Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#CrotonePescara 4-1 I Poker rossoblu e la pratica Pescara è archiviata

Simy, Messias, Armenteros e Benali firmano la vittoria del Crotone
Michele Affidato- Banner News

Serata strana allo Scida che ospita lo scontro tra Pescara e Crotone.
Mister Stroppa deve fare a meno di Curado fermato dalla febbre, e schiera Golemic con Cuomo e Marrone. Centrocampo confermato con Messias e Benali a mezzala e Barberis in cabina di regia, attacco affidato nuovamente alla coppia Armenteros Simy.
Squadre schierate a specchio con Le Grottaglie, oggi squalificato, che si affida alla coppia d’attacco Galano, Bodic.
Le squadre nei primi minuti si studiano ma è il Crotone a prendere subito il controllo della gara e a collezionare due calci d’angolo nei primi 7 minuti. Sul secondo Messias si libera al tiro, Fiorillo respinge e Armenteros non riesce a ribattere in rete.
Al nono il Crotone passa, Benali trova Armenteros fuori dall’area, lo svedese si inventa un campanile che libera Simy solo davanti al portiere avversario, il nigeriano controlla al volo e insacca all’angolo.
Tutti aspettano la reazione del Pescara, ma invece è il Crotone che va di nuovo vicino al gol con Armenteros che si libera di esterno del suo marcatore e fa partire un sinistro che sfiora l’incrocio.
Passano due minuti ed è il Pescara a rendersi pericoloso con Memushaj il cui sinistro impegna Cordaz in un bel intervento.
Cambio di fronte e Crotone di nuovo pericoloso con Barberis il cui tiro a colpo sicuro viene ribattuto da Del grosso.
Al 17esimo Simy ha un’altra palla: lancio di Benali il bomber rossoblu si presenta solo davanti a Fiorillo ma il suo pallonetto viene tolto dalla porta da Drudi che salva la sua squadra.
Al 21esimo altra occasione per il Crotone con Messias che si infila in area e tocca la palla ad effetto, Fiorillo la guarda e la sfera si ferma sul palo, con Benali che a un passo non ha la prontezza di ribattere in rete.
Al 28esimo prima palla gol del Pescara con Bocic che si trova solo davanti a Cordaz mia il cui diagonale si perde largo.
Al 34esimo UIL Crotone raddoppia, Molina ruba palla a centrocampo e si accentra trovando un corridoio perfetto per Messias che si presenta solo davanti a Fiorillo, il pallonetto questa volta è irraggiungibile per i difensori pescaresi.
Passano due minuti ed il Crotone aumenta il vantaggio con Armenteros che recupera una palla al limite dell’area e di sinistro insacca all’angoletto.
Dopo il terzo gol i rossoblu si sono messi in modalità “controllo partita” facendo girare la palla ed evitando qualsiasi pericolo.
Al 45esimo il signor Rubilotta mette fine al primo tempo.
Fino ad ora in campo c’è stata una sola squadra. Il crotone non ha solo fatto tre gol, ne ha sbagliati almeno altrettanto ma soprattutto non ha mai dato l’impressione di mollare il controllo della partita.
Un primo tempo perfetto per i ragazzi di Stroppa che ha consentito alle individualità, soprattutto Messias e Armenteros di esaltarsi.
La ripresa comincia con una novità nello schieramento del Pescara: mister Battisti, che oggi sostituisce lo squalificato Legrottaglie, inserisce una punta, Borrelli, per un difensore, Del Grosso, passando alla difesa a quattro. Il neo entrato si fa subito notare per un brutto intervento su Marrone che gli costa un cartellino giallo.
Al 52esimo il Crotone chiude la partita, Simy, servito in area da Gerbo, prova il diagonale, Fiorillo respinge e Benali insacca senza difficoltà.
Il cambio di modulo del Pescara non ha dato i frutti sperati, anzi, ha dato la possibilità al Crotone di essere più pericoloso, tant’è che due minuti solo il gol, Armenteros ha la palla buona dal limite dell’area ma il suo tiro risulta centrale e Fiorillo si oppone in due tempi.
Al 58esimo il Pescara si affaccia di nuovo dalle parti di Cordaz con un colpo di testa centrale di Borrelli che il portiere rossoblu non hai problemi a controllare.
La partita comincia a diventare noiosa con il Pescara che non riesce a creare problemi alla retroguardia rossoblu, tranne al 70esimo quando un rinvio sbagliato di Molina libera Crecco al tiro, ma l0attaccante abruzzese è sfortunato e la palla termina sul palo.
Il Pescara ci prova e al 73esimo è Borrelli ad avere la palla buona ma Marrone interviene in scivolata e salva la propria porta.
Passano due minuti e il Pescara accorcia le distanze con Galano che sfrutta un bel cross di Crecco.
Gli abruzzesi ci credono e dopo un minuto dal gol prendono un altro palo con Clemenza.
All’85esimo nuova occasione per Borrelli ma Cordaz è pronto e para.
Questa fase di gioco si sta caratterizzando per i tanti errori dei rossoblu che stanno concedendo troppo agli abruzzesi.
Al 93esimo il Crotone si riaffaccia dalle parte di Fiorillo con Crociata che prova il suo classico tiro a giro con la palla che sfiora il palo.
La partita finisce così con il Crotone che conquista i tre punti con una prestazione convincente fino al quarto gol, dopo la rete di Benali i rossoblu si sono fermati e il Pescara ha fatto vedere qualcosa, sfruttando i tanti errori dei giocatori del Crotone.
Rossoblu al quarto posto a un punto dalla terza e a tre dal Frosinone, secondo. Ora però bisogna pensare all’Entella.
Giatur

Tabellino
Crotone 3-5-2:
Cordaz, Golemic, Marrone, Cuomo, Gerbo (Mazzotta 74’), Benali, Barberis, Messias (Crociata 61’), Molina, Simy, Armenteros (Jankovic 64’).

Pescara 3-5-2:
Fiorillo, Bettella, Drupi, Del Grosso (Borrelli 45’), Zappa, Memushaj (Busellato 76’), Palmiero, Melegoni, Crecco, Galano, Bocic (Clemenza 61’).

Ammoniti: Golemic (C) 18’; Marrone (C) 22’; Borrelli (P) 46’; Palmiero (P) 51’; Jankovic (C) ) 91’.
Espulsi: Bojonv (P) 27’;
Marcatori: Simy (C) 9’; Messias (C) 34’; Armenteros (C) 36’; Benali (C ) 52’; Galano (P) 75’;
Note: 5629 spettatori

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 29/09/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN CAMPIONATO