Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

NEWS

Il cantiere rossoblu è ancora all’opera: cercasi l’immediata reazione

Michele Affidato- Banner News

Dopo il brutto tonfo di domenica scorso all’esordio stagionale contro il Cittadella, il Crotone cerca un immediato riscatto per cancellare i tanti, forse troppi, dubbi che la partita di Padova ha fatto nascere tra tifosi ed osservatori.

La squadra vista in campo alla prima giornata ha fatto vedere alcune cose positive annullate però da un crollo nel secondo tempo, forse, più mentale che fisico. In realtà il Crotone ha dato l’impressione di essere ancora un cantiere aperto, geometrie e meccanismi sono ancora tutti da rivedere, mancano gli automatismi e a risentirne è chiaramente la difesa forse più per mancanze generali che per demeriti propri. In fase di costruzione, infatti, i rossoblù hanno fatto vedere qualità che però non si è concretizzata in “grandi” opportunità da gol più per mancanza di lucidità e freddezza che per altri motivi. L’errore nell’ultimo passaggio è stato troppe volte ripetuto, ma è anche vero che ci si è trovati difronte una squadra, il Cittadella, che ha colmato il gap tecnico con tanta grinta e aggressività. Ma questa è la Serie B e forse la lezione di Padova potrà servire ai rossoblù per acquisire quella mentalità da cadetteria che due anni di Serie A, forse, ha fatto dimenticare.

E forse, il fatto di tornare a giocare tra le mura amiche dello Scida potrebbe dare quel qualcosina in più di cui la squadra ha necessariamente bisogno. Domani arriva il Foggia che, domenica scorsa, ha esordito alla grande rifilandone quattro al Carpi. L’ex squadra di mister Stroppa ha dimostrato di avere gamba e tecnica e per tanto sarà un duro banco di prova per questo Crotone che ha fretta di dimostrare di meritare l’appellativo di “protagonista” del campionato. Per la prima allo Scida mister Stroppa dovrà rinunciare a Barberis, ancora fuori a causa dell’intervento chirurgico al menisco (rientro previsto tra un mese) e a Golemic, squalificato.

In difesa, quindi, l’allenatore rossoblù dovrà sostituire il centrale serbo. Stroppa ha due opportunità: utilizzare Vaisanen, sostituto naturale, ma che ancora non abbiamo mai visto se non in allenamento, oppure inserire Curado sul centrodestra e spostare Sampirisi al centro. Il dubbio sarà sciolto solo domani, dopo che Stroppa avrà visto l’allenamento di rifinitura di oggi e parlato con i suoi ragazzi. L’unico certo della sua maglia nel reparto difensivo è Marchizza. A centrocampo dovrebbe esserci qualche cambiamento con l’inserimento di Stoian sin dall’inizio al posto di Molina, mentre sulla fascia dovrebbe esordire dal primo minuto Martella, utilizzato solo part-time a Padova, confermato, invece, Benali in cabina di regia, Rohden a mezzala e Faraoni sulla destra. In attacco dovremmo andare verso la riconferma della coppia formata da Simy e Nalini, anche se Budimir si candida per un posto da titolare e Spinelli sta facendo così bene in allenamento da far sorgere dubbi all’allenatore rossoblu.

Giatur



CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

ALTRO IN NEWS

CLASSIFICA SERIE C