Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NEWS

Da un campionato a senso unico il Crotone potrebbe rilanciarsi

Michele Affidato- Banner News

Nove giornate alla conclusione di questo noioso campionato. Ed il termine noioso non è legato al torneo del Crotone ma proprio all’andamento di tutto il campionato. Lo scudetto è nelle saldi mani della Juventus (così come lo è sempre stato dalla prima giornata), con 8 punti di vantaggio sulla seconda, difficilmente ci potranno essere sorprese. La zona champions è completata da Napoli e Roma, le cui posizioni non sono mai state in discussione, anche se Inter, Milan e Atalanta, in momenti diversi, hanno provato a insidiarle. Per non parlare della zona retrocessione le. Un ultime tre posizioni sono da sempre, anzi anche da prima che cominciasse il campionato, affidate a Palermo, Pescara e Crotone. Anche l’Empoli, che occupa il primo posto valido per restare in A e non fa nulla per raggiungere la quota salvezza, ha tirato i remi in barca e vivacchia alla giornata sapendo che le ultime tre non rappresentano un vero pericolo. Basta vedere l’andamento del Crotone. Alla 22esima giornate, i rossoblu battono l’Empoli per 4-1 e rilanciano i sogni salvezza, nelle sette giornate successive il Crotone racimola soltanto un misero punto (pareggio interno contro il Sassuolo). I posti in classifica, in questi due mesi, rimangono invariati così come i punti di distanza dall’Empoli. Nelle prossime e ultime nove partite, il Crotone giocherà solo 4 volte allo Scida (contro Inter, Milan, Udinese e Lazio), mentre nelle cinque restanti trasferte, i rossoblu incontreranno in sequenza Chievo, Torino, Sampdoria, Pescara e Juventus. Com’è evidente le trasferte assumono un significato particolare, perchè al di là di quella allo Juventus Stadium, le altre sono alla portata dei rossoblu. Il Crotone, infatti, anche domenica scorsa, contro la Fiorentina, ha dimostrato per l’ennesima volta di potersela giocare. Situazione opposta er le partite casalinghe. Inter , Lazio e Milan appaiono avversari irraggiungibili, anche se non si sa mai, soprattutto come squadre contro l’Inter che le partite facile tendono a sbagliarle spesso e volentieri; mentre l’Udinese potrebbe essere una partita aperta. Sulla bilancia, quindi, di una salvezza quasi impossibile, il piatto delle trasferte pesa molto di più rispetto a quello delle partite interne. Anche se il Crotone, lontano dallo Scida, non ha mai vinto, e ha racimolato soltanto 2 punti (pareggi a Firenze e Genova). Il campionato sembra ormai terminato, ed anche il cambio al vertice tra Raffaele e Gianni Vrenna da l’idea di una stagione finita e di una fase di riprogrammazione per la stagione successiva. “Insomma visto che non ci crediamo più, pensiamo all’anno prossimo” e speriamo che questo messaggio da via Scalfaro non si trasferisca allo spogliatoio. Secondo i numeri e gli andamenti del torneo, le sorti sembrano ormai scritte per tutti, ma questo noioso campionato potrebbe ancora sorprenderci, e chi ci dice che magari la sorpresa di queste ultime giornate, non possa essere proprio il Crotone di mister Nicola?

Giatur

www.ilrossoblu.it

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 29/09/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN NEWS