Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NEWS

Il sogno salvezza è ancora vivo contro l’Inter serve un’impresa

Michele Affidato- Banner News

La vittoria contro il Chievo ha riacceso, magicamente, i sogni di salvezza di rossoblu. Il distacco dall’Empoli si è ridotto a cinque punti, a otto giornate dalla fine (24 punti in palio) e il campionato si è, inaspettatamente, riaperto. Anche questa domenica i rossoblu giocheranno già consapevoli del risultato dell’Empoli (che anticipa stasera contro il Pescara). Domenica, però, arriva l’Inter, una squadra ferita dall’ultimo scivolone casalingo contro la Sampdoria. I nerazzurri hanno bisogno di punti per restare in zona Europa. Non sarà facile affrontare i nerazzurri che hanno un organico di altissima qualità, ma il Crotone dalla parte sua ha un paio di variabili da sfruttare al massimo. La prima riguarda l’aspetto mentale. I rossoblu non hanno più nulla da perdere e questa situazione potrebbe fornire, quella serenità e quella assenza di pressione che alla lunga potrebbe rilevarsi come un’arma in più, mentre gli avversari sono costretti a vincere non solo per la situazione precaria di classifica, ma proprio perchè sono l’Inter e quindi uno scivolone contro la Cenerentola del campionato non può essere accettata. La seconda variabile è lo Scida, che domani sarà di nuovo colmo come un uovo. I nerazzurri non sono abituati ad un campo del genere, piccolo e stretto, ma soprattutto con i tifosi addosso. Si è vero, giocatori come Perisic, Icardi e Candreva difficilmente si faranno influenzare dal contesto, ma l’impatto con un “campo caldo” potrebbe essere deviante per loro. Oltre a questo, però, i ragazzi di mister Nicola ce la devono mettere tutta, anzi, dovranno fare anche qualcosina in più. Dopo l’ultima vittoria (contro l’Empoli) il Crotone andò a Palermo scarico mentalmente facendo una delle peggiori prestazioni della stagione, speriamo che la situazione non si ripeta. Per la partita di domani, a meno di sgradite sorprese dell’ultima ora, mister Nicola può contare sulla rosa al completo, e potrà, quindi, mettere in campo la migliore formazione. L’allenatore rossoblu è pronto a ripresentare la formazione che domenica scorsa ha battuto il Chievo. All’andata il tallone di Achille dei rossoblu fu la fascia sinistra. Candreva ha eseguito decine e decine di cross, ed il gol di Perisic è giunto proprio da quel lato. A San Siro giocò Mesbah che domani, però, potrebbe accomodarsi in panchina per fare spazio a Martella che dal punto di vista della corsa è più attrezzato dell’algerino. L’unico dubbio del mister è in attacco, visto che Trotta anche a Verona non ha brillato, al suo posto potrebbe giocare Tonev, anche il bulgaro non ha mai convinto più di tanto l’allenatore rossoblu, che è portato a ridare fiducia a Trotta sperando che domani sia la giornata giusta per farlo sbloccare.
Giatur

www.ilrossoblu.it

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 09/10/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN NEWS