Seguici sui social
Crotoneok –  header skin

NOTIZIE DAL CAMPIONATO

Kro – Asc 3-0. Ed è salvezza!

Con tre gol i rossoblu liquidano la pratica Ascoli e centrano l’obiettivo
Lievito Madre – Banner News
Il Mondo della Tecnologia Crotone

Ultimi novanta minuti di questo campionato che va concluso, e nel migliore dei modi, e poi archiviato in fretta.
Crotone Ascoli è molto di più di una semplice partita, può significare il riscatto di una stagione che porterà i suoi strascichi molto al di là della fine del torneo.
La tensione è alta, l’ambiente sente il momento e lo Scida risponde alla grande con 10565 spettatori, record stagionale.
Mister Stroppa schiera la formazione prevista con una sola novità: in attacco tra gli undici titolari spunta il nome di Kargbo al posto di Machach, per il resto confermato il rientro di Spolli al centro della difesa, con Marchizza e Vaisanen a farli da spalla, e di Benali in mediana, con Barberis in cabina di regia e Zanellato a fare da incursore. Ma tutte le speranze sono concentrate su quel numero 25, quel Simy che quest’anno ha già segnato 13 gol.
Il Crotone comincia forte e nei primi dieci minuti sfiora il gol per ben tre volte, due volte con Simy, anticipato prima del tocco finale ed una da Kargbo che solo davanti Lanni non riesce ad insaccare.
Al 13esimo è Benali che si invola in area marchigiana ma la conclusione viene ribattuta.
Il Crotone continua ad attaccare le occasioni fioccano ma manca sempre il colpo finale. Al 20esimo primo brivido nell’area rossoblu con Ardemagni lanciato a rete ma pizzicato in posizione di fuorigioco. Passano due minuti e l’Ascoli va vicino al gol. Bel rasoterra di Ardemagni e Cordaz risponde in tuffo alla grande.
Al 26esimo bella palla di Kargbo per Zanellato che dal limite dell’aria fa partire un bel diagonale che sfiora il palo.
Il Crotone preme e al 31esimo Molina scende a sinistra e dopo aver seminato il panico in aria avversaria crossa teso ma Lanni riesce ad anticipare tutti.
Al 38esimo brutta tegola per il Crotone che perde Kargbo, caduto male dopo uno scontro. Al suo posto mister Stroppa inserisce Pettinari, che si presenta subito colpendo il palo anche se l’azione è stata fermata per un offside della punta romana.
Al 40esimo il Crotone passa in vantaggio. Scambio Simy Molina al limite dell’aria, il laterale rossoblu chiude il triangolo e la punta rossoblu insacca con un bel tiro a giro.
Se qualcuno, a questo punto, si aspettasse un Crotone fermo a godersi il risultato rimarrebbe deluso. I rossoblu continuano a premere e al 43esimo sfiorino il raddoppio sempre con Simy che di testa mette alto un bel cross di Zanellato.
Il primo tempo termina così con il Crotone in vantaggio e la salvezza ipotecata senza bisogno di guardare cosa succede sugli altri campi.
La ripresa comincia con gli stessi ventidue che hanno terminato il primo tempo.
Bastano tre minuti al Crotone per chiudere la partita. Ardemagni torna dietro per recuperare un pallone, pressato da Marchizza cerca l’appoggio al portiere, ma sul pallone si fionda Simy che scarta Lanni e appoggia per Pettinari che deve solo spingere la palla in rete. Due a zero e risultato in cassaforte.
Passano altri tre minuti e Simy sfiora il terzo gol. Benali e l’attaccante nigeriano dialogano al limite dell’aria, Simy prova la piazzata sull’angolo opposto, ma Lanni si allunga e devia in angolo.
Al 55esimo, mister Stroppa fa rifiatare Zanellato sostituendolo con Gomelt che si piazza davanti la difesa con Barberis che va al posto di Zanellato sul centrodestra.
Il Crotone chiude definitivamente la pratica Ascoli al 58esimo con Benali che entrato in aria, la mette sotto l’incrocio dove Lanni non può arrivare.
La partita di fatto termina qui. Il Crotone non affonda più e tende solo al controllo della palla e l’Ascoli non si dispera per impedire il giro palla dei rossoblu.
Al 70esimo mister Stroppa richiama Spolli per Cuomo, con Vaisanen che si sposta al centro della difesa.
Al 73esimo Cordaz ricorda a tutti il portiere e che è. Iniguez si presenta solo davanti al portiere rossoblu che di gamba devia in calcio d’angolo.
I rossoblu appaiono un po’ distratti e l’Ascoli comincia ad avere qualche occasione.
Al 76esimo Ardemagni reclama un rigore per una spinta di Vaisanen ma il signor Piscopo non è dello stesso parere e fa continuare.
Mister Vivarini all’81esimo fa la sua prima sostituzione inserendo Coly al posto di Frattesi. Dopo tre minuti seconda sostituzione marchigiana con Troiano che prende il posto di Chajia.
La partita continua sui binari della noia, ormai si aspetta solo il fischio finale e la festa per questa salvezza meritata.
Sugli spalti comincia la festa mentre l’arbitro Piscopo assegna tre minuti di recupero. Gli ultimi tre minuti di questa stagione terribile che però il Crotone è riuscito a salvare con un girone di ritorno spettacolare.
La partita finisce così con un grido di liberazione del popolo rossoblu che ha sofferto tanto ma che alla fine ha raccolto la sua soddisfazione gridando al cielo la sua sfida: “torneremo torneremo torneremo in Serie A”.
Giatur

Tabellino:
Crotone (3-5-2): Cordaz, Vaisanen, Spolli (Cuomo 70’), Marchizza, Sampirisi, Benali, Barberis, Zanellato (Gomelt 55’), Molina, Kargbo (Pettinari 39’), Simy.
All. Stroppa

Ascoli (4-3-1-2): Lanni, Laverone, Quaranta, D’Elia, Padella, Frattesi (Coly 81’), Iniguez, Cavion, Ninkovic, Chaja (Troiano 84’), Ardemagni.
All. Vivarini

Marcatori: Simy (C) 40’; Pettinari (C) 48’; Benali (C) 58’.

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Astorino Pasta – Laterale
Iprogec – IAP – Laterale

GPM Greco – Laterale
Mercatino dell’usato
Banner Uniero quadrato 1

SONDAGGIO

Crotone - Ascoli 3-0 | Vota il migliore in campo
VOTA
Pam Crotone – Laterale
Blobb Gelateria 300×270
Io Bimbo
Planet Win Crotone
Tim Paparo
Poerio – Officina
Catrol
Michele Affidato nuovo
Bar moka – Laterale

ALTRO IN NOTIZIE DAL CAMPIONATO

ilrossoblu.it

GRATIS
VIEW