Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NEWS

#LazioCrotone | Cosmi: «La squadra c’è». Sulla squalifica: «Voglio stare vicino ai miei ragazzi, non in tribuna»

Michele Affidato- Banner News

#LazioCrotone | Terminata la rifinitura presso lo stadio Ezio Scida, il tecnico del Crotone è tornato a parlare, in occasione della partita di domani che vedrà gli squali affrontare la Lazio di mister Inzaghi. Rossoblù reduci da una vittoria interna con il Torino di Nicola, mentre gli unici punti racimolati fuori casa sono solo due. Il Crotone, ultimo in classifica, sembra avere più grinta in campo, dimostrata sopratutto nella gara interna. Avrà una scalata, un’irta salita, per non perdere tutto e mantenere la Serie A.

«Prima delle partite vivo il momento in maniera serena, la vittoria col Torino ci da la sensazione di poterci essere, anche se non è in maniera definitiva – ha dichiarato il tecnico in conferenza stampa – perchè i risultati ci vuole tanto». 

Marrone ha accusato un’infiammazione al ginocchio, non è convocato, così come Cigarini:

«Benali sta bene, è in grado di essere preso in considerazione. Ha fatto tre allenamenti veri a ritmi sostenuti, questa è una notizia buona. É un giocatore che ha del tempo ha dimostrato di essere un patrimonio per i diversi allenatori. É a disposizione. Le mie conoscenze della squadra crescono giorno dopo giorno, le mie valutazioni sono positive, c’è applicazione, volontà, determinazione. É importante l’ambiente. Sono tutti in linea con quella che è la volontà di uscire da questa situazione».

Bisogna ripartire, dunque, da quanto c’è stato di buono dall’ultima gara:

«La squadra ha giocato con la determinazione, con gli occhi di chi vuole rappresentare qualcosa, ovvero la società, la città. Errori ne abbiamo fatti, però la sensazione è che ce ne siano stati di meno. In generale, al di là dei goal presi, mi è sembrata una squadra dentro la partita, anche in fase difensiva».

L’allenatore rossoblù si è soffermato sulla presenza dei tifosi, prima di accedere allo stadio, che hanno incitato la squadra a lottare:

«I tifosi che ci hanno aspettato prima di iniziare la partita, che ci hanno incitato, chiesto, ha dato una carica maggiore, ho immaginato quello che sarebbe stato giocare con lo stadio pieno e con la prestazione di quel genere. Ringrazio i tifosi». 

Sulla squalifica ricevuta dopo Crotone-Torino, e l’attesa della decisione del ricorso presentato dalla società, ha così detto:

«Per me non essere in panchina è un dolore, se dovesse succedere perchè l’allenatore deve stare in campo, con i giocatori, io ho la mia visuale dalla panchina dopo trent’anni, ho quell’idea di calcio, sarebbe una sconfitta perchè tutti hanno visto che ho collaborato a risolvere sulla situazione del nervosismo che si era creato. Io mi sono dato delle linee di comportamento, ma so che sono nel mirino. Stando particolarmente attento, non voglio che la mia maniera di stare in campo sia vista in maniera negativa. Io voglio stare vicino alla squadra, sto benissimo con loro. Attendo il giudizio che venga valutata in maniera giusta».

Danilo Ruberto

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Trony Laterale – Scad. 09/02/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN NEWS