Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

CAMPIONATO

Crotone Calcio | Benali: «Sono un calciatore del Crotone. Futuro? Vedremo più avanti»

Il centrocampista libico torna a parlare dopo la ripresa degli allenamenti
Michele Affidato- Banner News

Nuova settimana in casa rossoblu e a prendere la parola questa volta è il centrocampista libico Ahmad Benali. Il calciatore, spesso tra i migliori in campo prima della sospensione delle gare, sta svolgendo il lavoro individuale sul terreno di gioco del Centro Sportivo “Antico Borgo” in attesa della ripresa delle competizioni ufficiali.

«A livello fisico sto bene, ho sempre seguito le indicazioni del nostro preparatore che è molto bravo. Ci ha inviato dei programmi da eseguire, ovviamente ora è diverso perchè siamo abituato ad allenarci in gruppo, poi quando ti trovi da solo non è semplice. Si fa quel che si può e quello che ci ha fatto fare è stato abbastanza impegnativo».

Si parla di una sempre più possibile ripresa dei campionati, qual è il tuo pensiero?

«Credo che sarà un campionato completamente diverso rispetto a quello visto fino alla sosta, è normale che quando riprendi a giocare dopo quasi tre mesi tutto sarà differente sia a livello fisico che mentale. Si dovrà giocare al caldo ogni 3-4 giorni quindi sarà un torneo mutato, in cui dovremo prepararci in modo differente rispetto al solito.  A luglio di solito inizi a prepararti in vista di una nuova stagione ora svolgendo un certo tipo di ritiro dove fai fatica e ritrovi le gambe verso settembre-ottobre, invece, dovremo prepararci per affrontare il finale di stagione, dieci partite più eventuali play-off e quindi si dovrà trovare subito la forma fisica».

Quattro vittorie consecutive e secondo posto in classifica poi la sosta forzata.

«Credo che prima della sosta la squadra stava bene a livello fisico e di risultati. Venivamo da quattro vittorie consecutive conquistate in gare difficili, abbiamo dimostrato un buon calcio per tutto il torneo e prima della sosta con questi risultati la squadra dimostrava di stare molto bene…».

Sei un calciatore dotato di grande tecnica e capace di giocare in diverse zone del campo. Ti piace giocare in posizione più offensiva, anche se hai dimostrato di essere pure un ottimo play maker.

«Diciamo che da piccolo non avevo un ruolo ben definito, ho sempre ricoperto più posizioni e gli allenatori mi cambiavano di ruolo. Ho avuto tecnici che mi hanno messo dietro la punta, mezz’ala, play basso e anche esterno offensivo. Ho sempre pensato di potermi esprimere al meglio come mezz’ala però sento di avere fatto questo percorso che mi ha permesso di imparare e ricoprire più ruolo e questo ti da più possibilità di giocare. Da mezz’ala posso costruire anche da dietro, fare gioco e arrivare da dietro in zona gol».

E’ stata sicuramente una delle tue migliori annate con sette reti siglate e la possibilità in caso di ripresa di superare il record personale di marcature del torneo 2014-2015 con il Brescia.

«Sicuramente a livello personale per il numero di gol siglati sono contento. E’ fondamentale nel calcio di oggi per un centrocampista siglare delle reti, penso che è anche merito dei miei compagni che mi hanno messo in condizione di segnare, oltre che merito del mister e del suo staff che ci preparano al meglio ad affrontare le gare. Facciamo un gioco offensivo nel quale vogliamo essere padroni del campo e per questo, magari, riesco ad arrivare al tiro con più facilità. Se si dovesse riprendere con la stagione voglio continuare questa strada e dare una mano sotto questo aspetto alla squadra».

Terza stagione in rossoblu e anche quest’anno un fastidioso infortunio ha condizionato in parte il tuo campionato. Sfortuna a parte, sei diventato un beniamino dei tifosi. Qual è il tuo rapporto con la città?

«Mi è dispiaciuto molto per questo infortunio, per un calciatore non poter dare una mano non è bello, sopratutto quando i compagni si allenano e giocano. Quando vincono ne vorresti fare parte, quando perdono vorresti dare il tuo contributo ma non puoi. Bisogna essere forti a livello mentale. Credo di avere un bellissimo rapporto con Crotone e con i tifosi, qui sto molto bene e i tifosi mi hanno sempre dato una mano sopratutto nei momenti di difficoltà per questo li ringrazio e cerco di ripagarli sul campo».

Sei in scadenza di contratto e nei giorni scorsi sei stato accostato ad altre società come il Parma…

«E’ normale che quando sei in scadenza escono delle voci, in questo momento questo non mi interessa. Sono un calciatore del Crotone, un professionista, darà sempre il massimo per farmi trovare pronto e sul futuro si vedrà più avanti».


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN CAMPIONATO