Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#CrotoneJuveStabia 1-0 | Colucci: “Accetto la sconfitta ma non condivido alcune decisioni arbitrali”

Michele Affidato- Banner News

#CrotoneJuveStabia 1-0 | Una sconfitta maturata a metà ripresa con una rete di Gomez per il Crotone sugli sviluppi di un calcio di punizione in area di rigore. La Juve Stabia esce sconfitta ma non ridimensionata dalla sfida al vertice dello Stadio Comunale “Ezio Scida”. Una prova importante al cospetto della capolista per le Vespe, una prova analizzata in sala stampa dal tecnico campano Leonardo Colucci.

“Non è vero che non si può vincere contro il Crotone, altrimenti in queste occasioni andremmo a fare una gita fuori porta. Io non ho mai parlato degli arbitri ma oggi su un tiro di un nostro calciatore uno degli avversari è andato con la mano a terra prendendo la palla, credo che la regola dica che è rigore. Non si può dare nello stesso modo una punizione in area. Per il resto accetto il risultato, ho la cultura della sconfitta e della vittoria. E’ la prima volta da quando faccio l’allenatore che dico una cosa del genere. Questo non toglie il mio rispetto verso la squadra e la società del Crotone, non mi è piaciuto il “due pesi e due misure”. In qualsiasi partita si può fare risultato”.

Sulla prova offerta dalla squadra il tecnico ha le idee chiare.

“Mi aspettavo che in avanti facessimo qualcosina in più, l’atteggiamento di qualche ragazzo non mi è piaciuto. Voglio che i miei ragazzi sbaglino anche i passaggi ma non si deve sbagliare l’atteggiamento. Nel calcio si corre ma anche si rincorre. Se qualcuno non vuole fare questo ha trovato l’allenatore sbagliato. Non mi sono piaciuti davanti, ci vuole anche cattiveria agonistica, lo richiede lo sport. Se viene meno questo si dovrebbe fare un altro sport, forse giocare a dama viene meglio”.

Sulla scelta di Gerbo dal primo e altre varianti in gara mister Colucci chiarisce.

“Silipo ha qualche problemino quindi va gestito. Venire a giocare in un campo come Crotone richiede avere sostanza. Bisogna valutare anche chi può subentrare. Le assenze sono state valutate con calciatori e staff sanitario, qualche scelta è stata fatta in questo senso. L’importante e che la squadra dia sempre il massimo”.

Una Juve Stabia che ha anche mostrato una reazione, sopratutto ad inizio ripresa.

“L’amarezza è nel momento in cui non stai rischiando e prendi una situazione di questo tipo. Preferivo un rigore contro che una punizione di quel tipo. Volevo prendere un altro tipo di gol, una giocata da fuori area, un tiro di Chiricò, non ricordo una punizione così da quando c’era la buonanima di Bearzot. Questa cosa, non lo so, non l’ho capita”.

 

L.V.


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO