Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

IN EVIDENZA

Calciomercato – Il Crotone inizia a muoversi prime valutazioni in corso su chi resta e chi parte

Michele Affidato- Banner News

Qui Crotone – Con la presentazione ufficiale del nuovo direttore sportivo, Antonio Amodio, e l’ufficializzazione dell’ingaggio di mister Longo, che si lega al Crotone per due stagioni, l’azione di mercato della società rossoblù inizia ad entrare nel vivo. In questi giorni, infatti, il direttore generale Raffaele Vrenna accompagnato dal nuovo ds sono già a Milano per i primi incontri conoscitivi ed esplorativi. Intanto, però, i tifosi rossoblù si chiedono che Crotone sarà quello che verrà consegnato nella mani del nuovo allenatore.

Come già detto, la scorsa settimana, nella conferenza stampa di presentazione di Amodio, il Crotone ha già una buona rosa di partenza che non andrà stravolta ma puntellata nei posti giusti per renderla più competitiva, ma soprattutto più idonea al gioco di mister Longo che vorrebbe riproporre il suo modulo: 4-2-3-1.

Analizziamo, quindi, reparto per reparto, le urgenze, le necessità e gli eventuali esuberi dell’attuale rosa del Crotone.
In porta il Crotone può contare su Dini e D’Alterio, con il primo che sembra destinato a partire. Facile, quindi, immaginare che uno dei primi acquisti potrebbe essere un portiere di categoria che dia sicurezza e nel contempo possa consentire a D’Alterio (classe 2002) di crescere senza troppe pressioni.

In difesa la situazione è già critica. Con le partenze di Gigliotti e Bove (fine contratto non rinnovato), e con un Papini (in scadenza) su cui si sta ancora riflettendo, le uniche due certezze sono Loiacono e il giovane ma promettente D’Aprile. Servono quindi almeno due rinforzi da trovare anche in tempi brevi.
A sinistra la coppia Giron Crialese dà molte garanzie e difficilmente, a meno di “ricche” proposte, il Crotone si libererà dei due laterali mancini. A destra invece sono tre per due posti: accanto a Leo e Rispoli c’è anche il rientrante Spaltro che ha fatto una buona esperienza a Potenza. Uno è di troppo, e toccherà a mister Longo decidere su chi puntare.

In mezzo al campo la situazione è coperta. Vinicius e Felippe sono due certezze. Stronati, risolti i guai fisici, è già un nuovo acquisto, visto che la scorsa stagione non l’abbiamo proprio visto. A questi si aggiungono Schirò (in partenza) e Vitale (su quale c’è più di una riflessione).
Nei tre a supporto della punta c’è un’ampia scelta: D’Ursi, Bruzzaniti, Jurcec, Ovizsack, Tribuzzi (analogo discorso di Vitale), Schirò, Kostadinov e Rojas sono tutti sotto esame. Di certo non tutti potranno rimanere e anche qui le valutazioni di mister Longo la faranno da padrone. Bisognerà vedere chi tra questi giocatori sarà utile nel gioco del nuovo allenatore, e chi, invece, potrà trovarsi una nuova maglia da indossare.

Per quanto riguarda la punta: tra Tumminello e Gomez facile ipotizzare che uno è di troppo. Giocando con un solo attaccante centrale, è difficile immaginare che nella TuGo ci sia uno dei due disponibile a fare la panchina all’altro. Se poi si pensa che le due punte rossoblù sono anche molto appetibili dal mercato, si può ragionevolmente pensare che almeno uno sia destinato a partire.
I giovani Spina e Cantisani sono invece da valutare se farli rimanere o mandarli a fare esperienza in altre piazze.
Chiaramente, risolti questi dubbi, e valutati i giocatori in eccesso, si potrà pensare a rinforzare la squadra dove necessario, sempre con il credo però che ad ogni entrata deve corrispondere un’uscita.

Giatur



CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

ALTRO IN IN EVIDENZA

CLASSIFICA SERIE C