Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#PotenzaCrotone | Oggi a Potenza, i rossoblù puntano a crescere e ad allungare la serie di vittorie consecutive

Michele Affidato- Banner News

Un inizio così non era nemmeno nelle più rosee aspettative. Quattro partite, quattro vittorie, otto gol fatti e due subiti (tutti nella stessa partita: la trasferta di Messina), vetta della classifica in solitaria.

Questi i numeri del Crotone di mister Lerda che ha impressionato per personalità e solidità.

E nonostante questa partenza sprint la sensazione che i rossoblù danno è che si può crescere ancora di più. Mister Lerda, infatti, ha preferito gettare acqua sul fuoco dell’entusiasmo, evidenziando, più volte, quali sono i margini di miglioramento della sua squadra.

Il problema principale è l’attacco. Le ultime due partite (Pescara e Monterosi) sono state risolte da due punizioni di Chiricò, nonostante le numerose occasioni create in entrambe le gare. La partita precedente, in casa con il Monopoli, è stata aperta e chiusa da Golemic, che con una doppietta ha steso i pugliesi. Ma per il resto nulla.
Tre partite, quattro gol, ma soltanto due marcatori, ed uno di questi è un difensore.

“Bisogna essere più cinici e chiudere le partite, altrimenti si rischia di prendere il gol magari nei minuti di recupero e in una mischia in area” Lerda è stato chiaro nel post gara di domenica scorsa. Bisogna concretizzare la mole di gioco che si produce e se non ci si riesce la croce non può essere solo sulle spalle di Gomez, anche se l’attaccante rossoblù non è mai riuscito a metterla dentro finora, e se si esclude la traversa contro il Monopoli, nelle altre partite non ha proprio visto la porta. Ma il problema è condiviso, non riguarda il solo Gomez. Anche Kargbo in questa fase è apparso meno brillante e letale di quanto possa essere. Le sue accellerate e la sua imprevedibilità possono essere l’arma in più di questo Crotone, ma queste caratteristiche non sono ancora emerse.

C’è poi un problema nelle alternative a disposizione dell’allenatore rossoblù. Lerda ha tre attaccanti centrali: Gomez, Tumminello e Bernardotto, ma soltanto il primo ha nelle gambe un minutaggio adeguato. Tumminello sta cercando di ritrovare la forma fisica ideale per scatenare tutta la sua potenza, e il mister gli sta assicurando quegli inserimenti in partita, per consentirgli di ritrovare anche il ritmo partita. Bernardotto non è ancora pervenuto. Ha saltato la preparazione e quindi non è ancora pronto per l’esordio.
Nessun problema per gli esterni d’attacco dove Panico e Pannitteri sono le alternative a Chiricò e Kargbo.

Anche a centrocampo, Lerda ha gli uomini contati, e anche dal centrocampo ci si aspetta una bella dose di gol, visto la capacità di inserimento di Tribuzzi e il piede delicato di Petriccione. Ma accanto ai tre (compreso Awua), l’allenatore ad oggi può contare soltanto su Giannotti e Vitale. Rojas sparito dai radar, Schirò fuori fino a gennaio per infortunio, e Carraro deve recuperare una forma atletica che gli consenta di dare il suo contributo senza rischi infortuni.

Per la partita di stasera a Potenza, a parte l’assenza di Golemic, fermo per infortunio, e di Kargbo, convocato con la nazionale della Sierra Leone, difficilmente vedremo novità nell’undici titolare. Bove, uscito prima contro il Monterosi, ha recuperato e comunque Papini ha dimostrato di poter tranquillamente stare nella linea difensiva.
Il resto della squadra, quindi, va verso la conferma con Branduani in porta; difesa a quattro con Calapai e Giron sulle fasce, e Cuomo e Bove al centro. In mediana Petriccione sarà affiancato, come al solito, da Awua e Tribuzzi, mentre in attacco Gomez farà reparto con Chiricò e Panico.

Giatur


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO