Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#CrotoneChievoVerona 1-1 | Crotone: ci vuole più cattiveria…

Molina porta in vantaggio i rossoblu che controllano la partita ma si fanno raggiungere nel finale
Michele Affidato- Banner News

Un caldo pomeriggio riaccoglie il calcio allo Scida.
Non è certo il solito spettacolo a cui eravamo abituati, e non è facile raccontare un evento sportivo in un clima surreale.
Il pubblico, il cosiddetto dodicesimo uomo in campo, oggi non c’è, ed il silenzio è assordante.
Dalla tribuna stampa si sentono solo le voci dei giocatori e le urla dei mister.
Qualcuno si chiede se questo è calcio, e onestamente noi non abbiamo la risposta.
La Curva Sud, comunque, riesce a segnare la sua presenza con due striscioni, appesi non si sa quando, il primo in onore delle vittime da Coronavirus, il secondo dedicate agli infermieri e dottori che hanno combattuto il Covid19.

Mister Stroppa, che deve rinunciare allo squalificato Messias e agli infortunati Gigliotti, Jankovic, Mazzotta, Spolli e Zak, scioglie i dubbi della vigilia con alcune scelte inaspettate. In difesa Curado lascia il posto a Cuomo, che fa reparto con Marrone e Golemic, mentre a centrocampo, accanto a Barberis e Benali, Zanellato viene preferito a Crociata. In attacco la coppia formata da Armenteros e Simy.
Mister Aglietti, invece, conferma la sua squadra con l’unica novità di Garritano in campo al posto di Esposito che si accomoda in panchina. In attacco il Chievo schiera il trio formato da Giaccherini, Vignato e Djordjevic.

La partita
Se qualcuno si aspettava una partita soft si è proprio sbagliato. Le due squadre cominciano di gran lena con pressing alto e ripartenze veloci. Nei primi minuti sembra che il Chievo abbia più lucidità tant’è che già al quinto Barberis è costretto a fermare Giaccherini in ripartenza e becca un cartellino giallo. Passano due minuti edil Crotone è pericoloso, gran controllo di Gerbo supera l’uomo e si lancia verso l’area avversaria, bell’apertura verso Armenteros che in area invece di tirare al volo stoppa e perde il tempo.
Al nono si ferma Giaccherini che chiede il cambio, al suo posto Ceter.
Disattenzione della difesa rossoblu e Djordjevic si trova la palla buona ma non riesce a trovare il colpo sotto porta.
Il Chievo sembra crescere mentre il Crotone ha difficoltà nel costruire l’azione. I gialloblù si chiudono bene e ripartono veloce, mentre gli uomini di Stroppa hanno difficoltà a trovare tempi e spazi di inserimento.
E alla prima occasione in cui il Crotone riesce a distendersi passa in vantaggio. Bell’azione al 21esimo del Crotone che libera Benali sulla fascia destra, palla all’indietro verso l’accorrente Molina che di piatto insacca all’angolino.
Ci si aspetta la reazione del Chievo ma in realtà il Crotone prende il possesso del gioco e i giallo blu sono costretti a giocare in ripartenza.
Al 35esimo occasionissima per il Crotone, triangolazione di testa tra Zanellato e Simy con il centrocampista rossoblu che si ritrova solo davanti a Semper, ma manca la palla clamorosamente.
Passano 9 minuti ed è di nuovo Zanellato ad avere la palla gol, ma la scivolata del rossoblu, in anticipo sul portiere, si perde di pochissimo al lato.
Il signor Ros concede un minuto di recupero.
Il primo tempo si chiude così con il Crotone meritatamente in vantaggio e con il rammarico di non aver fatto il secondo. Il Chievo, forse a causa della perdita di Giaccherini, copre bene, riparte veloce, ma negli ultimi trenta metri non trova il guizzo giusto.

La ripresa comincia con gli stessi ventidue che hanno terminato il primo tempo.
Al 51esimo, calcio d’angolo di Barberis, Cuomo di testa, da buona posizione, manda alto di testa.
Al 60esimo mister Stroppa fa la sua prima mossa inserendo Mustacchio al posto di Gerbo.
La partita non si accende, molti scontri e molta corsa ma poco gioco e nessun pericolo per entrambi i portieri.
Al 70esimo altro calcio d’angolo per il Crotone e altro colpo di testa di Cuomo sotto misura che finisce alto sulla traversa.
Il caldo comincia a farsi sentire e gli errori da una parte e dall’altra si moltiplicano.
Ultimi tre minuti per Maxi Lopez che Stroppa inserisce per tentare di diminuire la pressione del Chievo che negli ultimi è aumentata.
Il Chievo pareggia, cross di Leverbe dalla destra e da dietro Molina spunta Ceter che di testa batte Cordaz.
Ros assegna 4 minuti di recupero.
Al 92esimo il Chievo sfiora il colpaccio con un bel tiro dalla distanza di Esposito che si perde di poco sopra la traversa.
La partita termina così con un pareggio strappato alla fine che nn racconta la vera partita.
Cordaz per i 90 minuti non è mai stato chiamato ad un intervento, ma il Crotone non è riuscito a mettere quella cattiveria in campo per chiudere la partita.
Il Frosinone è stato bloccato a Trapani sullo zero a zero e la classifica in vetta non è cambiata.
Ora si deve pensare alla prossima a Perugia dove Stroppa dovrà fare a meno di Barberis che con l’ammonizione di oggi entra in squalifica.

Tabellino:

Crotone (3-5-2):
Cordaz, Cuomo, Marrone, Golemic (Curado 71’), Gerbo (Mustacchio 60’), Zanellato (Gomlet 87’), Barberis, Benali, Molina, Armenteros (Crociata 71’), Simy (Maxi Lopez 87’)
All. Stroppa

Chievo (4-3-3):
Semper, Dickmann, Leverbe, Regione, Renzetti, Obi (Ongenda 79’), Segre, Garritano (Morsay 69’), Giaccherini (Ceter 9’), Vignato (Esposito 69’), Djordjevic (Grubac 79’)
All. Aglietti

Ammoniti: Barberis (Cr) 4’; Marrone (Cr) 39’; Rigione (Cv) 51’; Obi (Cv) 55’; Molina (Cr) 75’;

Marcatori: Molina (Cr) 21’; Ceter (Cv) 88’;


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO