Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

Qui Crotone | Contro il Pescara una nuova prova di maturità

Michele Affidato- Banner News

Terza gara della lunga settimana rossoblu. Il Crotone torna in campo per concludere il “tour de force” che lo ha visto affrontare prima l’Empoli, poi la Juve Stabia e che adesso l’attende all’Adriatico-Cornacchia contro il Pescara.

La formazione crotonese, nell’ultimo match, ha speso molte energie fisiche e nervose, un fattore che Giovanni Stroppa dovrà tenere in conto nella scelta dell’undici titolare. Anche in questa gara saranno quattro le assenze: out Curado e Spolli, in fase di recupero ma comunque assenti Cuomo e Ruggiero. Tutte le partite fanno storia a sé, ma il Crotone che scenderà in campo dovrà mostrare maturità e sopratutto essere cinico sotto porta, dote che contro la Juve Stabia sembra essere mancata fino ai minuti di recupero dove prima Mustacchio e poi Benali hanno regalato il successo.

Nessun cambiamento di modulo per il tecnico che confermerà il suo collaudato 3-5-2 ma possibili cambi potrebbero arrivare nell’undici titolare. Dalla panchina scalpita Nalini, in avanti potrebbe essere concessa fiducia ancora una volta all’esperto Maxi Lopez senza dimenticare Vido, attualmente “riserva di lusso” della squadra. Una partita non semplice quella contro gli abruzzesi, un test che se superato potrebbe concedere nuove certezze ad un sodalizio, quello crotonese, che sembra essere cresciuto in termini di autostima e idee di gioco andando a mettere in pratica nel migliore dei modi il credo calcistico del suo allenatore. Proprio i miglioramenti espressi dalla squadra in queste prime cinque gare rappresentano un biglietto da visita importante per il Crotone.

Una squadra che psicologicamente sembra essere pronta per ogni genere di battaglia, in casa così come in trasferta, con un marchio di fabbrica: la qualità del gioco. Per ottenere grandi risultati bisognerà lavorare e tanto, almeno questo il pensiero espresso a più riprese da Giovanni Stroppa e per farlo occorrerà una caratteristica ben precisa, l’umiltà, dote che porta una rosa a diventare squadra, un gruppo a trasformarsi in una famiglia dove tutti sono pronti a dare una mano e a farsi trovare pronti per la causa.

Al netto di eventuali ripensamenti, Giovanni Stroppa potrebbe confermare la presenza in campo dal primo minuto di Mattia Mustacchio, concedendo una chance al giovane Giovanni Crociata che subentrato contro le “Vespe” ha mostrato di essere in una condizione fisica importante tanto da essere uno degli uomini migliori della contesa. In difesa scelte quasi obbligate con Gigliotti, Marrone e Golemic che dovrebbero partire titolari. A centrocampo Molina, Barberis e Benali sembrano essere intoccabili. In avanti da sciogliere il nodo legato al tandem di attaccanti che potrebbe essere formato da Maxi Lopez e Messias anche se l’allenatore potrebbe riservare ulteriori sorprese dell’ultimo minuto.


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO