Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#CrotonePicerno | Qui Crotone: Niente distrazioni, testa solo al Picerno

Michele Affidato- Banner News

Qui Crotone |  Primo giro di boa effettuato. Con la decima giornata, che ha visto la vittoria del Crotone a Torre del Greco, abbiamo superato il primo quarto del campionato.

Il copione del torneo sembra già scritto, con la battaglia per il primo posto che vede protagonista soltanto tre squadre: Crotone, Catanzaro e Pescara.

Ma questo è un campionato strano. Il Catanzaro ha perso gli unici punti pareggiando a Cerignola, il Crotone è scivolato a Foggia e ha pareggiato a Potenza; il Pescara, al di là dello scontro diretto perso con il Crotone, ha pareggiato a Giugliano e con il Monterosi in casa.

Com’è evidente, in questo campionato è altissimo il rischio di perdere punti con squadre di rango inferiore, in partite che sulla carta sono già segnate ma che poi, in campo, si tramutano in tranelli diabolici.

Ecco perchè il Crotone domani non può e non deve abbassare l’attenzione, avere la testa già al derby oppure pensare già al Catanzaro.

Ma mister Lerda su questo pone massima attenzione. La filosofia del “un passo alla volta”, predicata dall’allenatore rossoblù sin dalla prima giornata, oggi diventa di estrema attualità.

Contro il Picerno non si può sbagliare. I lucani, terzultimi, arrivano a Crotone senza nulla da perdere. Faranno le barricate nella loro area di rigore, si difenderanno in undici, dando fondo a tutto il repertorio di espedienti e trucchetti per cercare di innervosire i rossoblù.

L’abbiamo già visto, l’abbiamo già subito e, soprattutto, l’abbiamo già superato. Contro la Virtus Franavilla ne abbiamo avuto un classico esempio.

Il Crotone dovrà quindi mettere in campo il suo solito gioco, fare la partita, cercare il gol, non perdere mai gli equilibri e avere pazienza, senza mai scoprirsi ma, soprattutto, senza mai innervosirsi.

Il copione della gara è già scritto, ora toccherà agli interpreti seguirlo o improvvisare, magari sorprendendo platea e avversari.

Per domani, dovrebbero essere tutti a disposizione di mister Lerda a eccezione di Marco Carraro, che sta superando i postumi dell’intervento alla mandibola dopo la frattura procuratosi a Foggia.

L’allenamento di rifinitura di oggi darà al mister le ultime risposte su eventuali dubbi, ma difficilmente sconvolgerà gli undici che scenderanno in campo.

La formazione di domani dovrebbe essere la stessa che ha vinto a Torre del Greco contro la Turris, con Branduani in porta, Calapai, Golemic, Cuomoe Giron nella linea difensiva, Petriccione, Awua e Tribuzzi in mediana e Chiricò, Kargbo e Gomez in attacco.

Le novità, se ci saranno, potrebbero essere più sulla posizione in campo che non sugli uomini che scenderanno dal primo minuto.

Mister Lerda, infatti, sta pensando da tempo di invertire il triangolo di centrocampo che, oggi, prevede il vertice basso davanti la difesa, ma che in una versione più offensiva ha il vertice alto a ridosso della punta. Ruolo che potrebbe ricoprire sia Petriccione che Tribuzzi. Una modifica questa che, visto che non richiede cambiamenti negli interpreti, potrebbe avvenire anche a partita in corso. Trasformare lo schema da un 4-3-3 in un 4-2-3-1 potrebbe essere proprio quella variante al copione che potrebbe sorprendere pubblico e avversari.

Ora però la palla passa al campo, l’unico vero insindacabile giudice di questo gioco.

Giatur


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO