Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#InterCrotone 6-2 I Punizione eccessiva per un buon Crotone

Michele Affidato- Banner News

Ricomincia il campionato e ad aprire l’anno solare è proprio il crotone impegnato a San Siro contro l’Inter.
Mister Stroppa deve ancora fare a meno di Cigarini e Benali, caiba di regia affidata a zanellato con Eduardo schierato a mezzala con Molina, in difesa Golemic trova una maglia da titolare con Magallan che si accomoda in panchina. Riviere viene nuovamente preferito a Simy come spalla di Messias.
Mister Conte conferma il suo undici con l’unica novità di Vidal che torna titolare dopo parecchie partite.
Squadre schierate a specchio, ma non è l’unica tipicità di questa partita: due ex nelle formazioni entrambi portieri: Cordaz cresciuto nelle giovanili dell’Inter e Padelli che nella stagione 2006-07 ha vestito la maglia rossoblu (una sola presenza).
Primi minuti di studio tra le due squadre con l’Inter che sin da subito cerca di imporre il proprio gioco ed il Crotone che arretra e si chiude, difendendosi con ordine.
All’ottavo inutile trattenuta di maglia di Reca su Hakimi, con il polacco che dopo pochi minuti riceve un giallo.
All’undicesimo, Messias prende palla sulla trequarti e accelera, superando tre avversari come birilli ma il tiro è ribattuto da Bastoni.
Il Crotone insiste e questa volta è Pereira che si trova solo davanti a Handanovic ma il portiere anticipa il rossoblu mettendo la palla in corner.
Calcio d’angolo battuto corto da Messias che scambia con Riviere, pennellata per Zanellato che, libero e solo, può tranquillamente insaccare di testa. Il 21 rossoblu segna il primo gol del 2021 che è anche il suo primo gol in Serie A, gol speciale per questo ragazzo cresciuto nelle giovanili del Milan e che ha sempre sognato San Siro.
L’Inter reagisce subito e al 16esimo è pericolosa con Lautaro la cui conclusione viene bloccata a terra da Cordaz. Cambio di fronte e Messias si invola verso Handanovic, ma arrivato a tu per tu con il portiere nerazzurro invece di tirare tenta un appoggio al centro dove però non c’è nessun rossoblu.
Al ventesimo l’Inter pareggia. Azione sull’asse Lukako Lautaro, con il belga che inventa per il compagno che solo davanti a Cordaz batte a rete senza problemi.
Al 29esimo Inter di nuovo pericolosa, bastoni lancia per Young che di prima crossa al centro per Lautaro il cui tiro al volo si perde a lato della porta di Cordaz.
Passa un minuto ed l’Inter raddoppia. Marrone perde palla a centro campo, Vidal la dà a Lukako che attende fino all’arrivo di Barella che si trova davanti a Cordaz, palla al centro dove Lautaro insacca forse con un tocco di Marrone.
Al 33esimo Vidal interviene su Reca in area, pestandogli il piede, serve il Var per assegnare il rigore al Crotone. Sul dischetto si presenta Golemic che di destro insacca nonostante Handanovice intuisca l’angolo.
Partita sul due a due dopo mezzora di gioco.
Al 41esimo Lautaro si trova davanti alla porta grazie ad un bell’assist di Lukako, ma l’argentino non è cinico e spreca addosso a Cordaz.
Il Crotone non si spaventa e continua a fare il suo gioco senza timori reverenziali. L’Inter paga la presenza di Vidal che sembra fisicamente in ritardo.
Squadre negli spogliatoi dopo un minuto di recupero.
Bel primo tempo del Crotone che ha saputo sfruttare al meglio le occasione capitatole. I ragazzi di Stroppa hanno messo in campo la solita qualità, costruendo gioco e difendendosi sempre con ordine. Molina e Messias in cattedra come sempre, Reca un po’ deludente.
L’Inter ha giocato a folate, diventando molto pericolosa in almeno altre due occasioni oltre i gol, ma non dando mai continuità al proprio gioco.
La ripresa comincia con una novità nelle fila dell’Inter: Conte manda in campo Sensi al posto di un pessimo Vidal.
Stessi undici per il Crotone.
L’Inter riprende il controllo della partita con il Crotone che si chiude dietro e tenta di prendere campo per le ripartenze.
Al 52esimo pericolosa ripartenza dell’Inter con la palla che gira fino a Sensi sulla sinistra il cui cross al centro viene svirgolato da Marrone con la palla che si perde in angolo.
Passano due minuti e il Crotone protesta per un tocco di mano in area di Brozovic che Aureliano giudica involontario, sul proseguio dell’azione, la palla termina a Riviere che da buona posizione spara altissimo. Buona occasione per i rossoblu.
Al 57esimo l’Inter passa di nuovo in vantaggio. Barella ruba palla, appoggia per Lukako che difende la posizione e di tacco serve Brozovic che libera Lautaro in area, l’argentino scavalca Cordaz con un bel colpo sotto, segnando la sua doppietta di giornata.
Stroppa gioca la carta Simy al posto di Riviere.
Al 64esimo Bastoni lancia lungo per Lukako, il belga controlla benissimo la palla e si libera di Luperto presentandosi solo davanti a Cordaz e battendo il portiere rossoblu.
Il Crotone prova a reagire ma senza lucidità e l’Inter sembra poter approfittare del momento, ma le ripartenze dei nerazzurri si perdono per errori sull’ultimo passaggio soprattutto di Hakimi.
Galiardini fa rifiatare Barella, mentre Stroppa inserisce Magallan al posto dell’ammonito Luperto.
Al 75esimo Lukako si ferma per un problema muscolare, al suo posto Conte inserisce Perisic.
Passano tre minuti e l’Inter chiude la partita. Sensi allarga per Darmian, che poggia per Perisic, due doppi passi del croato e tiro su cui Cordaz si oppone, sulla respinta il più lesto è Lautaro che insacca di testa. Tripletta per l’argentino e partita in cassaforte per i nerazzurri.
All’85esimo triplo cambio per il Crotone, con Conte che inserisce Djidji , Rojas e Vulic al posto di Golemic, Messias e Molina.
Le squadre da una decina di minuti hanno abbassato il ritmo pensando anche alle partite di mercoledì.
All’86esimo l’Inter va di nuovo in rete. Lautaro a centrocampo allarga per Darmian, che si invola in area, palla al centro che arriva a Hakimi, controllo e tiro e palla in rete.
Punizione eccessiva per questo Crotone.
La partita termina così, con un risultato troppo pesante per un Crotone che forse nel secondo tempo ha lasciato troppo campo ad un’Inter spietata.
La testa ora va subito a mercoledì, quando il Crotone ospiterà la Roma allo Scida.
Giatur

Tabellino
Inter (3-5-2):
Handaanovia, Skiniar, De Vrij, Bastoni (Kolarov 81′), Hakimi, Barella (Gagliardini 69′), Brozovic, Vidal (Sensi 45′), Young (Darmian 75′), Lautaro, Lukaku (Perisic 75′).
All. Antonio Conte
Crotone (3-5-2):
Cordaz, Golemic (Djidji 85′), Marrone, Luperto (Magallan 69′), Pereira, Molina (Vulic 85′), Zanellato, Eduardo, Reca, Messias. (Rojas 85′), Riviere (Simy 61′).
All. Giovanni Stroppa
Ammoniti: Reca (C) 8′; Golemic (C) 21′; Luperto (C)m 52′;
Espulsi:
Marcatori: Zanellato (C) 12′; Lautaro (C) 20′; Marrone aut. (C) 31′; Golemic (C) 36′; Lautaro (I) 57′; Lukako (I) 64′; Lautaro (I) 79′; Hakimi (I) 87′.

 

Fonte foto: fccrotone.it

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 29/09/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN CAMPIONATO