Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NOTIZIE ROSSOBLU

Crotone Calcio | Vrenna: «Confidiamo nella ripartenza, in campo con le giuste garanzie»

Il presidente rossoblu analizza gli scenari legati alla ripresa dei campionati
Michele Affidato- Banner News

In attesa di tornare in campo e di novità sull’eventuale ripresa della stagione, il presidente rossoblu Gianni Vrenna è intervenuto questo pomeriggio microfoni di Rai Radio Uno durante il corso della trasmissione “Sabato Sport”.

«Ricominciare subito a giocare potrebbe portare a problemi ancora più seri delle vertenze in tribunale, ci tengo a ribadire un concetto, bisogna tornare a giocare però solamente nel momento in cui ci saranno le condizioni di massima sicurezza per la salute degli addetti ai lavori e degli stessi calciatori. Dalle voci emerse in questi giorni legate al nuovo protocollo emerge come ci si dovrà sottoporre a ritiro-quarantena con tamponi settimanali e in questo momento di emergenza reperire dei tamponi è difficile».

Il presidente ha voluto sottolineare il suo pensiero legato alla conclusione della stagione sportiva in caso di mancata ripresa.

«Essendo al momento al secondo posto non vorrei passare un pensiero “di parte”. Qualche mio collega di recente ha espresso dei giudizi “affrettati”, noi possiamo vantare una posizione di classifica privilegiata che se ad oggi il campionato fosse concluso ci vedrebbe promossi in Serie A. Spero che si possa continuare a giocare e che la massima serie la si possa conquistare sul campo. Ricorsi? Le decisioni non spettano a me in quanto presidente di una squadra di calcio. Altri presidenti di squadre che si trovano dietro di noi vedo che stanno chiedendo in tutti i modi che la stagione possa essere conclusa con regolarità. Se malauguratamente questo non dovesse avvenire a mio avviso ci sono delle classifiche con dei valori espressi con il Benevento al primo posto con ampio vantaggio e il Crotone al secondo posto anche se con due punti di vantaggio. Il problema riguarderà anche la Lega Pro, con diversi club in situazioni analoghe, mi viene in mente il Monza, la Reggina o il Vicenza, squadre quasi aritmeticamente in Serie B che attendono anche loro novità. Spero che non si facciano “pasticci”».

Uno dei problemi che potrebbe porsi in caso di conclusione della stagione dilatata nel corsi dei prossimi mesi è quello legato al mercato e ai tesseramenti.

«Noi in rosa abbiamo sei calciatori in prestito ma ci sono delle squadre che possono vantarne 10, 12 o alcune anche 13. Ci sono contratti in scadenza il 30 giugno 2020, calciatori che da quella data avranno la possibilità di svincolarsi per tanto vedo complicata la situazione legata al mercato e sicuramente si dovrà mettere mano anche sotto questo aspetto con una deroga o qualcosa che permetta ai club di non avere problemi di questo genere, andrà studiato qualcosa in modo che non si possano arrecare altri danni alle società».

 


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN NOTIZIE ROSSOBLU