Seguici sui social
Crotoneok –  header skin

CAMPIONATO

Caos Campionati | Diverse ipotesi al vaglio di Governo e FIGC

Ripresa ipotetica fissata al mese di maggio con il rischio di dovere giocare match anche a luglio inoltrato
FIGC
Foto: Figc.It

Campionato da concludere attraverso la disputa delle gare mancanti, questa l’idea alla base degli incontri svolti in videoconferenza negli ultimi giorni. Una decisione insindacabile ma che va a scontrarsi con la realtà che vede il paese ancora alle prese con l’emergenza legata alla diffusione dell’epidemia da coronavirus. L’avvio dei campionati, inizialmente ipotizzato per il mese di aprile, potrebbe nuovamente slittare come ipotizzato in settimana dal presidente della FIGC Gabriele Gravina.

Nella serata di giovedì a rincarare la dose è stato inoltre il Ministro delle Politiche Giovanili e dello Sport Vincenzo Spadafora che, ammettendo lo stato di difficoltà in cui versa l’ambiente sportiva, ha sottolineato come ogni decisione finale sia rimandata alla Federazione Italiana Giuoco Calcio. In ballo non solo i risultati sportivi maturati fino a questo momento della stagione e i piazzamenti europei per il prossimo campionato ma anche il capitolo promozioni e retrocessioni delle serie minori. L’idea di base sarebbe quella di fare ripartire il campionato di Serie A nei weekend che vanno dal 2 al 16 maggio, con l’ipotesi rinvio ulteriore e ripartenza agonistica nel mese di giugno.

Le date in questo caso slitterebbero di circa un mese con la ripresa fissata per il 3 giugno con fine ipotetica attorno alla metà del mese di luglio. La necessità rimane quella di concedere alcune settimane per la preparazione alle squadre, con i calciatori fermi da ormai diversi giorni, ma anche quella di garantire ai club dai 45 ai 60 giorni per la disputa dei match mancanti.

A complicare la situazione ci sarebbe poi la scadenza dei contratti dei tesserati per l’annata sportiva 2019-2020 fissata al 30 giugno, ma in questo caso si potrebbe registrare un apertura da parte della FIFA che attraverso una deroga permetterebbe ai club di avere “validi” i contratti fino alla disputa dell’ultima gara in calendario. L’unica certezza sembra essere quella di una ripresa delle competizioni sportive senza pubblico con gare da disputare a porte chiuse. La conclusione ritardata dei campionati avrà come conseguenza lo slittamento del mercato estivo con possibile avvio della stagione 2020-2021 ad estate ormai agli sgoccioli. Per riuscire a favorire la conclusione dei campionati nazionali l’Uefa ha inoltre comunicato nei giorni scorsi lo slittamento al 2021 del programmato Campionato europeo itinerante, con la possibilità di assistere ad una rimodulazione del format relativo alle competizioni europee per club come Champions League ed Europa League.

In Serie B si continua anche in questi giorni a navigare a vista senza potere contare su delle certezze, con i club pronti a tornare in campo ma consapevoli che con l’aumentare delle settimane si potrebbe arrivare anche ad un congelamento della classifica e attribuzione dei risultati sportivi senza passare dal campo, un’eventualità che trova favorevoli alcune formazioni e contrarie tante altre.

CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

SFOGLIA ILROSSOBLU

Trony – Laterale – 06/09/2020
Mc Donald’s- Laterale

Bar moka – Laterale
Mercatino dell’usato

SONDAGGIO

This poll is no longer accepting votes

#LivornoCrotone 1-5 | Vota il migliore in campo
VOTA
Blobb Gelateria 300×270
Tim Paparo
Poerio – Officina
Michele Affidato nuovo
Catrol

ALTRO IN CAMPIONATO