Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NOTIZIE ROSSOBLU

QuI Crotone | Due finali in quattro giorni: è giunta l’ora della verità

Michele Affidato- Banner News

Sei partite al termine di questa stagione che sembra infinita. Una stagione che, oltre al Benevento, non vede altre sentenze all’orizzonte, anzi la situazione è complicata su tutti i fronti, dalla salvezza fino alla promozione. Oggi al Tombolato contro il Cittadella e lunedì allo Scida contro il Pordenone, il Crotone si gioca una stagione intera. La corsa per il secondo posto è tutta aperta.

I tre punti di vantaggio su Cittadella e Pordenone, e i quattro sul Frosinone, non costituiscono una tranquillità, senza contare lo Spezia che, a cinque punti, potrebbe approfittare degli scontri diretti, ricucendosi uno sprint nei metri finali. Insomma giochi ancora aperti con il Crotone però che ha la possibilità di lanciare, già stasera, un segnale preciso a tutti gli inseguitori. I rossoblu fino ad oggi sono stati avvantaggiati da ciò che è successo dietro di loro. Nessuna squadra ha dimostrato continuità e nessuno si è approfittato dei tre pareggi consecutivi dei pitagorici che, con la vittoria contro il Benevento, hanno rilanciato le proprie ambizioni di promozione.

Mister Stroppa è consapevole dell’importanza delle prossime due gare che sono le classiche “finali”, partite in cui una squadra non può permettersi errori ma deve mettere in campo tutta la propria qualità, cattiveria agonistica e fame di vittorie. è vero che il Crotone può amministrare il vantaggio e giocare per due risultati su tre, ma è anche vero che due vittorie contro le dirette inseguitrici chiuderebbero definitivamente il discorso promozione. L’ambiente è carico e sembra anche non essere disturbato dalle voci di mercato che, in questi giorni, stanno uscendo intorno ai prezzi pregiati del Crotone (vedi Benali, articolo in Info e Curiosità). Per la partita di domani sera difficilmente, a meno di infortuni dell’ultima ora, la formazione dovrebbe essere la stessa che ha battuto il Benevento. Il tecnico rossoblu potrà contare sui rientranti Mazzotta e Jankovic ma dovrà ancora rinunciare a Spolli, che rientrerà in squadra contro il Pordenone.

In difesa si va verso la conferma di Golemic e Cuomo come spalle di Marrone. A centrocampo il dubbio è Zanellato, forse il meno positivo nella partita contro la capolista, ma che comunque sembra avvantaggiato nella concorrenza interna con Crociata. Fasce in sicurezza con Gerbo a destra e Molina a sinistra. Mustacchio ed Evans pronti a portare la loro vivacità, se ce ne fosse bisogno, a partita in corso. In atacco rivedremo la coppia formata da Simy e Messias. Stroppa conta molto sulla sua coppia d’attacco, soprattutto se Messias dovesse ritrovare la verve del gol, messa in mostra nelle ultime partite prima dello stop causa Covid-19. Simy contro il Benevento si è sbloccato non tanto per i tre gol, prima tripletta nella storia del giocatore, ma per come si è mosso e per come ha aiutato la squadra sia in fase di pressing sia in fase di costruzione.

Giatur


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN NOTIZIE ROSSOBLU