Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#CrotoneJuveStabia | Mister Lerda: “Juve Stabia avversario difficile, il Crotone deve essere più cinico”

Michele Affidato- Banner News

#CrotoneJuveStabiaMister Lerda nella tradizionale conferenza stampa pre-partita ha analizzato i temi della gara di domani tra Crotone e Juve Stabia.

“Sarà una gara difficile e insidiosa – ha esordito l’allenatore rossoblù – contro un avversario molto ben organizzato soprattutto in fase di non possesso, che lavora bene di squadra e gioca molto corta, stretta tra i reparti. Questi sono le difficoltà che incontreremo. Avremo pochi varchi e dovremo avere pazienza durante tutta la gara. Dovremo avere la capacità di mettere i nostri giocatori di esprimersi al meglio e allo stesso tempo stare attenti alle loro ripartenze. La Juve Stabia ha un centrocampo molto esperto, che sa palleggiare e che sa interpretare le diverse fasi della partita”.

Parlando invece del Crotone, l’allenatore ha voluto rispondere ad alcune critiche sull’intensità del gioco dei rossoblù.

“Se pensiamo che solo per il fatto di chiamarci Crotone finiremo le partite in goleada ci sbagliamo di grosso. Le partite sono sempre molto difficili e lo diventano molto di più quando non riusciamo a chiuderle, se ne hai le possibilità. In questo momento l’unica cosa che possiamo rimproverarci è proprio questa: abbiamo necessità di essere un po’ più cinici, così le partite da molto difficili diventano solo difficili. Nell’ultima partita abbiamo avuto questa opportunità, non l’abbiamo sfruttata e le partite si trasformano. Questo per noi non è un problema, non c’è allarmismo, dobbiamo soltanto fare meglio”.

Per la partita di domani, tutti disponibili per mister Lerda, anche Carraro che finalmente sarà convocato.

Kargbo è rientrato ieri dalla sua nazionale, si è allenato ieri e oggi ed è ok. Carraro è disponibile ed è convocato, e anche Golemic ci sarà. Abbiamo preparato bene questa gara, in settimana abbiamo lavorato bene. Carraro è tra i giocatori che, quando sarà in condizione, per noi sarà molto importante, ha capacità tecnico tattiche e completa il reparto di centrocampo. Lui sicuramente ci darà una mano”.

Il mister indica anche qual è la strada per evitare di andare in difficoltà anche nel corso della partita, soprattutto quando il Crotone cala un po’ d’intensità.

“Questa squadra deve migliorare nella condizione generale. Dobbiamo recuperare alcuni giocatori coi i quali aumenteremo l’intensità e la qualità di gioco, ed io avrò anche più alternative a disposizione. Ogni gara ci insegna qualcosa. Noi le rivediamo cercando di migliorare ciò che non ha funzionato”.

Tra le cose che invece hanno funzionato c’è anche Tribuzi che a Potenza ha giocato nel trio d’attacco.

“Tribuzi è nato in quel ruolo, l’ha sempre fatto. Noi abbiamo ritenuto che lui possa fare bene anche la mezzala interna, ma di solito ha sempre giocato alto ed esterno. Abbiamo questa opzione che, a secondo delle partite, potremo sfruttare”.

Sui torti arbitrali subiti dal Crotone nelle ultime gare, il mister, si traveste da pompiere e getta acqua sul fuoco.

“Noi sbagliamo, gli arbitri sbagliano, tutti possiamo sbagliare. Dobbiamo stare più attenti, soprattutto io e la panchina in generale. Dobbiamo controllarci e avere un certo equilibrio. Spesso le partite sono in equilibrio e c’è tanta tensione, ma noi dobbiamo fare meglio dal punto di vista caratteriale”.

Un occhio, infine, al calendario che vede un ottobre pieno d’impegni a partire dai prossimi otto giorni in cui il Crotone giocherà tre volte allo Scida (Juve Stabia e Avellino, e mercoledì in Coppa Italia contro il Messina.

“La Coppa Italia ci consentirà di far mettere minuti nelle gambe a chi ha giocato poco, tranne Tumminello che è squalificato (insieme a Chiricò). Noi non dobbiamo fare tanti calcoli più in là della partita di domani. Sprecheremmo solo energie mentali. Dobbiamo concentrarci esclusivamente sulla partita di domani. Da domenica penseremo al resto. Dobbiamo guardare una partita alla volta senza guardare ciò che fanno gli altri. Dobbiamo mantenere un equilibrio tale da consentirci di ragionare nel modo più razionale possibile. Queste sono le cose che alla lunga fanno la differenza e che portano quel punto o quei punti in più che ti consentono di occupare questa o quella posizione”.

In ultimo, ma non per importanza, il riconoscimento al tifo rossoblù.

“Noi vogliamo rendere orgogliosi i nostri tifosi con una prestazione adeguata e conquistando i tre punti. Questo è il nostro obiettivo per onorare i nostri tifosi, che ci seguono anche in trasferta. Loro sono il nostro stimolo migliore che ci spinge sempre a fare meglio”.


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO