Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

IN EVIDENZA

#CrotoneBologna 2-3 | Cosmi: «Rabbia e orgoglio, la squadra dovrà onorare la maglia»

Foto: Andrea Rosito
Michele Affidato- Banner News

#CrotoneBologna 2-3 | Una sconfitta, sicuramente immeritata, ma che lascia il rammarico e l’amaro il bocca al tecnico Serse Cosmi. Il Crotone non riesce a conquistare il successo contro il Bologna di Sinisa Mihajolivic nonostante il doppio vantaggio iniziale. Un copione già visto, una gara che ricalca la stagione degli squali. A parlare a fine match è stato l’allenatore rossoblù.

«Siamo andati sul doppio vantaggio disputando un primo tempo perfetto, nonostante qualche piccolo errore che ci può stare, anzi ci sono state un paio di situazioni dove potevamo anche arrotondare il risultato che sarebbe stato per noi importantissimo. Nella ripresa abbiamo consegnato un primo pallone in modo banale agli avversari, si erano avute le avvisaglie di una squadra entrata in campo con un pò di rilassatezza. Il Bologna ha cambiato la squadra, era estremamente offensivo, bisognava saper difendersi, non siamo riusciti a contenerli nella ripresa in particolare sulle corsie esterne. Abbiamo subito due reti non solo con la difesa schierata ma direi con tutta la squadra schierata».

Il tecnico è consapevole del colpo psicologico che potrebbe subire la sua squadra.

«Sicuramente questa sconfitta è una mazzata, se perdi e dall’inizio dimostri di essere inferiore lo accetti. Oggi, così come a Roma contro la Lazio non era impossibile fare risultato. Abbiamo incassato due 3-2 in altrettante gare, risultati che potevano essere capovolti in nostro favore e che ci mettono sicuramente in una situazione di enorme disagio. Vorrei lanciare un segnale chiaro: d’ora in poi si giocherà delle partite, nelle quali chi si aspetta di giocare contro un Crotone arrendevole si sbaglia di grosso. Nelle ultime tre sfide abbiamo fatto otto gol, se questo non basta per portare a casa più di tre punti tutto diventa problematico. Ci sarà una settimana in più di tempo per recuperare anche se alcuni calciatori non ci saranno per nazionali ed infortuni. Chi andrà in campo dovrà dare un pizzico di rabbia e orgoglio».

Sul finale di stagione.

«Noi non viviamo una situazione normale, a livello psicologico per noi le sconfitte sono feroci. Noi non possiamo permetterci di perdere, anche andare in vantaggio di due gol per noi è un’impresa figurarsi perdere poi queste gare. E’ un dolore duro da sopportare, questo però è il mestiere dell’allenatore, bisogna incassare e andare a vanti, la squadra come hanno chiesto i tifosi dovrà onorare la maglia».

L.V.


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN IN EVIDENZA