Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NEWS

#CrotoneAtalanta | Editoriale: La gente come noi non molla mai!

Foto: Andrea Rosito
Michele Affidato- Banner News

Quante volte abbiamo sentito questo coro allo stadio, nel nostro Ezio Scida. Un coro che veniva lanciato proprio nei momenti più difficili e non solo per sostenere la squadra ma per cercare di dare ai nostri ragazzi quel qualcosina in più. Oggi il nostro Crotone sta affrontando uno di quei momenti difficili. Un punto in cinque partite è realmente poco. Certo non abbiamo avuto incontri facili, soprattutto in casa. La capolista Milan e i campioni d’Italia della Juve, allo Scida, non sono proprio ospiti graditissimi, ma dalle trasferte di Genova, Sassuolo e Cagliari era lecito aspettarsi qualcosa in più.

Ed invece è arrivato il punto contro la Juve e altri quattro gol subiti, così come nelle prime due trasferte, alla Sardegna Arena. In mezzo a questo c’è stata anche la figuraccia rimediata in Coppa Italia, dove abbiamo incontrato una Spal disarmata, ma che abbiamo affrontato nel peggiore dei modi, venendo eliminati.

Mi sarei aspettato qualcosa in più contro la Spal, soprattutto da quei giocatori che avevano il compito e l’opportunità di mostrare il proprio valore e mettere in difficoltà il mister nelle scelte future. Ma così non è stato. Una prestazione scialba che non ha fatto onore alla maglia. Un solo punto in campionato e fuori dalla Coppa Italia.

Sì il momento è pessimo. Ed ora, ci costringiamo a guardare il bicchiere mezzo vuoto, tranne che nel passo falso di mercoledì, nelle altre partite, infatti, i rossoblu hanno dimostrato una continua crescita, ma oggi questo, forse, non basta più. Dobbiamo tornare a fare punti, anche giocando male. L’anno scorso il mister continuava a dire, quando non riuscivamo a fare punti pur giocando bene, che la squadra doveva imparare a “giocare sporco”, cosa che forse abbiamo di nuovo dimenticato. Ora però dobbiamo interrompere questa striscia negativa e cominciare a fare la nostra scalata per raggiungere l’obiettivo salvezza.

E dobbiamo cominciare oggi contro l’Atalanta di mister Gasperini, l’allenatore più amato dal popolo rossoblu, che insieme al professore Borrelli, tengono alto il nome di Crotone in Italia e in Europa. Li saluteremo con affetto quando entreranno in campo, li saluteremo con commozione quando risaliranno sul pullman per ripartire, ma durante i novanta minuti non dobbiamo avere titubanze ed essere più cattivi che mai. Squalo non mollare mai! E, come ogni week-end, buona partita a tutti.

Antonio Gaetano

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 29/09/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN NEWS