Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

#CrotoneAvellino 2-0 | Mister Lerda soddisfatto del suo Crotone: “Possiamo ancora fare meglio”

Michele Affidato- Banner News

#CrotoneAvellinoMister Lerda entra in sala stampa soddisfatto per la prestazione dei suoi ragazzi e risponde con schiettezza alle domande dei giornalisti.

“I ragazzi, tutti, hanno fatto una bella prestazione. – esordisce l’allenatore del Crotone – Sapevamo che sarebbe stata una partita non semplice e lo è stata. L’Avellino nei primi venti minuti ha pressato molto, non è stato un inizio semplice, merito loro che ci pressavano alti e forte. Poi abbiamo preso le distanze, siamo passati in vantaggio e abbiamo avuto due tre occasioni per raddoppiare prima della fine del primo tempo. Negli spogliatoi ci siamo detti che dovevamo cominciare la ripresa bene, forte e con qualità. L’abbiamo fatto. Forse l’unico rammarico e non aver chiuso la partita prima. Sono contento della prestazione dei ragazzi e dell’atteggiamento, della capacità di lettura delle diverse fasi della gara. Abbiamo sempre mantenuto equilibrio, abbiamo attaccato con più uomini. E sono contento anche perché oggi abbiamo fatto due gol, ed è la seconda volta che allo Scida chiudiamo le partite con il doppio vantaggio. Siamo sulla strada giusta. Va bene così”.

Crotone squadra da battere?

“Noi pensiamo partita per partita. Ho la fortuna di allenare un gruppo di ragazzi molto bravi non solo dal punto vista tecnico ma anche comportamentale. Quindi andiamo avanti per la nostra strada, senza fare voli pindarici”.

Oggi la squadra e da elogiare, sia gli undici di partenza, sia quelli che sono subentrati a partita in corso.

“Quelli che finiscono le partite per me sono i giocatori che determinano le gare e le sorti del campionato. Il calcio è cambiato, oramai si gioca un inizio gara e un fine gara, e quelli che entrano devono essere determinati per far sì che la partita si incanali in una certa maniera e che il risultato ci sorrida. Hanno chi dieci, chi venti, chi quaranta minuti per diventare decisivi. Ed oggi sono entrati tutti con l’atteggiamento giusto”.

Nel secondo tempo, con l’inserimento di Carraro, Petriccione è andato a fare il vertice alto del centrocampo.

“Jacopo è un giocatore che sa giocare vertice basso, sa impostare dal basso, ha tecnica e qualità, ha capacità di lettura e quindi può giocare anche alto.

La parola d’ordine della partita di oggi è stata sicuramente intensità, che questa volta non è calata nel finale della partita.

“Stiamo crescendo, e stiamo lavorando anche su questo aspetto. Vogliamo cercare di stare alti sempre, anche quando abbiamo sbloccato la partita. Ci siamo detti di continuare a giocare con una certa mentalità e l’abbiamo fatta. Dobbiamo essere solo un po’ più cinici, ci riusciremo”.

Mogos a sinistra?

“Volevo vederlo anche lì. Lui ha le capacità di stare a sinistra anche se non è un mancino naturale. Stiamo lavoraqndo per mettere più giocatori nelle condizioni di sentirsi totalmente parte del gruppo e di poter dare il proprio contributo. Per noi è importante, perchè è un campionato lungo, con partite ravvicinate e tra infortuni e squalifiche, serve che tutti possano dire: ci sono anche io. Abbiamo bisogno di tutti”.

La squadra può ancora crescere?

“Penso proprio di si. Possiamo migliorare sotto tutti i punti di vista. Guarderemo la partita e andremo a lavorare su quegli aspetti che sono andati meno bene. Dobbiamo lavorare anche dove abbiamo già armonia e qualità di gioco perchè possiamo fare meglio ancora”.

Giatur 


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO