Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NEWS

È giunta l’ora di fare gli “squali”: Contro il Chievo si deve vincere

Michele Affidato- Banner News

Ci siamo! Ci sono momenti in cui una squadra deve dimostrare tutto il suo valore, e non parliamo solo di quello sportivo. Ci sono partite in cui il cuore e il carattere prevalgono sulla tecnica e sulla tattica. Ci sono gare in cui non si può sbagliare e in cui l’essere uomo è più importante dell’essere calciatore.

Chievo-Crotone è tutto questo, e forse anche di più.

La partita di domani significa tanto, una vittoria al Bentegodi renderebbe concreto il terzo miracolo calcistico di questo fantastico Crotone. Dopo la promozione in Serie A e la salvezza dell’anno scorso raggiunta all’ultima giornata, domani ci si gioca la permanenza nella massima serie.

Un miracolo sportivo a cui in pochi hanno sempre e costantemente creduto, e tra questi pochi c’è l’allenatore rossoblu, quel Walter Zenga che sin dal suo primo giorno ha saputo conquistare giocatori, società e tifosi, con quel suo fare guascone, e quel modo di mettere in campo la squadra senza mai avere paura dell’avversario, con le sue genialate e i suoi errori, con le sue scelte impopolari alcune volte vincenti e altre meno.

Ed oggi sono tutti in attesa di sentire le parole del mister che, ormai, ha spostato al sabato la sua conferenza pre gara, una scelta dettata, molto probabilmente, da una sona dose d “scaramanzia”.

E Zenga neanche oggi deluderà, evitando di dare indicazioni sulla formazione ma spiegando lo spirito e l’entusiasmo con cui il Crotone si appresta ad affrontare la sfida diretta contro il Chievo.

Per domani, a meno di problemi dell’ultima ora, mister Zenga può contare su tutti i suoi effettivi, escluso Budimir e Benali che hanno terminato il proprio campionato anzitempo.

Gli undici di Zenga sono più o meno definiti. La difesa a quattro è ormai confermata con Faraoni e Martella sulle due fasce, e Ceccherini e Capuano a tenere a bada Inglese al centro della difesa. Centrocampo a tre con Mandragora in cabina di regia, Barberis e Stoian a fare da incursori come mezzala. Al posto di Stoian scalpita Rohden che, in queste ultime settimane, ha saputo conquistarsi la fiducia del mister.

Anche in attacco è difficile prevedere cambiamenti soprattutto dopo i quattro gol rifilati al Sassuolo. Simy sarà la punta, nella speranza che la sua “fortuna” sotto rete non termini prima della fine di maggio, ai suoi lati opereranno Nalini sulla sinistra e Trotta sulla destra, e soprattutto su quest’ultimo sono riposte le speranze offensive del rossoblu. In panchina Ricci e Diaby sono pronti a subentrare per dare vivacità e imprevedibilità all’attacco degli squali.

Ma al di là di chi entrerà in campo domani al Bentegodi, la cosa importante è ricordarsi di essere “squali” con la fame e la cattiveria di uno dei peggiori predatori del mare.

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 29/09/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN NEWS