Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#CrotoneVicenza 0-1 | Crisi profonda per il Crotone senza gioco e senza carattere

Michele Affidato- Banner News

Serata fredda e ventilata allo Scida per questa quattordicesima giornata che vede il Crotone ospitare il Vicenza. Partita delicata e cruciale per i rossoblu che ha bisogno non solo di trovare la vittoria ma anche di cominciare una serie positiva il più lunga possibile per uscire dalle paludi della parte basse della classifica.

Mister Marino presenta qualche novità in campo, anche in vista delle tre partite ravvicinate (si gioca anche lunedì a Terni e sabato prossimo in casa contro la Spal). Turno di riposo per Paz e Molina sostituiti da Cuomo e Nedelcearu. A centrocampo spazio a Benali, Donsa ed Estevez. In attacco a supporto di Mulattieri i due giovanissimi Oddei e Kargbo.

Il Vicenza si presenta con Brocchi in panchina che ha preso il posto dell’esonerato Di Carlo. Il neo allenatore biancorosso si presenta con un’unica punta, Diaw, e un folto centrocampo a cinque.

Dopo i primissimi minuti di studio il Crotone prende in mano le redini del gioco con capitan Benali in cabina di regia che si piazza proprio davanti la difesa e da ordine alla squadra.

Al quinto primo brivido in area vicentina, Oddei supera Calderoni in velocità ed entra in area ma il tiro viene smorzato e termina in angolo.

Al 19esimo primo spunto in avanti del Vicenza che con Dalmonte arriva al tiro impegnando a terra Festa.

Il copione della gara è chiaro: Crotone a fare la partita e Vicenza chiuso nella propria trequarti pronto a sfruttare le riparrtenze.

Al 21esimo ci prova Estevez da fuori area, la palla è tesa ed angolata e Grandi in tuffo riesce a deviare in angolo.

Il Crotone arriva bene fino al limite dell’area avversaria, poi manca quell’ultimo passaggio per essere realmente pericolosi, tant’è che nella prima mezz’ora Mulattieri non ha avuto nemmeno una palla giocabile.

Al 37esimo brivido in area pitagorica: Diaw va via di fisico a Cuomo e poggia al centro per Ranocchiaq il cui tiro viene deviato in angolo da Canestrelli.

Negli ultimi minuti del primo tempo il Vicenza preme con più insistenza ed un bell’intervento di Sala in aria su Diaw salva il Crotone.

I primo tempo finisce così, senza recupero e con il Crotone che entra negli spogliatoi tra i fischi della curva.

I rossoblu hanno sì avuto il controllo del gioco per gran parte della partita ma non sono mai riusciti a rendersi pericolosi, soprattutto Oddei e Kargbo, nonostante il gioco sia sempre passato da loro, non hanno mai saltato l’uomo o creato superiorità numerica, tant’è che il povero Mulattieri è rimasto isolato in avanti chiamato soltanto a saltare di testa sui rinvii di Festa. Poca roba e con un finale di tempo che ha visto il Vicenza andare vicino al gol e il Crotone entrare i confusione. Il dato del possesso palla, 61% a favore dei rossoblu, e dei calci d’angolo (8 a 1 per il Crotone) non deve ingannare, infatti a differenza di questi dati, il Vicenza ha tirato in porta cinque volte contro le solo due conclusioni dei rossoblu. Dati che parlano chiaro sulla mancata concretezza del gioco pitagorico.

Serve qualcosa in più, e tocca al mister capire cosa.

Il Crotone si presenta all’inizio della ripresa con una novità di formazione con Maric al posto di Kargbo.

Al 48esimo Maric ci prova, bel cross di Estevez, l’attaccante rossoblu contrlla in area ma ha la palla sul destro, ed il tiro fiacco viene deviato in angolo da Grandi.

Altra buona occasione per il Crotone al 51esimo, Donsah ruba palla sulla ripartenza del Vicenza, Mulattieri si trova solo in area ma defilato, ed invece di darla a Maric in ottima posizione, prova il tiro a giro che finisce alto.

Cambio di fronte ed è il Vicenza ad essere pericoloso con Diaw che fa tutto da solo in area, si libera e prova il tiro di potenza ma la palla finisce alta.

La partita ora è più divertente e le occasioni fioccano da una parte e dall’altra. Al 47esimo è Calderoni a finalizzare una bell’azione insistente dei vicentini, ma Festa è pronto alla respinta.

Mister Marino  inserisce Zanellato per Donsah.

Al 65esimo il Vicenza passa con Giacomelli, appena entrato, ma l’arbitro annulla per fuorigioco, confermato poi dal Var.

Passa un minuto e Giacomelli la rimette dentro, e questa volta non c’è il Var a fermare il Vicenza, che passa in vantaggio.

Il Crotone prova a reagire ma la squadra appare confusa e senza idee, con giocatori, come Oddei e MAric che appaiono proprio fuori dalla partita.

Il signor Guia assegna cinque minuti di recupero, in cui non succede proprio nulla se non la contestazione dei tifosi rossoblu stanchi di una squadra che sembra ormai rassegnata.

Il Crotone non c’è più. La cura Marino non sta funzionando, forse perchè il malanno non è negli schemi o nella tattica, ma nella squadra che non va non reagisce, non gioca ma soprattutto non lotta.

Così è retrocessione sicura.

Giatur

 

Tabellino

Crotone 4-3-3:

Festa, Nedelcearu (Giannetti 72′), Canestrelli, Cuomo, Sala (Molina 72′), Benali, Estevez, Donsah (Zanellato 47′), Kargbo (Maric 46′), Mulattieri, Oddei (Borello 82′).

All. Pasquale Marino

Vicenza 4-2-3-1:

Grandi, Bruscagnin, Zonta, Brosco, Calderoni, Padella, Ranocchia, Di Pardo (Pontisso 72′), Proia, Dalmonte (Giacomelli 64′), Diaw.

All. Cristian Brocchi

 

Ammoniti: Ranocchia (V) 32′; Oddei (C) 41′; Benali (C) 80′; Zonta (V) 94′.

Espulsi:

Marcatori: Giacomelli (V) 66′;

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Trony Laterale – Scad. 20/07/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN CAMPIONATO