Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#RegginaCrotone | Le mosse di mister Modesto per dare scacco alla Reggina

Michele Affidato- Banner News

Qui Crotone | Il derby è sempre una partita speciale sia per chi la gioca che per i tifosi di entrambe le squadre. E Crotone Reggina non si sottrae a questa regola del calcio, anzi. Due squadre nobili decadute, che negli anni passati hanno vissuto la Serie A e che oggi si trovano entrambe in crisi.

La Reggina viene da nove partite in cui ha totalizzato un solo punto, con relativo cambio dell’allenatore. Una crisi che ha scaraventato gli amaranto dalla zona playoff ai confini dei playout. Il Crotone ci è già passato ed ora sta cercando di uscire dalle sabbie mobili della zona retrocessione e gli ultimi quattro risultati utili consecutivi hanno dato ai rossoblù un po’ di entusiasmo. I pitagorici sono terzultimi con14 punti in classifica, la zona playout dista 4 punti (Cosenza a quota 18), mentre la salvezza diretta è a 9 punti (Reggina 23 punti), in mezzo c’è l’Alessandria a quota 21.

Sembra una missione impossibile, ma per i miglioramenti visti nelle ultime partite, questo Crotone potrebbe anche farcela. Molto importanti saranno i due derby a cominciare da quello di oggi contro la Reggina (con il Cosenza si giocherà mercoledì 23 febbraio allo Scida). Mister Modesto sta modellando il suo Crotone 2.0, quello ricostruito, anzi rivoluzionato, dopo il mercato invernale e che ha portato alla corte dell’allenatore pitagorico ben undici nuovi giocatori, che si stanno amalgamando con il resto della squadra e stanno cercando di interpretare al meglio l’idea di calcio di Modesto.

Il Crotone oggi dovrà fare ancora a meno di Canestrelli e Giannotti, entrambi fermi per infortunio. In porta, mister Modesto sembra intenzionato a ridare fiducia a Saro che, sabato scorso contro il Cittadella, è stato chiamato una sola volta in causa e si è fatto trovare prontissimo. La difesa sembra, finalmente, aver trovato una sua quadratura e l’arrivo di Golemic ha portato esperienza e concretezza, non per nulla sabato scorso è stata la prima partita di questo campionato in cui il Crotone non ha subito gol. Golemic, quindi, riprenderà anche oggi il posto da centrale, anche a causa dell’assenza di Canestrelli, con Nedelcearu e Cuomo a completare il reparto. Sulla due fasce confermatissimi Mogos, a destra, e Sala a sinistra.

Altro reparto che difficilmente verrà toccato è la mediana dove capitan Estevez e Awua assicurano dinamismo, copertura, geometrie e inserimenti. Difficile per ora che Vulic, Schirò e Kone possano rovesciare le attuali gerarchie nella testa del mister. Il reparto che più di tutti sembra in difficoltà, in questa fase, è, invece, l’attacco che avverte la mancanza di Mulattieri, rientrato da un paio di giornate, ma ancora lontano dalla condizione ideale.

La punta scuola Inter oggi però dovrebbe essere in campo dal primo minuto nel suo ruolo di vertice alto del triangolo d’attacco, anche perché ha bisogno di mettere minuti nelle gambe e l’unico modo di farlo è giocando. Sui suoi lati agiranno Maric e Kargbo. Se invece Modesto dovesse decidere di non rischiare Mulattieri dal primo minuto ma di utilizzarlo solo a partita in corso, allora sarà Maric a fare da terminale offensivo, con Marras o Borello che si contenderanno una maglia da titolare. Cangiano e Adekanye devono ancora entrare negli schemi di Modesto e per ora rappresentano solo una buona alternativa a partita in corso. Chiaramente mister Modesto sta tenendo le carte coperte, come sua consuetudine, anche perché nella partita di domani, il vero grande ex è proprio lui che torna dopo anni al Granillo.

Giatur


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO