretto a fermarmi mentre corro pur facendo pochi chilometri. Oggi era arrivato il momento di provarci e tornare alle gare con la mia prima mezza maratona dell’anno dedicata al grande Pietro Mennea che si è disputata nella sua città natale, Barletta. Ho scelto questa mezza maratona anche perché lo scorso anno mi ha portato fortuna, infatti è li che al mattino prima della gara mi è stato comunicato di essere stato scelto dal più prestigioso colosso dello sport (ASICS) come Ambassador nel ruolo di FrontRunner.

Asics sarà al mio fianco anche in questo 2018. Al di là del crono, del clima e del percorso, Barletta per me questa domenica ha significato partire e arrivare al traguardo, non ho fatto allenamenti specifici perché ancora non sono in grado di affrontare allenamenti impegnativi, il test era stare nella folla dello start e superare la paura di muovere i piedi avendo tanta gente intorno.

La prova è stata superata brillantemente perché nella ridente cittadina pugliese il corridore crotonese tesserato col “Gruppo Sportivo Interforze Torino” è riuscito a fare una buonissima prestazione e chiudere il tracciato dei 21km in 1h24’30” uguagliando quasi il tempo del 2017 (1h23’50”), questo fa ben sperare per il suo recupero fisico e i prestigiosi programmi sportivi che Antonio si pone per il 2018, regalandoci sempre emozioni con le sue grandi avventure portando il nome di Crotone in giro per l’italia e il resto del mondo.

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 09/10/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN Corsa