Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NEWS

Crotone Calcio | Ai saluti anche Dario Marsala, tecnico dell’Under 15

Michele Affidato- Banner News

Crotone Calcio | Dopo quattro anni importanti si separano le strade tra Dario Marsala e il Crotone Calcio, un amore  che affonda le sue radici ben prima di questi quattro anni di allenatore, quando un giovanissimo Dario iniziava il suo percorso di calciatore con la maglia rossoblù. Dopo Francesco Maiolo, vice allenatore della Primavera e oggi tecnico dell’Isola di Capo Rizzuto in Eccellenza, e poi Antonio Galardo, anche lui saluta la società rossoblù:

Oggi Marsala, ex tecnico dunque della formazione Under 15, è un allenatore Uefa B ed anche un ottimo preparatore atletico in possesso della Laurea in Scienze Motorie, quel giovane difensore è cresciuto ed è maturato tanto negli ultimi anni, come ammette lui stess: “Sono state quattro stagioni importantissime per la mia crescita professionale, prima come collaboratore della formazione Primavera al fianco di due grandi allenatore come Moschella e Galluzzo, poi come allenatore dell’Under 15 per due stagione”. “Sono stato bene al Crotone – continua Marsala – è la squadra della mia città guidata da una società serie, ora però è arrivato il momento di iniziare un un nuovo percorso”.

Un nuovo percorso che mister Marsala vorrebbe cominciare alla guida  di una prima squadra tra i dilettanti, voci di mercato parlano di alcuni interessamenti tra Promozione e Prima: “Di vero c’è tutto e niente, nel senso che mi sono sentito con alcuni dirigenti ma al momento nulla di concreto, io aspetto la chiamata giusta senza fretta”. Questa chiamata giusta dipende anche dalla categoria? “Sicuramente la categoria è importante, è ogni allenatore vorrebbe allenare sempre in categorie superiori di dove si trova, al momento però credo sia fondamentale la programmazione, il mio obiettivo è quello di trovare una società con un progetto serio ed ambizioso e abbia come obiettivo anche la valorizzazione dei giovani. Non ho paura di lavorare con i ragazzi”.

Ha guidato la formazione juniores dell’Isola hai sfiorato due volte il titolo di Campione d’Italia: “Si, peccato, ci siamo andati vicinissimi. Ma restano comunque due grandi stagioni fatte con un gruppo fantastico a cui sono ancora molto legato, ragazzi con un’applicazione degna dei professionisti con cui ho condiviso un percorso entusiasmante. Alla fine forse ci è mancato un pizzico di coraggio, ma siamo comunque rimasti nella storia”.

A proposito di storia e di Isola, tutti ricordano il grande difensore centrale che ha contribuito alla storica promozione in Eccellenza al fianco del capitano Francesco Maiolo che oggi ha preso in mano la squadra in Eccellenza: “Con Maiolo abbiamo vissuto più di qualche esperienza “vincente” assieme, e conoscendolo, non posso che aspettarmi un campionato importante, anche perché è affiancato da una società giovane e competente che saprà come intervenire sul mercato per creare una buona squadra per affrontare un campionato difficile e affascinante come l’Eccellenza”. Anche tu in passato ti sei seduto sulla panchina dell’Isola per qualche giornata nel campionato di Serie D, che ricordi hai? “Esperienza affascinante e altamente formativa, che però è durata troppo poco a causa di una dirigenza inesperta e poco preparata per un campionato importante come quello della Serie D”

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Anti incendio – Laterale

Trony Laterale – Scad. 24/08/2022

Io bimbo – Laterale/Smartphone
Michele Affidato – Banner laterale
Poerio Centro Revisioni – Laterale
Catrol

ALTRO IN NEWS