Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

DIRETTE

#CrotoneCosenza 3-3 | Derby pirotecnico ma il punto serve a poco o niente

Michele Affidato- Banner News

Serata fredda e ventilata allo Scida per questo derby di Calabria all’insegna della salvezza. Partita delicata per entrambe le compagini con gli Squali messi peggio in classifica ma che vogliono in tutti i modi eseguire l’operazione “acchiappo”.

Partita delicata per il Crotone che ha un unico risultato utile, forse anche per salvare la panchina del suo allenatore.

Mister Modesto presenta una difesa inedita con Sala nella linea a tre dei difensori. Fasce affidate a Calapai e Giannotti. In mediana tornano Estevez e Awua, all’attacco Borello e Maric a sostegno di Mulattieri.

La partita comincia con le squadre che si studiano senza mai affondare, anche perchè la gara è nervosa e gli errori si vedono da una parte e dall’altyra.

Al nono prima palla gol per il Crotone con Borello che pennella al centro ma Maric fa lo stesso movimento di Mulattieri e l’occasione si perde.

I pitagorici cominciano a premere e all’undicesimo bel cross di Calapai che la difesa brutia mette in angolo.

Sul corner occasionissima per il Crotone, Giannotti crossa rasoterra, palla a Borello sul dischetto del rigore che prova il diagonale, palla colpikta male che però finisce sui piedi di Maric che non riesce a correggerla con la giusta forza e Vigorito, in due tempi, sventa l’opportunità.

Al 17esimo altra occasione per il Crotone, Maric si allarga a sinistra e la mette al centro, Mulattieri di spalle alla porta, stoppa e poggia per Borello che arriva con il piede sbagliato sulla palla, stop giro e tiro respinto dalla difesa brutia.

Passano due minuti e di nuovo Borello ha la palla giusta ma anche questa volta il fantasista pitagorico arriva scoordinato e sciupa di nuovo.

Cambio di fronte ed è il Cosenza che va vicino al gol con Kongolo il cui tiro viene deviato in angolo.

Il Crotone continua a fare la partita ed il Cosenza prova a sfruttare qualche ripartenza come al 29esimo quando Laura prova il diagonale che lambisce il palo alla destra di Saro.

Passa un minuto ed il Cosenza va in vantaggio; contropiede chirurgico di Laura che supera prima Sala poi Saro e insacca a porta vuota.

Il Crotone subisce il contraccolpo per lo svantaggio decisamente immeritato e va in confusione con il Cosenza che prende campo e gestisce questa parte di gara.

Mister Bisoli costretto al primo cambio con Ndoj che lascia il posto a Carraro.

Al 39esimo Laura si presenta di nuovo solo davanti a Saro ma questa volta il portiere rossoblu è bravo a chiudere la porta e a respingere il tiro in angolo.

Il signor Massa assegna tre minuti di recupero.

E come a Lecce, il Crotone prima della fine del primo tempo riesce a distruggere tutto ciò che ha costruito. Punizione dalla destra, la palla arriva sul secondo palo dove xxx riesce ad appoggiare in porta senza disturbo.

Due a zero per i lupi e pitagorici che a testa bassa tornano negli spogliatoi.

Sicuramente un risultato bugiardo vista la prima mezzora della partita in cui il Crotone ha sprecato almeno tre palle gol, ma al 39esimo la partita della squadra di Modesto è finita: al gol di Laura il Crotone subisce il contraccolpo e si spegne. Con la rete di Caso al terzo minuto di recupero, la partita si mette in salita e il Crotone compromette tutto ciò che di buono è riuscito a fare nel primo tempo. Un vero peccato, perchè i ragazzi di Modesto sono stati solo sfortunati e imprecisi sotto porta ma hanno dominato per almeno 35 minuti.

Ora toccherà a mister Modesto cercare in panchina qualcuno che possa “sconvolgere” la gara e rimetterla sui binari giusti, ma l’impresa appare più che ardua.

La ripresa comincia con una novità: nelle fila del Crotone Kargbo al posto di Giannotti. Difesa a quattro per la squadra di Modesto mentre a centrocampo scala Borello.

IL Crotone spinge ma si presta alle ripartenze del Cosenza come al 49esimo quando Laura si presenta di nuovo davanti a Saro, ma questa volta è GOlemic a recuperare e a salvare la porta del Crotone.

Al 52esimo il Crotone riapre la partita su calcio d’angolo con Maric che insacca dopo il tocco di testa di Kargbo.

Passa un minuto e un tiro di Borello viene fermato con la mano da un difensore del COsenza. MAssa non vede e, per la prima volta in stagione interviene il var: è rigore. Sul dischetto si presenta Maric che insacca nonostante Vigorito abbia azzeccato l’angolo.

Lo Scida è una bolgia e spinge i ragazzi di Modesto alla vittoria.

Al 61esimo bell’incursione di Calapai il cui cross attraversa tutta la porta di Virgorito e viene messo in angolo da Vaisanen.

Passano due minuti e inaspettatamente il Cosenza trova il terzo gol con Liotti che ribadisce in rete da pochi passi una respinta corta di Saro su tiro di Caso.

Una doccia fredda per i pitagorici.

Modesto cambia e inserisce Kone e Marras per Borello e Estevez.

Passa un minuto e Kargbo ha sul destro la palla buona ma la conclusione si perde alta.

All’87esimo bel cross di Sala, Mulattieri incorna benissimo ma Vigorito in tuffo salva in angolo.

Il signor Massa assegna cinque minuti di recupero.

Il Crotone ci prova e al 92esimo trova il gol del pareggio sempre con Maric che in mischia riesce ad insaccare.

Passano altri due minuti e il Crotone va vicino al gol partita: Marras si infila a destra crossa e un difensore brutio devia quasi in gol.

E’ l’ultimo brivido di un derby combattuto e per certi aspetti controverso. Un pareggio che non serve a nessuno, forse più al Cosenza che al Crotone, e nonostante la contestazione della curva Sud a questo Crotone oggi si può dire poco o niente.

Anzi la voglia e la grinta che i ragazzi di Modesto ci hanno messo oggi, fa nascere solo il rammarico di tante partite in cui questo carattere non si è visto.

Giatur.

 

 

Tabellino

Crotone (3-4-2-1):

Saro, Nedelcearu, Golemic, Sala, Calapai, Estevez (Marras 68′), Awua, Giannotti (Kargbo 46′), Borello (Kome 68′), Maric, Mulattieri.

All. Ciccio Modesto

 

Cosenza (3-5-2):

Vigorito, Camporese, Rigione, Vaisanen, Situm, Kongolo, Palmiero, Ndoj (Carraro 34′), Liotti (Hristov 78′), Laura, Caso (Mllico 78′).

All. Pierpaolo Bisoli

 

Ammoniti: Caso (CS) 41′; Giannotti (KR) 45+2; Vaisanen (CS) 58; Liotti (CS) 60′; Awua (KR) 74′; Carraro (CS) 85′;

Espulsi:

Marcatori: Laura (CS) 39′; Caso (CS) 45+3′; Maric (KR) 52′; Maric (KR) 55′; Liotti (CS) 64′; Maric (KR) 92′.


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN DIRETTE