Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NOTIZIE ROSSOBLU

Crotone Calcio | Cosmi: «Il tempo delle chiacchiere è finito, adesso serve solo vincere»

Foto: FcCrotone.It
Michele Affidato- Banner News

Crotone Calcio | Settimana interlocutoria per il Crotone che prova ad avvicinarsi al meglio alla sfida dello Stadio “Diego Armando Maradona” di Napoli. A concedersi alle domande dei giornalisti nella mattinata odierna è stato il tecnico Serse Cosmi.

«E’ stata una settimana dove abbiamo lavorato con i presenti e con chi stava bene, si è svolto lavoro sotto l’aspetto organico e tattico, abbiamo fatto doppie sedute e abbiamo concluso con una partita contro la Primavera nella quale ho provato a fare giocare chi ha giocato meno per mettere minuti nelle gambe».

La sosta vi ha permesso non solo di approfondire i meccanismi di gioco che vuoi dalla squadra ma anche di conoscervi meglio. Su cosa hai lavorato maggiormente e come stanno gli acciaccati?

«Esclusa la gara contro l’Atalanta dove ero appena arrivato, nelle altre tre gare successive la squadra è sempre stata in gara, questo significa che la squadra aveva recepito le mie richieste. E’ normale che i risultati influenzano, siamo legati maledettamente ai risultati, tutto per questo viene visto sotto questo aspetto».

Vi attendono 10 finali, su quale aspetto farai leva per cercare di far tirare fuori il meglio alla tua squadra?

«Si parla di rabbia, orgoglio, determinazione e amor proprio una serie di situazione che rischiano di diventare parole. Ho già parlato con la squadra, parlerà con chi ritornerà, sono dieci partite in cui si lavorerà su una alla volta e in cui tutti dovranno creare i presupposti per essere presi in considerazione ed essere protagonisti in campo. Il tempo delle chiacchiere è finito».

A centrocampo, vista l’assenza per squalifica di Petriccione, in questa settimana di lavoro chi hai visto meglio tra i possibili sostituti? Cigarini come sta?

«Cigarini è rientrato in gruppo ma ovviamente non può essere nelle migliori condizioni. In quel ruolo può giocare Vulic, Eduardo o Benali, chi in settimana mi darà chiare risposte andrà in campo».

Dopo l’incredibile sconfitta col Bologna l’umore del gruppo sarà molto basso. Eppure bisogna trovare gli stimoli e le motivazioni per rimanere vivi e continuare a crederci. Il gruppo in settimana che segnali ti ha dato? Credi di cambiare qualcosa in difesa a Napoli?

«Il gruppo non deve dare segnali dovrò essere io a darne a loro, con tutto il rispetto del loro umore, se avessi dovuto fare questo mestiere tenendo conto dell’umore avrei smesso dopo pochi mesi di allenare. Quando si vince c’è convinzione e forza, quando perdi c’è delusione. La maniera nella quale si affrontano i vari momenti fa la differenza».

Quanto sono importanti due settimane per preparare una sfida difficile allo stadio Diego Armando Maradona?

«Avrei voluto avere due settimane quando sono arrivato per preparare la squadra, invece abbiamo giocato diverse gare in pochi giorni. Spesso si deve lavorare con poche certezze, si va a sensazioni. Ora si conosce meglio la squadra, ma non si deve trovare alibi, non conta nulla. Sono venuto a Crotone quando sono stato chiamato e sono ancora convinto che nei risultati possa fare ancora molto di più».

Nella mente di tutti gli sportivi è ancora viva l’immagine del Benevento che batte la Juventus all’Allianz. Speri di trovare un Napoli che, come la Juve, possa approcciare male all’impegno col Crotone?

«Non si tratta della prima volta nella storia del calcio dove una squadra sfavorita vince contro una favorita. E’ successo anche a me, non ho mai vinto guardacaso contro il Napoli, l’altra è l’Hellas Verona ma ci giocheremo in casa. Quando succede di vincere contro squadre forti ci devono sempre essere una serie di cose che capitano in contemporanea, che la squadra avversaria non giochi una grande partita, che tu la giochi al meglio ed infine che gli episodi girino dalla tua parte. Contro il Napoli mi affido a noi stessi, dovremo essere convinto ed organizzati da tenere conto de valore dell’avversario e del lavoro che andrà fatto per vincere».


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN NOTIZIE ROSSOBLU